18 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/06/2017, 15.22

    COREA DEL NORD - USA

    Pyongyang: Otto Warmbier rilasciato ‘per motivi umanitari’



    Lo studente in coma da marzo 2016, dopo essersi ammalato di botulismo. Il ragazzo consegnato agli Usa sulla base di un’ordinanza disposta dalla Corte centrale. La famiglia:  “terrorizzato e brutalizzato dal regime di Kim Jong-Un”. Il rilascio avvenuto dopo una serie di frenetici contatti diplomatici segreti.

    Seoul (AsiaNews) – La Corea del Nord ha rilasciato lo studente americano Otto Warmbier “per motivi umanitari”. A riferirlo sono i media statali, due giorni dopo che il giovane, caduto in coma durante la prigionia in un campo di lavoro, è stato allontanato da Pyongyang. La Central Korean News Agency, agenzia di stampa del regime, ha rilasciato un comunicato su internet:  “Otto Frederick Warmbier, che era ai lavori forzati, è stato rimandato a casa il 13 giugno 2017 per ragioni umanitarie, sulla base di un’ordinanza disposta lo stesso giorno dalla Corte centrale della Rpdc”.

    Lo studente 22enne di Cincinnati ha trascorso più di un anno in Corea del Nord in stato di detenzione. Warmbier era stato arrestato per aver rubato un manifesto politico da un hotel e in seguito condannato a 15 anni di lavori forzati. La famiglia riferisce che il ragazzo è stato “terrorizzato e brutalizzato” dal regime di Kim Jong-Un. I genitori di Warmbier, Fred e Cindy, hanno dichiarato che il figlio era in coma da marzo 2016, con buona probabilità dopo essersi ammalato di botulismo per l’assunzione di una pillola per il sonno. Il New York Times, citando un alto funzionario americano, rivela che di recente le autorità hanno ricevuto informazioni su ripetuti pestaggi ai danni dello studente durante la prigionia.

    Il rilascio di Warmbier è avvenuto dopo una serie di frenetici contatti diplomatici segreti tra Washington e Pyongyang, culminata nel viaggio in Corea di Joseph Yun. L’inviato speciale per la Corea del Nord del Dipartimento di Stato americano, si è recato di persona nella capitale nordcoreana per assicurare la liberazione del giovane.

    Il Nord ha più volte imprigionato cittadini americani, liberandoli solo dopo le visite di figure politiche statunitensi di alto profilo, tra cui l'ex presidente Bill Clinton. Washington accusa Pyongyang di utilizzare tali detenuti come pedine politiche. La Corea del Nord accusa gli Usa e la Corea del Sud di inviare spie per rovesciare il suo governo. Altri tre cittadini Usa rimangono ancora nelle prigioni di Pyongyang: Kim Dong-chul, 62 anni, condannato a 10 anni di lavori forzati; Kim Sang-duk, detenuto dallo scorso aprile; Kim Hak-song, arrestato nel maggio scorso. Se il canale diplomatico che ha portato alla liberazione di Warmbier porterà a colloqui più ampi con la Corea del Nord, può dipendere dalla condizione di Warmbier. I funzionari della Casa bianca si sono tuttavia rifiutati di commentare le implicazioni geopolitiche del suo caso.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    14/06/2017 08:38:00 COREA DEL NORD-USA
    Liberato Otto Warmbier, studente Usa imprigionato a Pyongyang

    Il giovane, condannato a 15 anni di lavori forzati nel marzo 2016, sembra essere in coma. Cittadini Usa e della Corea del Sud usati come merce di scambio nei rapporti diplomatici. Tre statunitensi e sei coreani ancora in prigione nel Nord. Fra loro alcuni missionari protestanti, accusati di spionaggio o tradimento. Il Sud spinge per la riapertura del dialogo.



    04/12/2017 08:59:00 COREA-USA
    Seoul, esercitazioni militari aeree congiunte. Pyongyang: Provocazione sull’orlo di una guerra nucleare

    Programmate da molto tempo, le esercitazioni coinvolgono 230 aerei da combattimento e 1200 soldati. In una mossa inusuale, l’esercito Usa ha reso pubblici la lista degli aerei da combattimento e il numero di militari impiegati nelle esercitazioni. Il Nord promette “maggiori e terribili rappresaglie” fino all’autodistruzione del Sud.



    08/06/2017 08:37:00 COREA
    Pyongyang lancia nuovi missili. Moon frena lo sviluppo del Thaad

    I missili lanciati oggi non sono sottoposti al divieto Onu. Essi potrebbero colpire delle “grandi navi”. Bloccato ogni ulteriore spiegamento del sistema anti-missilistico Usa per motivi ecologici. Manifestazioni anti-Thaad a Seongju. Seoul è disposto a continuare i rapporti intercoreani con le ong e le organizzazioni caritative e religiose, ma Pyongyang le rifiuta.



    26/09/2017 09:00:00 COREA DEL NORD-USA
    ‘Guerra dichiarata’: Washington nega; Pyongyang minaccia

    Ministro degli esteri Ri Yong-ho: Gli Usa ci hanno dichiarato guerra. Abbiamo diritto di abbattere i bombardieri Usa. La Casa Bianca: Idea assurda. Timori che la “guerra di parole “ si trasformi “in azioni reali”. Onu, Russia, Cina, Corea del Sud chiedono di ridurre le provocazioni reciproche. A Pyongyang, foto e video di un bombardiere Usa e di una portaerei colpiti da missili nordcoreani.



    11/10/2017 08:43:00 COREA-USA
    Bombardieri sorvolano la penisola coreana. Jimmy Carter spinge al dialogo

    Partiti da Guam, hanno sorvolato il cielo della Sudcorea e hanno sganciato bombe nel mare. Per il Sud si tratta di “addestramento regolare”. Per gli Usa è un impegno con gli alleati per salvaguardare la sicurezza regionale e la stabilità. L’ex presidente Usa Carter vuole incontrare Kim Jong-un.





    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: Avvento fra i profughi di Mosul, la solidarietà più forte delle difficoltà (Foto)



    P. Samir racconta un clima di gioia e di speranza, nonostante la mancanza di risorse e il calo negli aiuti. La lotta per sopravvivenza ha accresciuto il legame di unione fra cristiani e con musulmani e yazidi. Ancora oggi il centro ospita 150 rifugiati, il 70% dipende dalle risorse stanziate dalla Chiesa. Centinaia di giovani all’incontro di preghiera in preparazione al Natale.


    VATICANO-ASIA
    Xenofobia e populismo. Il caso dell’Asia

    Bernardo Cervellera

    Il simposio sul tema, voluto dal Consiglio mondiale delle Chiese (Wcc) e dal Dicastero vaticano per il servizio dello sviluppo umano integrale. Nella crescente ostilità verso gli altri, considerati come nemici e stranieri, tracciare le piste per l’impegno delle Chiese. I “migranti” tema politico importante in Germania e nella Brexit del Regno Unito. Testimonianze dall’America latina e dall’Africa. Esperienze asiatiche affidate al direttore di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®