22/07/2016, 15.15
LIBIA
Invia ad un amico

Riprendono le esportazioni di petrolio dai porti di Al Sidra e Ras Lanuf

La ripresa aiuterà la stabilità del Paese, bloccato dalla lotta fra milizie nemiche. La zona è la più ricca di riserve di greggio e può produrre fino a 900 mila barili al giorno.

Tripoli (AsiaNews) – Ibrahim Jadran, comandante delle guardie degli stabilimenti petroliferi del centro della Libia, ha dichiarato che al massimo fra 24 ore, riprenderanno le esportazioni di gregge libico attraverso i porti di Al Sidra e Ras Lanuf. La dichiarazione di Jadan, durante una conferenza stampa oggi, avviene a conclusione della visita di ieri da parte dell’inviato speciale dell’Onu per la Libia Martin Kobler agli stabilimenti petroliferi a Ras Lanuf nel centro libico. Questo è considerato il triangolo dove risiedono le maggiori riserve petrolifere libiche.  La decisione di riaprire il commercio darà senz’altro uno slancio economico al governo di Al Serraj, sostenuto dalla comunità internazionale.

Il comandante Jadran ha inoltre rivelato l’arrivo a Ras Lanuf di una delegazione “dei membri del Consiglio presidenziale per provvedere alla firma dell’accordo relativo alla ripresa delle esportazioni di petrolio” aggiungendo che le guardie degli stabilimenti “sono pronte a garantire la sicurezza dii tutti i mezzi di trasporto necessari all’esportazione del petrolio, comprese le navi internazionali”.

Dal canto suo Kobler ha sottolineato l’importanza di rilanciare le esportazioni il più presto possibile, esprimendo “gratitudine per tutto quanto viene compiuto dalle guardie degli stabilimenti petroliferi nel combattere contro Daesh”. Egli ha anche ringraziato il comandante Jadran per l’appoggio al governo di Al Serraj e per “il sostegno all’accordo politico in Libia”.

La zona libica che riapre al commercio mondiale di petrolio, ha la capacità di produrre 900 mila barili di greggio al giorno, una fonte di ricchezza duramente colpita durante gli ultimi scontri armati scoppiati alla fine del 2014, dove sono stati danneggiati 8 stabilimenti appartenenti alle due aziende petrolifere libiche di Al Waha e di Al Heruj.

Ancora prima della visita di Martin Kobler, il comandante Jadran aveva già annuciato il 7 luglio scorso che le esportazioni di Petrolio sarebbero riprese “fra una settimana dai porti di Al Sidra e Ras Lanuf”. (PB)

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
L’Onu impone la zona di “non volo” sulla Libia. Ma esclude forze di intervento a terra
18/03/2011
La guerra di Libia, un altro Vietnam
26/04/2011
La Cina fa grandi affari in Iran grazie alle sanzioni degli altri Stati
01/03/2011
Alto diplomatico di Pechino in Vietnam per allentare le tensioni nel mar Cinese meridionale
18/06/2014
Mar Cinese meridionale: Onu mediatore nella controversia fra Hanoi e Pechino
11/06/2014