26 Giugno 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 04/01/2017, 11.53

    VIETNAM

    Saigon: raccogliendo l’invito del papa, i cattolici rilanciano il dialogo interreligioso

    Tran Viet

    Da sette anni il Comitato per il dialogo interreligioso di Ho Chi Minh City promuove incontri, seminari, attività caritative e pastorali. Un’opportunità per sacerdoti, religiosi e laici per condividere esperienze e approfondire le conoscenze. L’opera dei cattolici nei centri di carità buddisti e il contributo della Chiesa.

     

    Ho Chi Minh City (AsiaNews) - Raccogliendo l’invito di papa Francesco in occasione della Giornata mondiale della pace, il primo gennaio, il Comitato per il dialogo interreligioso di Ho Chi Minh City rilancia le attività pastorali con buddisti, musulmani e rappresentanti di altre fedi. Iniziative che si inseriscono nello spirito del Concilio Vaticano II e che intendono, come ha ricordato il pontefice, sottolineare che “il terrorismo non ha religione” e la violenza profana il nome di Dio e che “solo la pace è Santa e non la guerra”.

    Da sette anni il Comitato, fondato dal cardinale vietnamita jean Baptiste Phạm Minh Mẫn il 5 dicembre 2009, promuove incontri e seminari di approfondimento delle dottrine delle altre religioni presenti nella ex Saigon. Non solo buddisti, in maggioranza nel Paese, ma pure i fedeli Cao Đài, gli Hòa Hảo e i membri della minoranza Haha’i.

    I membri del gruppo legato all’arcidiocesi del sud hanno promosso rapporti regolari con gli altri fedeli, facendo nascere anche solidi legami di amicizia e di fratellanza. Nel tempo si sono sviluppati progetti comuni e collaborazioni nel campo della caritativa e nel sociale, a beneficio delle comunità più povere e disagiate. Questi incontri con i membri delle altre fedi sono inoltre un’opportunità anche per gli stessi sacerdoti, per i religiosi e i laici, in un’ottica di condivisione delle esperienze, di vita religiosa e nella rimozione dei contrasti e delle incomprensioni sorte nel passato.

    Secondo il calendario vietnamita (e cinese) il 2017 è l’Anno del gallo, simbolo di corsa, agilità, dinamismo ed è questo il principio ispiratore delle attività dei prossimi mesi del Comitato per il dialogo interreligioso di Saigon. Una condivisione di esperienze, per aiutare i cattolici a comprendere meglio le altre religioni e le attività compiute dai loro fedeli, rafforzando i legami di amicizia e fratellanza.

    Il giovane Đỗ, alunno della scuola di Don Bosco, racconta ad AsiaNews che negli anni passati ha visitato “alcuni centri per disabili, bambini orfani, minorenni sieropositivi e cliniche mediche gratuite” gestite da buddisti. Alcuni cattolici operano in centri in cui avviene la distribuzione di cibo per i poveri e diverse chiese cattoliche hanno contribuito con “materie prime e risorse” alle attività caritative promosse da realtà buddiste.

    Al contempo, fedeli Cao Đài e buddisti sono stati invitati a parlare a giovani studenti dei centri per la pastorale dell’arcidiocesi di Saigon sulle diverse “pratiche di fede”. Il tutto all’insegna della “armonia” fra religioni e a “beneficio” del pubblico. Fra i vari incontri e visite di cortesia si ricorda quella compiuta dall’attuale arcivescovo di Saigon mons. Paul Bùi Văn Đọc al Consiglio amministrativo buddista in occasione del 2558 compleanno del Buddha.

    Nell’occasione il venerabile maestro buddista Thích Trí Quang ha espresso la “speranza” di rafforzare questi “legami” unici con i cristiani sotto la leadership del vescovo. In risposta, il prelato ha ricordato l’importanza della religione nella salvaguardia dell’ambiente “morale e sociale” della metropoli meridionale del Vietnam.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    01/01/2005 vaticano - asia - giornata mondiale della pace
    Papa: Promuovere la pace con le armi dell'amore

    Un saluto speciale per gli ambasciatori dei paesi colpiti dallo tsunami in Asia.



    24/05/2017 12:25:00 VATICANO – USA
    Papa riceve Trump: nei colloqui Medio Oriente e tutela dei cristiani, ma anche immigrati

    E’ durato 30 minuti il colloquio privato. Francesco ha donato a Trump anche il messaggio per la Giornata mondiale della pace di quest’anno, che ha per titolo "La non violenza, stile di una politica per la pace", indicando al presidente alcuni brani che ha indicato. "Questo – ha detto- glielo regalo perché lei sia strumento di pace". “We can use peace” (Abbiamo bisogno di pace), ha replicato il presidente.



    12/05/2017 08:47:00 EGITTO - ISLAM
    Il Cairo, predicatore islamico sospeso e processato per attacchi contro cristiani ed ebrei

    In una trasmissione tv Salem Abdel Galil ha affermato che essi seguono culti “corrotti” e “non andranno in paradiso”. Le sue parole hanno sollevato proteste e indignazione. Un avvocato cristiano ha presentato un esposto contro il predicatore: Parole diffamatorie e minaccia all’unità del Paese. Le scuse dell’emittente che ospitava il programma. 

     



    21/09/2010 INDIA
    Chiesa dell’Orissa: Dopo i pogrom eliminare paura e diffidenza tra le persone
    Nella Giornata internazionale per la pace, la popolazione di Kandhamal organizza attività comuni con membri delle varie fedi religiose, per far comprendere la necessità del dialogo interreligioso tra cristiani e indù a due anni dai Pogrom. Arcivescovo di Cuttack - Bhubaneswar: “La Chiesa sta compiendo tutti i suoi sforzi per eliminare la paura e la diffidenza tra le persone”.

    02/06/2015 VATICANO
    Papa: vengo a Sarajevo per sostenere il dialogo interreligioso e la convivenza pacifica
    In un videomessaggio, Francesco ricorda il motto “La pace sia con voi” della visita che compirà il 6 giugno. “Incoraggio voi cattolici ad essere a fianco dei vostri concittadini quali testimoni della fede e dell’amore di Dio, operando per una società che cammini verso la pace, nella convivialità e nella collaborazione reciproca”.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa: le Chiese d’Oriente, vivaci malgrado persecuzioni e terrorismo



    Ricevendo i partecipanti all’assemblea della “Riunione delle Opere per l’Aiuto alle Chiese Orientali” Francesco raccomanda la formazione del clero. “Non dimentichiamo che in Oriente anche ai giorni nostri, i cristiani – non importa se cattolici, ortodossi o protestanti – versano il loro sangue come sigillo della loro testimonianza”.


    CINA-GERMANIA
    L’ambasciatore tedesco chiede alla Cina la liberazione di mons. Shao Zhumin



    In una dichiarazione ufficiale sul sito dell’ambasciata, Michael Clauss chiede che al vescovo di Wenzhou, sequestrato, sia data piena libertà di movimento. Preoccupazioni espresse anche per le bozze dei nuovi regolamenti sulle attività religiose, che decretano la fine delle comunità sotterranee. E’ la prima volta dopo un decennio che un ambasciatore europeo chiede la liberazione di un vescovo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®