22 Settembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 05/09/2017, 11.06

    COREA DEL SUD-USA

    Seoul corregge Washington (e Trump) sulla compravendita di armi



    La Casa Bianca ha dichiarato che la Corea del Sud avrebbe comprato armi per “molti miliardi di dollari”. La smentita dell’ufficio della presidenza a Seoul. L’escalation militare condannata dai vescovi coreani.

    Seoul (AsiaNews) - Per contrastare le provocazioni della Corea del Nord, il Sud ammette di aver parlato con gli Stati Uniti di possibili acquisti di sistemi avanzati, ma nega di aver stabilito di spendere “molti miliardi di dollari” come suggerito da Washington.

    Ieri, in margine alla riunione di emergenza che si teneva all’Onu sul test nucleare messo in atto da Pyongyang il giorno prima, vi è stata una conversazione telefonica fra il presidente sudcoreano Moon Jae-in e il suo omologo Usa, Donald Trump. In una dichiarazione della Casa Bianca si afferma che il presidente Usa ha dato la sua “approvazione di principio per l’acquisto di molti miliardi di dollari di equipaggiamenti militari e di armi” da parte della Corea del Sud.

    Quest’oggi, Park Soo-hyun, portavoce dell’ufficio della presidenza di Seoul, ha precisato che Trump e Moon avevano parlato il giorno prima di “incrementare le capacità di difesa della Corea del Sud”, come pure di “continuare il dialogo fra le due nazioni sul sostegno Usa nell’introdurre tecnologie o armi avanzate richieste” da Seoul. Ma ieri non vi è stato alcun accenno a questi temi, né all’entità delle spese.

    La tensione nella penisola coreana sta provocando un’escalation nell’acquisto di armi, come denunciato spesso dai vescovi cattolici in Corea. Il Giappone, Paese pacifista, ha stabilito per il prossimo anno un bilancio di 48 miliardi di dollari Usa per la difesa.

    Da quando è divenuto presidente, Moon ha cercato di frenare l’acquisto di armi e bloccato l’istallazione del sistema antimissilistico Thaad, del costo di 800mila dollari a batteria, a cui il suo predecessore, la signora Park Geun-Hye, aveva dato il suo assenso. Secondo il Sipri (Stockholm International Peace Research Institute), fra il 2010 e il 2016 gli Stati Uniti hanno venduto armi alla Corea del Sud per 5 miliardi di dollari.

    All’interno del Paese, l’opposizione continua a premere Moon per accrescere le difese e domanda perfino il dispiegamento di armi nucleari contro il Nord, provviste dagli Stati Uniti. Ieri il ministero della Difesa di Seoul ha dichiarato che saranno istallati altre quattro batterie del sistema antimissilistico Thaad.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    05/07/2017 11:41:00 COREA-ONU
    Dubbi sulla potenza dei missili di Pyongyang. Moon deciso a seguire la strada delle sanzioni e del dialogo

    La retorica di Kim Jong-un: Il missile, “un dono per i bastardi americani”, nel giorno della festa d’indipendenza. “Ora possiamo colpire tutto il mondo”. Ma forse il missile si è disintegrato in aria, rientrando nell’atmosfera. Dubbi sulla capacità di miniaturizzare le testate nucleare da inserire nel cono del missile. Al Consiglio di sicurezza Onu, gli Usa chiederanno ulteriori sanzioni. Seoul ribadisce l’importanza della strada del dialogo.  Antonio Guterres: Mantenere unita la comunità internazionale.



    05/09/2017 09:12:00 ONU-COREA
    Consiglio di sicurezza Onu sulla Corea del Nord: Guerra, sanzioni, dialogo

    Ambasciatrice Usa: Pyongyang sta supplicando per una guerra. La pazienza degli Usa “non è senza limiti”. Per Cina e Russia occorre frenare che fanno crescere la tensione. Stop alle esercitazioni militari congiunte in cambio di dialogo con il Nord. Putin al telefono con Moon Jae-in. Trump propone vendita di armi alla Corea del Sud.



    04/09/2017 09:13:00 COREA-ASIA
    Il ‘terremoto’ del test nucleare di Pyongyang. Le reazioni nel mondo

    Oggi pomeriggio riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza dell'Onu. La bomba ad idrogeno fatta scoppiare ieri è quasi 10 volte più forte delle precedenti. Per la Corea del Nord è un “perfetto successo”. Seoul e Tokyo chiedono un incremento al massimo delle sanzioni per portare Kim Jong-un al tavolo delle trattative. Esercitazioni militari con missili nel sud. Minacce di operazioni militari da parte degli Usa. Per alcuni analisti, l’obbiettivo dei test è provocare l’imbarazzo della Cina.



    07/08/2017 09:00:00 COREA
    Manila, i ministri degli esteri di Sudcorea, Usa e Giappone valutano la posizione di Pyongyang

    La proposta di mediazione del presidente sudcoreano Moon Jae-in è sostenuta dalla Cina e in parte dagli Usa. Prima stretta di mano fra i ministri degli esteri del Nord e del Sud nell'epoca Moon. La risoluzione Onu dà fiato alle diplomazie nel tentativo di scongiurare la guerra. Moon e Trump a colloquio telefonico.



    12/08/2017 10:38:00 COREA
    Vescovi coreani: No alle ‘provocazioni imprudenti’. Fermiamo l’escalation nucleare lavorando per la ‘coesistenza dell’umanità’

    I vescovi coreani hanno diffuso oggi un’Esortazione sulle tensioni crescenti attorno alla penisola coreana. La Corea del Nord, ma anche i “Paesi limitrofi” rischiano di compiere “azioni precipitose, senza freni”, che potrebbero portare alla “morte di innumerevoli persone” e a “piaghe profonde per l’intera l’umanità”. Ridurre le spese militari e potenziare le spese per lo sviluppo umano e culturale. L’appello a usare “la coscienza, l’intelligenza, la solidarietà, la pietà e il mutuo rispetto”. La preghiera nel giorno dell’Assunta, festa dell’indipendenza coreana.





    In evidenza

    GIAPPONE-VATICANO
    Mons. Kikuchi: In sintonia col papa e il card. Filoni per la missione in Giappone

    Tarcisio Isao Kikuchi

    Il vescovo di Niigata e presidente di Caritas Japan commenta a caldo il messaggio papale inviato ieri ai vescovi del Giappone. Le tappe del viaggio del card. Filoni, che toccherà anche Fukushima. Rimane ancora “irrisolta” la questione del rapporto con il Cammino neocatecumenale.


    VATICANO-GIAPPONE
    Papa ai vescovi giapponesi: Siate sale e luce della società, anche andando contro-corrente



    In occasione della visita pastorale del card. Fernando Filoni, Prefetto di Propaganda Fide, nel Paese del Sol levante, papa Francesco spinge i vescovi e la Chiesa giapponese a rinnovare il loro impegno missionario nella società, segnata da suicidi, divorzi, formalismo religioso, povertà materiale e spirituale. La richiesta di collaborare coi movimenti ecclesiali, forse in memoria delle polemiche passate con il Cammino neocatecumenale.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®