25 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 19/04/2017, 09.10

    EGITTO

    Sinai: commando Isis uccide poliziotto nei pressi del monastero di santa Caterina



    Uomini armati hanno attaccato un punto di controllo a poche centinaia di metri dal luogo di culto. Si tratta di uno dei più importanti edifici cristiani dell’Egitto. Il bilancio è di un agente ucciso e altri quattro feriti. Fermato un uomo sospettato di coinvolgimento negli attentati alle chiese della domenica delle Palme. 

     

    Il Cairo (AsiaNews/Agenzie) - Uomini armati hanno attaccato ieri un punto di controllo delle forze di sicurezza egiziane nei pressi del monastero di santa Caterina, nella zona del Sinai meridionale, uccidendo almeno un poliziotto e ferendone altri quattro. È quanto riferisce il ministero della Sanità del Cairo, che conferma il nuovo attacco nei pressi di un luogo di culto cristiano, a una decina di giorni dagli attentati del del 9 aprile alla chiesa di Tanta e ad Alessandria. Negli attacchi che hanno colpito la comunità copta, rivendicati dalle milizie dello Stato islamico (SI), sono morte 45 persone, oltre un centinaio i feriti.

    Le milizie jihadiste dello SI hanno rivendicato anche quest’ultimo attacco, che ha coinvolto un checkpoint a circa 800 metri di distanza dall’ingresso del monastero. Si tratta di uno dei luoghi sacri più importanti per il cristianesimo in Egitto. Un episodio che giunge a soli 10 giorni di distanza dalla visita di papa Francesco in Egitto.

    Il monastero di santa Caterina, fondato nel sesto secolo e situato ai piedi del monte Sinai, è uno dei luoghi di culto cristiani più antichi al mondo e patrimonio Unesco, uno dei più frequentati dal turismo religioso. Esso è parte della Chiesa ortodossa orientale. L’attacco conferma una volta di più l’escalation di violenze in Egitto contro la minoranza cristiana, circa il 10% del totale, nonostante i tentativi del presidente Abdel Fattah al-Sisi (un ex generale dell’esercito) di garantire la sicurezza nel Paese. 

    Fonti locali della sicurezza riferiscono che l’allerta è massima attorno a tutti i più importanti siti religiosi e turistici del Paese, in particolare nei resort che si affacciano sul mar Rosso, per il rischio di nuove violenze. 

    Sempre ieri la polizia ha fermato un uomo, perché sospettato di coinvolgimento nell’attacco alle chiese nella domenica delle Palme. L’uomo si chiama Ali Mahmoud Mohamed Hassan ed è una delle 19 persone identificate dagli investigatori perché avrebbero partecipato - a vario titolo - agli attentati. Egli è stato individuato e fermato nella provincia meridionale di Qena, la stessa area di provenienza dei due kamikaze che si sono fatti esplodere a Tanta ed Alessandria.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    14/04/2017 12:58:00 EGITTO
    Egitto, portavoce Chiesa cattolica: per Pasqua cerimonie affollate, malgrado preoccupazione

    P. Rafic Greiche descrive una situazione di “calma” nel Paese. I cristiani “non si fanno intimidire” e affollano le cerimonie. Cancellati gli incontri ufficiali e le feste in memorie delle vittime, restano i riti liturgici. Appello ai cristiani d’Occidente: “Venite in Egitto come pellegrini e turisti”. Identificato l’attentatore che ha colpito a Tanta. Al-Sisi rilancia la lotta al terrorismo.

     



    13/04/2017 08:50:00 EGITTO
    Egitto, identificato il kamikaze che ha colpito la chiesa di Alessandria

    Il ministero degli Interni ha svelato il nome dell’attentatore, scoperto grazie al Dna. Si tratta di Mahmoud Hasan Moubarak Abdallah, già noto alle autorità e inserito in una lista di “sospetti in fuga”. Proseguono le indagini per identificare anche il kamikaze di Tanta. Chiesa copta ortodossa, cattolici e anglicani celebrano una Pasqua in tono minore in segno di cordoglio per le vittime. 

     



    10/04/2017 10:53:00 EGITTO - ISLAM
    Egitto, portavoce Chiesa cattolica: gli attentati gettano un’ombra su Pasqua e visita del Papa

    P. Rafic Greiche sottolinea che i terroristi “stanno rubando la gioia della festa”. A dispetto di un clima di paura, ieri le chiese del Paese erano gremite di fedeli. Il governo dichiara lo stato di emergenza. Necessario rafforzare il lavoro dell’intelligence. E aggiunge: Difficile sapere quando, ma “ci saranno altri attacchi”.



    09/04/2017 14:28:00 EGITTO-ISLAM
    Un secondo attacco terrorista nella chiesa di Alessandria dove celebrava Tawadros II

    Il patriarca copto ortodosso è illeso. Il bilancio temporaneo: 11 morti e 66 feriti. Si pensa ad un attacco suicida. Si raduna il Consiglio della difesa nazionale. Occorre revisione delle misure di sicurezza attorno alle chiese.



    10/04/2017 09:42:00 EGITTO - ISLAM
    Esplosioni delle chiese in Egitto, ciò che è realmente accaduto

    Il bilancio di 43 morti e 114 feriti nei due attacchi. A Tanta i fedeli vogliono seppellire i morti nella cripta della chiesa. Daesh rivendica gli attentati. I Fratelli Musulmani sono complici. Il presidente Al-Sissi proclama tre mesi di stato di emergenza





    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Sequestrato mons. Pietro Shao Zhumin, vescovo (sotterraneo) di Wenzhou

    Bernardo Cervellera

    La pubblica sicurezza non comunica il luogo in cui è stato portato. Ma hanno permesso ai fedeli di consegnare alcuni vestiti per il loro pastore. Il vescovo non potrà celebrare Pasqua coi suoi fedeli. Pressioni sul prelato per farlo aderire all’Associazione patriottica. Un destino simile a quello di mons. Guo Xijin. Pressioni anche sulla Santa Sede.


    CINA-VATICANO
    Scomparso da 4 giorni mons. Guo Xijin, vescovo sotterraneo di Mindong

    Wang Zhicheng

    È stato sequestrato dopo una visita all’Ufficio affari religiosi di Fuan. La Pubblica sicurezza lo ha portato in un luogo sconosciuto per farlo “studiare e imparare”. I fedeli pensano che essi vogliano costringerlo a iscriversi all’Associazione patriottica. Al suo rifiuto, è forse possibile che gli proibiscano di ritornare in diocesi. Demolita una chiesa cattolica a Fuan.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®