03/02/2015, 00.00
SRI LANKA
Invia ad un amico

Sri Lanka, il neo-presidente: Eletto grazie al sostegno di tutte le etnie

di Melani Manel Perera
Maithripala Sirisena tiene la sua prima intervista televisiva e parla del nuovo corso che prenderà il Paese. Si presenta come una "persona comune" e chiede di non essere chiamato con titoli onorifici. Dismessi una serie di benefici propri della sua figura. Fondamentale per la vittoria il voto di tutta la popolazione.

Colombo (AsiaNews) - Una vittoria che "è stata possibile grazie ai voti di tutte le etnie che compongono il popolo dello Sri Lanka, che hanno scelto una proposta politica basata su buon governo, democrazia e società morale". Questo ha detto il neo-presidente del Paese Maithripala Sirisena nella sua prima intervista televisiva, tenuta il 31 gennaio scorso sul canale nazionale Rupavahini.

Per il capo di Stato, l'intervista è stata un'altra occasione per sottolineare - con la sua elezione - l'inizio di "un nuovo corso" per il Paese, prendendo le distanze dal precedente governo di Mahinda Rajapaksa.

Sirisena si presenta come una "persona comune". "Non voglio stare - ha detto - al di sopra della popolazione del Paese. Da questo momento, i titoli onorifici Athi Garu [Sua eccellenza] o Uthumanan (Sua altezza), usati in passato per rivolgersi al presidente, non dovranno più essere adoperati. Anche il termine Aryawa, per indicare la First Lady, non andrà più usato. Io e mia moglie saremo semplicemente il sig. e la sig.ra Maithripala Sirisena".

Allo stesso modo, tutta una serie di benefici di cui finora il presidente ha goduto, saranno aboliti. Tra questi, i numerosi palazzi presidenziali sparsi per il Paese: solo quello di Colombo, la capitale, verrà mantenuto, ma solo per le funzioni ufficiali. Gli altri verranno riconvertiti in opere pubbliche. Il presidente e i suoi familiari non sfrutteranno più gli elicotteri come mezzo di trasporto, ad esclusione delle cerimonie più importanti.

A chi lo ha accusato di aver vinto senza il sostegno della maggioranza buddista, il presidente Sirisena ha risposto che si tratta di "una falsità. Nonostante alcuni episodi di criminalità e l'uso del potere militare da parte dell'attuale opposizione, le persone hanno votato dando fiducia al nostro manifesto elettorale. Monaci buddisti e sacerdoti cattolici hanno pregato per la mia vittoria, benedicendo me e la mia proposta. Le persone hanno scelto me, non ho fatto nulla da solo".

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Sri Lanka, per la prima volta i tamil ricordano le vittime della guerra civile
20/05/2015
Papa in Sri Lanka: Una visita per riconciliare le discordie
13/01/2015
Attivista cristiano: Lo Sri Lanka è pronto alle elezioni della svolta
13/08/2015
Rajapaksa trionfa alle amministrative. Campanello d’allarme per il governo
13/02/2018 14:49
Jaffna, madre tamil piange la figlia rapita avrebbe compiuto 25 anni
01/06/2017 12:45