2 Settembre 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato

invia ad un amico visualizza per la stampa


» 19/12/2013
SRI LANKA
Sri Lanka, il più antico mensile cattolico lancia l'edizione inglese e online
di Melani Manel Perera
Il Bakthi Prabodhanaya viene pubblicato dai missionari Oblati di Maria Immacolata dal 1899. Scuole internazionali e tamil chiedevano da tempo la versione inglese. Ogni mese si vendono 12mila copie. I temi spaziano dalla dottrina sociale della Chiesa, alla famiglia, all'etica.

Negombo (AsiaNews) - I missionari Oblati di Maria Immacolata lanciano la prima edizione in inglese - cartacea e online - del Bakthi Prabodhanaya, la più antica rivista dello Sri Lanka. Pubblicato per la prima volta nel gennaio 1899, il mensile cattolico è uscito con regolarità per 114 anni. La presentazione del nuovo progetto è avvenuta il 16 dicembre scorso a Negombo, nella parrocchia di san Pietro. "È una grande vittoria - afferma ad AsiaNews p. Dilan Perera, direttore della rivista - ottenuta grazie alle benedizioni di Dio".

L'evento di presentazione è iniziato con una messa di ringraziamento, presieduta da p. Lal Pushpadeva omi - direttore della Casa san Vincenzo a Maggona - insieme ad altri sacerdoti. Al termine della liturgia, p. Dilan ha offerto una copia del primo numero in inglese del Bakhti Prabodhanaya a p. Rohan Silva, superiore provinciale degli Oblati di Maria Immacolata.

"La nuova edizione non sarà una semplice traduzione dal singalese - spiega ad AsiaNews p. Dilan - ma avrà contenuti originali. Da tempo scuole internazionali e governative ci richiedevano una versione in lingua inglese della rivista, per leggere contenuti spirituali. Inoltre, d'ora in avanti potremo raggiungere anche i lettori in lingua tamil che non parlano il singalese". In Sri Lanka il tamil è lingua ufficiale - al pari del singalese - dal 1987, ma l'inglese è usato come lingua-ponte.

Il primo numero del Bakthi  Prabodhanaya è uscito nel gennaio 1899, stampato dalla Casa san Vincenzo di Maggona. All'epoca ogni copia era di otto pagine, e l'abbonamento annuale costava una rupia. Il mensile veniva pubblicato insieme al più antico quotidiano cattolico singalese, il Ganartha Pradeepaya. Oggi la rivista vende circa 12mila copie al mese. I temi più trattati riguardano la famiglia, la dottrina sociale della Chiesa, l'etica e i bambini.

 

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
12/08/2015 SRI LANKA
Elezioni in Sri Lanka: La dottrina sociale della Chiesa guidi il voto dei cristiani
di Melani Manel Perera
24/11/2011 SRI LANKA
Colombo ricorda la nascita del card. Cardijn, promotore della missione nel mondo operaio
di Melani Manel Perera
26/05/2011 SRI LANKA
La “Mater et Magistra” compie 50 anni, ma la dottrina sociale della Chiesa è dimenticata
di Melani Manel Perera
13/04/2011 SRI LANKA
Sri Lanka: un popolo in ginocchio invita la Chiesa ad attuare vere riforme sociali
di Melani Manel Perera
10/02/2014 SRI LANKA
Sri Lanka, l'impegno dei cristiani: Custodire la natura per salvare le minoranze
di Melani Manel Perera

In evidenza
INDIA
Card. Toppo: Imparare dai tribali dell’India ad avere cura della terra e dei suoi abitanti
di Nirmala CarvalhoL’arcivescovo di Ranchi parla ad AsiaNews in occasione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato (1 settembre). Nel Paese “più di un milione di tribali è cattolico, e nella nostra cultura noi rispettiamo la natura e ne celebriamo i doni”. Oggi “per essere veri testimoni di Cristo dobbiamo rispondere alla crisi ecologica attraverso una profonda conversione spirituale”.
VATICANO-IRAQ
P. Samir di Amadiya: Il Papa è la voce dei profughi irakeni
di Bernardo CervelleraIl sacerdote caldeo ha incontrato papa Francesco chiedendogli di tenere alta l’attenzione del mondo sui profughi cristiani di Mosul e della Piana di Ninive. Nella sua diocesi vivono 3500 famiglie cristiane e quasi mezzo milione di yazidi fuggiti davanti alle violenze dello Stato islamico. L’Isis non è tutto l’islam e vi sono musulmani che vogliono un Iraq della convivenza. I cristiani potrebbero emigrare, ma rimangono nella loro terra. I progetti di aiuto ai rifugiati: la scuola per i bambini, lavoro per gli adulti, una casa per ogni famiglia. L’appello di AsiaNews.
LIBANO
La Dichiarazione di Beirut: i musulmani in difesa della libertà dei cristianiLibertà di fede, di educazione e di opinione difese citando il Corano. Esse sono alla base dello Stato di diritto, che non deve essere uno Stato religioso. L’organo di riferimento dei sunniti del Libano condanna senza appello la violenza in nome di Dio. Il testo integrale del messaggio.

Dossier

Terra Santa Banner


Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate