01/10/2018, 08.52
INDONESIA
Invia ad un amico

Sulawesi, 832 i morti nel sisma. Jakarta chiede aiuto e annuncia sepolture di massa

di Mathias Hariyadi

Il bilancio delle vittime è destinato a salire: se ne temono migliaia. Le squadre di soccorso corrono contro il tempo e la mancanza di attrezzature o macchinari pesanti. Il presidente Widodo: “Prioritario salvare i dispersi”. Gli sfollati sono oltre 17mila. Essi hanno trovato accoglienza in almeno 24 centri allestiti in basi militari, chiese, scuole e altri spazi aperti.

Jakarta (AsiaNews) – Il governo indonesiano chiede l’aiuto internazionale per far fronte all’emergenza causata da una serie di devastanti terremoti ed uno tsunami sull’isola di Sulawesi, in cui sono rimaste uccise almeno 832 persone: 11 a Donggala e 821 a Palu, capoluogo della provincia di Central Sulawesi. Le autorità affermano che il bilancio delle vittime è destinato a salire e annunciano sepolture di massa, nel disperato tentativo di evitare la diffusione di malattie.

Un primo sisma, di magnitudo 7.4 con epicentro a 27km di distanza dalla città e ad una profondità di 10km, ha colpito Donggala alle 18.02 della sera di tre giorni fa. Alcuni minuti dopo, un altro terremoto di magnitudo 5.9 ha colpito Palu. Le due scosse hanno causato onde alte fino a 3 metri che tra le 18.22 e le 18.36 hanno devastato Talise Beach ed il litorale di Donggala.

Le squadre di soccorso lottano contro il tempo e la mancanza di attrezzature o macchinari pesanti per salvare quanti sono ancora intrappolati tra le macerie.  Si teme siano 60 le persone bloccate sotto il solo Roa Roa Hotel di Palu, decine quelle investite dal crollo di diversi alberghi ed un centro commerciale, centinaia le vittime delle frane che hanno colpito i villaggi circostanti. Il governo indonesiano conferma che 1.200 detenuti sono fuggiti da tre centri di detenzione, due a Palu e uno a Donggala. In quest’ultima, un incendio ha spinto alla fuga tutti i 343 prigionieri.

Il presidente indonesiano Joko “Jokowi” Widodo ha raggiunto le località del disastro insieme ai vertici militari e a diversi ministri di governo. Widodo dichiara che la priorità è salvare i dispersi. “L’evacuazione non è terminata – afferma – Vi sono molti luoghi dove essa non è stata possibile a causa della mancanza di apparecchiature, ma queste stanno arrivando. Da Jakarta giungeranno anche diversi aeroplani carichi di cibo”.

Al momento, gli sfollati sono oltre 17mila. Essi hanno trovato accoglienza in almeno 24 centri allestiti in basi militari, chiese, scuole e altri spazi aperti. Poiché le comunicazioni sono interrotte, non è possibile ancora stabilire il numero delle persone evacuate a Donggala. Le autorità hanno tuttavia pubblicato un bollettino dettagliato su vittime e feriti accolti nelle strutture sanitarie locali:

Wirabuana Hospital di Palu: 10 morti, 184 feriti.

Masjid Raya Hospital: 50 morti.

Bhayangkara Hospital:  161 morti.

Pantoloan Indouk Hospital:  20 morti.

Kayumalue Pajeko Hospital: due morti.

RS Undata Mamboro Palu: 141 morti, 160 feriti.

Woodward Hospital: 28 feriti.

Budi Agung Hospital: 144 feriti.

Samaritan: 54 feriti.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Sulawesi, suore in missione umanitaria tra le vittime del sisma (Foto)
21/11/2018 14:22
Sulawesi, la devastazione non ferma i volontari cattolici (Foto)
19/10/2018 11:38
Sulawesi, 2mila vittime. Per i 5mila dispersi ancora tre giorni di ricerche
08/10/2018 08:59
Sulawesi, cattolici distribuiscono cibo e assistenza alle vittime del sisma (Foto-Video)
05/10/2018 11:13
Sulawesi, il soccorso dei cattolici. Il dono di papa Francesco (Video)
04/10/2018 11:41