29/09/2010, 00.00
THAILANDIA
Invia ad un amico

Thailandia, ribelli islamici travestiti da poliziotti sparano sulla folla: 5 morti e 3 feriti

L’attacco è avvenuto ieri sera in un villaggio della provincia di Pattani a maggioranza musulmana. Tra i morti anche due bambini.

Bangkok (AsiaNews/Agenzie) – Un gruppo di ribelli islamici ha innescato ieri sera una sparatoria in un villaggio della provincia di Pattani, uccidendo cinque persone tra cui due bambini.

Secondo la ricostruzione della polizia, i militanti si sono presentati nel mercato del villaggio vestiti da poliziotti  e hanno iniziato a sparare sulla gente senza distinguere tra musulmani e buddisti.

Nell’attacco costato cinque morti, sono rimaste ferite anche tre persone che al momento versano in condizioni critiche. Tra essi una bambina di 10 anni.

Prima di dileguarsi gli attentatori hanno incendiato alcuni veicoli.

In Thailandia, circa l’85% della popolazione è buddista. Le province meridionali di Narathiwat, Yala e Pattani sono invece a netta maggioranza musulmana e un tempo erano un sultanato autonomo malaysiano. Le attuali tensioni sono iniziate nel 2004 a causa di una rivolta separatista nelle regioni a maggioranza islamica. In sei anni più di 4300 persone sono rimaste uccise in attacchi e omicidi sommari. Nella lunga serie di morti, l’obiettivo più frequente degli islamici sono gli insegnanti. I musulmani vedono nella scuola statale un tentativo di imporre la cultura buddista e dal 2008 sono stati uccisi 153 docenti.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Sud Thailandia, è alto il rischio di guerra civile
21/02/2007
Radicali buddisti thai: Distruggere i quadri di Buddha in versione supereroe
14/09/2019 09:00
Il Natale in Thailandia, occasione di dialogo interreligioso nelle scuole
22/12/2008
Medio Oriente, timori per una nuova ondata di proteste per le vignette francesi su Maometto
20/09/2012
Cristiana egiziana: Dopo gli attacchi alle chiese, viviamo nel terrore
23/08/2013