31 Maggio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 04/02/2011, 00.00

    MYANMAR

    Thein Sein è il nuovo presidente del Myanmar



    Il Parlamento birmano ha eletto l’ex premier della giunta militare con 408 voti. Thiha Thura Tin Aung Myint Oo (171 voti) e Sai Mauk Kham (75 voti) ricopriranno la carica di vice-presidenti. Anche se non ha sciolto il riserbo sul ruolo da ricoprire, il potere resta saldo nelle mani del generalissimo Than Shwe.
    Yangon (AsiaNews/Agenzie) – Il Parlamento birmano (Pyidaungsu Hluttaw) ha eletto il nuovo presidente del Myanmar: è il 65enne Thein Sein, ad oggi Primo ministro del regime militare che ha governato il Paese, e volto “accettabile” della dittatura nelle varie assise internazionali. Egli ha ottenuto l’incarico grazie ai 408 voti dei deputati, superando con un ampio margine Thiha Thura Tin Aung Myint Oo (171 voti) e Sai Mauk Kham (75 voti) che ricopriranno la carica di vice-presidenti. Tuttavia, dietro la nuova leadership alla guida del Myanmar resta la figura del generalissimo Than Shwe, il vero padrone del Paese che attraverso elezioni “farsa” si è dotato di Camere dominate dalla presenza di militari o ex ufficiali che hanno dimesso la divisa.
     
    Il neo presidente (ottavo nella storia del Paese) e i due vice-presidenti sono espressione del partito di governo Union Solidarity and Development Party (USDP), sostenuto dal regime militare. Thein Sein, generale in pensione, ha conquistato la poltrona più ambita in Myanmar, nonostante le voci di una grave malattia che lo avrebbe colpito e il proclamato desiderio di non ricoprire in futuro incarichi di vertice.
     
    Nell’ottobre 2007, all’indomani della Rivoluzione zafferano – guidata dai monaci birmani e repressa nel sangue dai militari – Thein Sein ha sostituito nel ruolo di Primo ministro Soe Win, gravemente malato. Alla morte del predecessore, egli ha ottenuto l’incarico ufficiale diventando famoso con il soprannome di “Mr Pulito”, perché esente da scandali di corruzione che hanno coinvolto diversi politici birmani. Il presidente è anche considerato – all’interno della comunità internazionale – la faccia “accettabile” del regime militare.
     
    Ad oggi non è ancora chiaro quale incarico ricoprirà il generalissimo Than Shwe, leader della giunta militare. Da dietro le quinte oppure attraverso un ruolo pubblico, resta comunque lui il vero padrone del Myanmar.  
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    01/02/2016 08:58:00 MYANMAR
    Myanmar: al via il nuovo Parlamento, primo passo verso la democrazia

    Oggi i deputati eletti nella Lega democratica di Aung San Suu Kyi entrano nella Camera bassa e alta. A fine marzo essi dovranno eleggere il nuovo presidente del Paese. “Questo è un giorno di cui andare fieri nella storia politica del Myanmar”. Inizia la transizione dalla dittatura politica alla democrazia.



    01/10/2011 MYANMAR
    Pace e amnistia: continua il dialogo fra Aung San Suu Kyi e governo birmano
    Terzo incontro fra la leader dell’opposizione e il ministro del Lavoro Aung Kyi. Colloqui giudicati “soddisfacenti”, in cui si è parlato anche di tutela dell’Irrawaddy e stabilità nazionale. Esperti di politica birmana giudicano “positivi” i recenti sviluppi nella politica birmana, che si sarebbe liberata dell’influenza del generalissimo Than Shwe.

    09/11/2011 MYANMAR
    Nld: voto storico, per la registrazione del partito di opposizione birmano
    Il 18 novembre a Yangon si riuniranno i 106 membri del Comitato esecutivo centrale. In discussione, l’ipotesi di rientrare nel quadro politico nazionale. Il partito guidato da Aung San Suu Kyi non ha partecipato alle elezioni del 2010 e non ha rappresentanti in Parlamento. Pareri contrastanti fra i birmani.

    28/01/2011 MYANMAR
    La Corte suprema birmana respinge l’appello: la Nld è un partito illegale
    Il dibattimento in aula è durato pochi minuti, poi il verdetto. Legale Nld: resta l’appello finale al Capo della giustizia, ma restano i dubbi attorno al partito di Aung San Suu Kyi. Politico birmano in esilio: commissione indipendente internazionale per indagare i crimini di guerra e i crimini contro l’umanità.

    09/06/2009 MYANMAR
    Aung San Suu Kuy verrà condannata ai domiciliari
    Fonti vicine alla giunta militare riferiscono che la leader dell’opposizione sarà confinata in una base militare della periferia di Yangon. La “Signora” è ancora sotto processo per l’ingresso del cittadino americano nella sua abitazione. Dissidenti birmani fanno circolare mail in cui la Nobel ringrazia il regime militare “per aver riportato il caso all’attenzione dei media internazionali”.



    In evidenza

    IRAQ
    Patriarca di Baghdad: cristiani e musulmani in preghiera per la pace, fra Mese di Maggio e Ramadan

    Joseph Mahmoud

    Il 30 maggio la chiesa della Regina del Rosario a Baghdad ospiterà una preghiera interreligiosa contro le violenze e il terrorismo. A lanciare l’iniziativa il patriarca caldeo: non le opzioni militari, ma la preghiera contro conflitti che colpiscono “la popolazione innocente”. Un invito anche ai musulmani a riflettere per formare una nuova mentalità, una nuova cultura.

     


    EGITTO-ISLAM-VATICANO
    Papa Francesco e il Grande imam di Al Azhar, il detto e il “non detto”

    Samir Khalil Samir

    Vi sono molti aspetti positivi nell’incontro fra il pontefice e la suprema autorità sunnita, insieme a qualche silenzio. Per Al Tayyib l’islam non ha niente a che fare con il terrorismo. Ma l’Isis usa la bandiera nera di Maometto, la spada del profeta, le frasi del Corano. I terroristi prendono le loro affermazioni sanguinarie da molti imam. E’ urgente un nuovo rinascimento dell’islam, rileggendo la tradizione nella modernità: un lavoro interrotto dal fondamentalismo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®