08/09/2021, 08.50
GIAPPONE
Invia ad un amico

Tokyo, Covid-19: ordinate 150 milioni di dosi di Novavax

I vaccini saranno distribuiti a partire dal 2022. La risposta alla pandemia e le disparità di reddito centrali per l'ex minstro degli Esteri Fumio Kishida, ufficialmente candidato alla corsa per la guida del Partito liberaldemocratico. Entro oggi dovrebbe annunciare la candidatura anche l’ex ministra degli Interni Sanae Takaichi.

Tokyo (AsiaNews/Agenzie) - Il Giappone ha acquistato 150 milioni di dosi del vaccino Usa Novavax che saranno distribuite dall’inizio del 2022. Lo ha comunicato ieri il ministro della Salute giapponese, aggiungendo che la casa farmaceutica Takeda si occuperà della produzione del vaccino nel Paese una volta ottenuta l’approvazione da parte dello stesso ministero.

Ieri sono state registrate 10.634 nuove infezioni da Covid-19 e 62 decessi. Grazie all’estensione dello stato di emergenza a diverse prefetture da fine agosto, quando il Giappone aveva riportato quasi 25mila nuovi casi in un giorno, i contagi hanno cominciato a scendere.

La pandemia da Covid-19 ha inoltre aggravato le disparità di reddito, secondo l’ex ministro degli Esteri Fumio Kishida, che ha annunciato la propria candidatura per le elezioni interne al Partito liberaldemocratico, che il 29 settembre designeranno il successore del primo ministro Yoshihide Suga.

Alla corsa dovrebbero unirsi il ministro delle Riforme amministrative Taro Kono, che è dato favorito dai sondaggi, e l’ex ministra degli Interni Sanae Takaichi.

Presentando le proprie proposte economiche, Kishida ha spiegato che il neo-liberismo e la deregolamentazione, favoriti dalle riforme dei primi anni 2000, hanno ampliato il divario tra ricchi e poveri in Giappone. “Senza distribuzione della ricchezza, non ci sarà un aumento dei consumi e della domanda, non ci sarà un'ulteriore crescita”, ha dichiarato. L’ex ministro ha inoltre ribadito la necessità di un pacchetto di stimolo economico di “decine di trilioni di yen” per contrastare gli effetti della pandemia. 

Secondo i media locali, Takaichi gode del sostegno dell’ex primo ministro Shinzo Abe. Se fosse eletta sarebbe la prima donna nella storia del Giappone a ricoprire il ruolo di primo ministro. Proveniente dall’ala più conservatrice del partito, al momento i sondaggi la collocano piuttosto in basso. Takaichi ha dichiarato che vuole lavorare su questioni lasciate irrisolte dalle precedenti amministrazioni, come il raggiungimento del 2% di inflazione e l'introduzione di una legislazione “che impedisca la fuga di informazioni sensibili verso la Cina”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Tokyo: Kono si candida alla premiership. Indagine Aiea su acque Fukushima
10/09/2021 08:46
Scandali e calo della popolarità, si dimette il premier Abe
12/09/2007
Tokyo, partito al governo sceglie il nuovo leader: sostituirà il premier Suga
17/09/2021 08:48
Vertice trilaterale Pechino – Tokyo – Seoul rimandato al prossimo anno
15/12/2016 10:56
Tokyo: Taro Kono in cima ai sondaggi come prossimo premier
06/09/2021 08:42