01/09/2016, 08.24
VATICANO

Un nuovo dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale

Quarta tappa della riforma della Curia voluta da papa Francesco. Dal 1° gennaio confluiranno nel nuovo dicastero i Pontifici consigli di Giustizia e pace, Cor Unum, Pastorale per i migranti e gli itineranti, Pastorale per gli operatori sanitari. La sezione su migranti ed itineranti è “ad tempus” sotto la diretta direzione del papa. Il Prefetto sarà il card. Turkson.

Città del Vaticano (AsiaNews) – Nel piano di riforma della Curia, papa Francesco ha istituto un nuovo dicastero “per il servizio dello sviluppo umano integrale”. Ne dà notizia al Sala stampa della Santa Sede e l’Osservatore romano che pubblica la decisione del pontefice (Motu proprio).

Nel nuovo dicastero verranno a confluire i diversi Pontifici consigli che si occupano di tematiche legate allo sviluppo: Giustizia e pace, Cor Unum, Pastorale per i migranti e gli itineranti, Pastorale per gli operatori sanitari. Tutti questi dicasteri “cesseranno dalle loro funzioni e verranno soppressi” col 1° gennaio 2017.

Il Motu proprio spiega che lo sviluppo “si attua mediante la cura per i beni incommensurabili della giustizia, della pace e della salvaguardia del creato”. Esso sarà competente soprattutto “nelle questioni che riguardano le migrazioni, i bisognosi, gli ammalati e gli esclusi, gli emarginati e le vittime dei conflitti armati e delle catastrofi naturali, i carcerati, i disoccupati e le vittime di qualunque forma di schiavitù e di tortura”.

L’accorpamento dei diversi Consigli è frutto della sollecitazione del pontefice perché gli organismi “possano meglio venire incontro alle esigenze degli uomini e delle donne che essi sono chiamati a servire”.

Una sezione del nuovo dicastero che esprime in maniera speciale la sollecitudine del papa è quella per i profughi ed i migranti. Le migrazioni sono divenute un elemento mondiale, che influenza il futuro della convivenza sul pianeta. Il papa ha posta questa sezione sotto la sua diretta direzione “ad tempus” (per ora).

Il Prefetto del nuovo dicastero sarà il card. Peter Kodwo Appiah Turkson, attuale Presidente del Pontificio consiglio di giustizia e pace.

Con il dicastero varato ieri, la riforma curiale di papa Francesco giunge alla sua quarta tappa, dopo la costituzione delle Segreterie per l' economia e per la comunicazione e dopo l' accorpamento dei Consigli per i laici e la famiglia.

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. Gracias: Con umiltà servirò il papa per la riforma della Curia
15/04/2013
Papa: vivere una "attenzione concreta" per chi è malato, per chi chiede aiuto
08/01/2013
Papa: Chiediamo a Dio tante guarigioni, ma soprattutto una fede sempre più salda
01/07/2012
Papa: la Curia romana sia trasparente, collegiale e strumento di evangelizzazione e dialogo
12/02/2015
Papa: La Chiesa deve gestire i propri beni con "trasparenza" e "efficienza"
02/05/2014