28 Giugno 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 24/04/2017, 15.25

    INDIA

    Uttar Pradesh: vescovi al nuovo chief minister, difendere i cristiani perseguitati

    Nirmala Carvalho

    L’incontro con Yogi Adityanath è avvenuto il 21 aprile. I rappresentanti della Chiesa locale gli hanno espresso i migliori auguri per il nuovo incarico. Hanno anche chiesto che egli garantisca la sicurezza e l’incolumità della minoranza cristiana e dei suoi luoghi di culto.

    Lucknow (AsiaNews) – Sette vescovi cattolici dell’Uttar Pradesh hanno incontrato il neo-eletto chief minister dello Stato indiano, Yogi Adityanath, e gli hanno espresso i migliori auguri per il nuovo incarico. Durante il colloquio, avvenuto il 21 aprile e durato circa 15 minuti, i rappresentanti della Chiesa locale hanno assicurato al guru indù il ricordo nelle proprie preghiere, ma anche affrontato il tema della sicurezza della minoranza cristiana. L’incontro assume ancora più rilevanza dal momento che Yogi Adityanath è un santone famoso per le sue posizioni radicali – tra cui feroci critiche a Madre Teresa di Calcutta e all’opera dei cristiani in India – e per il fatto che uno degli ultimi episodi di intolleranza verso i cristiani è avvenuto nello Stato da lui governato.

    Mons. Gerald John Mathias, vescovo di Lucknow, afferma ad AsiaNews: “Gli abbiamo assicurato le nostre preghiere per il successo del suo operato come capo del governo del più grande Stato indiano. Abbiamo manifestato alcune preoccupazioni, chiedendo che sia garantita la sicurezza e l’incolumità alla [nostra] minoranza, in particolare ai luoghi di culto. Abbiamo anche chiesto all’illustre chief minister di investigare sulle persone che assumono la legge nelle proprie mani”.

    Il riferimento è all’episodio avvenuto il 7 aprile scorso, quando i radicali dell’Hindu Yuva Vahini, brigata nazionalista giovanile creata nel 2002 proprio da Yogi Adityanath, hanno fatto irruzione in una chiesa di Dadhauli, nel distretto di Maharajganj, e hanno interrotto la funzione religiosa. In chiesa in quel momento erano presenti circa 150 fedeli, tra cui 10 turisti americani. Tutti i cristiani, compreso il pastore Yuhanna Adam, sono stati arrestati dalla polizia con l’accusa di conversioni forzate al cristianesimo.

    Mons. Mathias riferisce che durante il colloquio il “chief minister ci ha assicurato che non permetterà alle persone di porsi al di sopra della legge. Poi ha espresso apprezzamento per la nostra opera al servizio dei poveri e dei bisognosi, soprattutto nel campo dell’educazione. Infine ci ha invitato a continuare a praticare la nostra fede senza timore”. Il vescovo riporta inoltre che Yogi Adityanath “è contro le conversioni, ma ci ha detto di continuare a parlare di Prabhu Yesu (il Signore Gesù), di avere rispetto per le altre fedi e di vivere in armonia con tutti”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/03/2017 08:53:00 INDIA
    Dopo le elezioni regionali, i nazionalisti indù dominano in India

    In Uttar Pradesh il nuovo chief minister è Yogi Adityanath, un guru radicale accusato di numerosi crimini. Il premier Narendra Modi ha attirato le simpatie della popolazione nonostante il bando delle rupie. Il Congress Party, di solito sostenuto da minoranze e dalit cui distribuiva posti di potere, ha fallito nel guadagnare consensi.



    30/03/2017 12:30:00 INDIA
    Uttar Pradesh, chiusi i mattatoi per proteggere le vacche: a rischio poveri, musulmani e cristiani

    La chiusura dei macelli illegali è una delle promesse elettorali del nuovo chief minister Yogi Adityanath. I commercianti lamentano però che le autorità hanno messo i sigilli anche a quelli in regola. La vacca è considerata sacra dalla religione indù, ma rappresenta la maggiore fonte di sostentamento delle minoranze. L’industria fattura ogni anno 3,7 miliardi di euro a livello nazionale; il settore impiega nello Stato dell’Uttar Pradesh circa 2,5 milioni di persone.



    02/05/2017 13:34:00 INDIA
    Assam, “protettori delle vacche” linciano due musulmani. Attivista: odio verso l’islam

    I deceduti incolpati di voler rubare dei capi di bestiame. Due persone arrestate con l’accusa di omicidio. Gli episodi di intolleranza verso le minoranze sono aumentati con la salita al potere dei nazionalisti indù. Dal 2015 uccisi almeno 10 musulmani.



    26/09/2007 INDIA
    Nazionalisti indù: no alla visita degli inglesi, eredi dei colonizzatori
    Centinaia di manifestanti hanno ottenuto la cancellazione della visita, almeno in forma ufficiale, di un gruppo del Rgno Unito. Questi intendono rendere omaggio ai loro antenati morti durante la rivolta dell’Uttar Pradesh del 1857, da molti considerata il “primo seme dell’indipendenza indiana”.

    30/09/2015 INDIA
    India, ucciso a bastonate dalla folla: era "sospettato" di aver mangiato carne di mucca
    L’annuncio dato in un tempio indù locale. L’uomo era in casa con la famiglia e ora il figlio 22enne è in ospedale in condizioni critiche. Fondamentalisti dell'hindutva vogliono il bando della carne di manzo in tutto il Paese. La mucca è considerata sacra per l’induismo. Mons. Mascarenhas: “La vita umana è meno preziosa di quella degli animali? La maggioranza indù è tollerante. Faccio appello ad essa, affinchè condanni l’estremismo delle frange nazionaliste”.



    In evidenza

    VATICANO-CINA
    ‘Grave preoccupazione’ della Santa Sede per mons. Shao Zhumin, sequestrato dalla polizia da oltre un mese

    Bernardo Cervellera

    Il vescovo di Wenzhou (Zhejiang) sarebbe sottoposto a lavaggio di cervello per farlo aderire all’Associazione patriottica. Mons. Shao appartiene alla comunità sotterranea. È la prima volta in tre anni - da quando sono ripresi di dialoghi Cina-Santa Sede - che la Sala Stampa si esprime su un vescovo arrestato. Il dolore dei fedeli per il troppo silenzio. Per mons. Shao aveva parlato anche l’ambasciatore tedesco a Pechino, Michael Clauss. L’invito a pregare per mons. Shao e per “il cammino della Chiesa in Cina”.


    VATICANO
    Papa: le Chiese d’Oriente, vivaci malgrado persecuzioni e terrorismo



    Ricevendo i partecipanti all’assemblea della “Riunione delle Opere per l’Aiuto alle Chiese Orientali” Francesco raccomanda la formazione del clero. “Non dimentichiamo che in Oriente anche ai giorni nostri, i cristiani – non importa se cattolici, ortodossi o protestanti – versano il loro sangue come sigillo della loro testimonianza”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®