20 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 08/11/2004, 00.00

    vietnam

    Vescovo di Huê: "La nuova legge sulle religioni non dà libertà"



    Mons. Nguyên Nhu Thê: "Siamo sempre nell'ordine del 'chiedere e permettere'. Pregate per la nostra Chiesa". Un missionario espulso dal Vietnam: "Il governo vuole controllare anche il sentimento religioso".

    Huê (AsiaNews) - I nuovi ordinamenti sulla libertà religiosa varati dal governo di Hanoi non soddisfano i vescovi cattolici. Essi non danno libertà alla Chiesa e non permettono di organizzarne la vita. "Si resta sempre in un sistema di permessi e di concessione" che non prevede piena libertà religiosa. Lo afferma ad AsiaNews mons. Etienne Nguyên Nhu Thê, vescovo di Huê (Vietnam centrale), che ha chiesto ai cattolici di tutto il mondo di "pregare per la Chiesa in Vietnam".

    Secondo mons. Nguyên Nhu Thê, la legge sulle credenze e le religioni "non segna un'apertura sufficiente" per la piena libertà religiosa nel paese, perché "restiamo dentro un principio contrario alla libertà religiosa: quello di chiedere permesso e ottenere concessioni dal governo" in tema di libertà di credo e di culto.

    Per la legge, che entrerà in vigore il 15 novembre, "bisogna sempre domandare al governo la possibilità di fare ogni cosa: se il governo non dà il permesso, non si può fare niente". Di conseguenza "la Chiesa non può organizzarsi come dovrebbe". "Non abbiamo il diritto di organizzarci come vorremmo, bisogna sempre essere autorizzati in ogni scelta e decisione: per questo non c'è ancora piena libertà".

    Le critiche dell'arcivescovo di Huê sono condivise da tutto l'episcopato. Durante l'assemblea generale di fine settembre, la Conferenza episcopale vietnamita ha scritto una lettera all'Ufficio degli Affari religiosi del governo di Hanoi affermando che "la nuova legge sulla vita religiosa è ancora inscritta in un sistema di 'richiesta e concessione' in tema di libertà religiosa. Questa situazione non è ancora quella di una piena libertà, perché si è ancora sotto controllo".

    Mons. Nguyên Nhu Thê ha concluso l'intervista ad AsiaNews chiedendo ai cattolici di tutto il mondo di pregare "per i cattolici e la Chiesa in Vietnam".

    Altri vescovi, interpellati da AsiaNews, non hanno voluto rilasciare dichiarazioni, per timore di rappresaglie da parte del governo.

    La legge sulle credenze e le religioni "è ancor più restrittiva delle precedenti norme". Questo il giudizio di padre André Maïs, delle Missions Etrangères de Paris (MEP), per molti anni missionario in Vietnam, poi espulso dal governo di Hanoi per la sua attività evangelizzatrice.

    Secondo il missionario francese "la legge aumenta il controllo statale sulla libertà religiosa. Essa vuole controllare il sentimento religioso in quanto tale". Secondo p. Maïs, in Vietnam c'è dunque un restringimento liberticida verso le religioni e un netto peggioramento per la libertà religiosa: "Finora si voleva controllare la pratica pubblica dei vari culti. Ora si decide di determinare direttamente il sentimento religioso delle persone". (LF)
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/11/2004 vietnam
    Vietnam: nuova legge per soffocare la libertà religiosa


    20/12/2004 sri lanka
    Sri Lanka, chiesa cattolica incendiata a Colombo
    Sospetti su alcuni estremisti buddisti. Il parroco: "Possono distruggere l'edificio, ma non la nostra fede". I fedeli celebreranno comunque il Natale in una grotta vicino alla chiesa bruciata.

    19/10/2004 india
    Oltre 300 tribali riconvertiti con la forza all'induismo

    Mons. Bilung, vescovo in Orissa: "I cristiani sono ricattati e costretti ad abiurare la loro fede".



    22/10/2004 indonesia
    Ex presidente indonesiano si schiera a difesa di una chiesa cattolica
    Abdurrahman Wahid (Gus Dur), musulmano moderato: "Garantire libertà religiosa per i cattolici, altrimenti porterò il caso in tribunale". Negli ultimi 14 anni 500 attacchi contro chiese cristiane nel paese.

    30/03/2004 VIETNAM
    Sacerdote martire onorato da cristiani e non cristiani




    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®