17 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/12/2017, 12.01

    INDIA

    Vescovo di Sagar: un Natale ‘senza paura’ nelle strade ad annunciare Cristo (Foto)



    Nelle settimane precedenti vi sono state manifestazioni e arresti anti-cristiani. Il 23 dicembre una grande processione con 1000 fedeli di tutte le denominazioni cristiane. Un presepe artistico davanti alla cattedrale, visitato da 5mila persone di altre religioni. Il racconto delle celebrazioni nelle parole di mons. Anthony Chirayath. “Siamo molto contenti, abbiamo annunciato la nascita di Gesù Salvatore del mondo e Figlio di Dio”. 

    Sagar (AsiaNews) - Un Natale “sicuro, con celebrazioni più festose rispetto agli anni scorsi”. È quanto riporta ad AsiaNews mons. Anthony Chirayath, vescovo di Sagar in Madhya Pradesh. La sua diocesi si trova vicino a quella di Satna, dove nei giorni precedenti il Natale la polizia ha arrestato 32 seminaristi e due sacerdoti mentre si trovavano in un villaggio per esibirsi in canti natalizi. “In altre zone dell’India si sono verificati episodi di ostilità contro i cristiani in vista del Natale – afferma – quindi avevamo paura che potesse succedere anche da noi. Invece le celebrazioni si sono svolte con gioia, sotto lo sguardo attento dei poliziotti che ci hanno dato protezione. Siamo molto contenti, perchè abbiamo potuto annunciare la nascita di Gesù Cristo con grandi manifestazioni, e la popolazione non cristiana ci ha accolto con calore".

    Contro coloro che avrebbero voluto cerimonie silenziose, dichiara il vescovo, “a Sagar abbiamo deciso di dimostrare che non siamo impauriti. Per questo tutte le denominazioni cristiane si sono unite in una imponente processione, con carri, musica e danza”. L’obiettivo, ribadisce, era riaffermare in pubblico la presenza dei cristiani, lì dove “qualche settimana fa i radicali indù avevano manifestato con torce infuocate contro di noi minacciando di cacciarci”.

    Mons. Chirayath riferisce che il raduno si è tenuto il 23 dicembre e vi hanno partecipato “circa 1000 fedeli di tutte le denominazioni cristiane. Abbiamo sfilato per la città con diversi carri. Vi erano rappresentazioni viventi del presepe, con ragazzi e ragazze vestiti in modo da ricordare le scene della Natività, con i Re Magi e i pastori. La gente lungo la strada ci guardava incuriosita ed applaudiva”. “Senza paura abbiamo annunciato la nascita di Gesù, Salvatore del mondo e Figlio di Dio. E quest’anno lo abbiamo fatto in maniera anche più vigorosa rispetto al passato, in grande stile”, sottolinea.

    Il vescovo riferisce che nelle scorse settimane ha chiesto l’intervento del governo statale per assicurare la protezione durante le festività natalizie. Ringrazia gli agenti che “hanno scortato tutte le nostre iniziative garantendo l’incolumità della comunità cristiana. In nessuna parrocchia della diocesi ci sono stati incidenti, dove siamo soliti andare di casa in casa portando il Bambinello e intonando canti di Natale. Questa tradizione è viva in tutta la parte settentrionale dell’India, dove i giovani si vestono da Babbo Natale e distribuiscono caramelle”. 

    Inoltre la sicurezza delle celebrazioni ha reso possibile “l’allestimento di un grande presepe artistico di fronte la cattedrale di Sagar, dove tra il 24 e il 25 dicembre almeno 5mila persone, quasi tutti non cristiani, hanno fatto visita al presepe e sono entrati in chiesa, illuminata a festa. In tanti hanno fatto domande e i nostri volontari – sacerdoti, suore e laici – hanno spiegato loro il significato del presepe, del tabernacolo, del crocifisso, del luogo di culto in generale”. “Per noi è una grande soddisfazione – conclude – perché è stata un’occasione per proclamare il Vangelo di Gesù”.

    Presepe davanti alla cattedrale di Sagar
    Presepe davanti alla cattedrale di Sagar


    Presepe all'interno della cattedrale
    Presepe all'interno della cattedrale


    Canti di Natale dopo la messa di mezzanotte
    Canti di Natale dopo la messa di mezzanotte


    Pranzo di Natale per 750 poveri nell'arcivescovado
    Pranzo di Natale per 750 poveri nell'arcivescovado


    Carro di bui in processione
    Carro di bui in processione


    Processione per le vie di Sagar
    Processione per le vie di Sagar


    Babbo Natale in processione
    Babbo Natale in processione


    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/12/2017 12:34:00 INDIA
    India, il fondamentalismo indù contro il Natale

    Il pastore di una chiesa in Kerala malmenato per “conversione forzata” di una famiglia indù. I nazionalisti deridono anche membri del governo che partecipano a eventi di beneficenza. Liberati in Uttar Pradesh sette cristiani pentecostali, ma la loro vicenda giudiziaria è appena all’inizio.



    16/11/2017 13:19:00 INDIA
    Vescovo di Sagar: I radicali indù vogliono eliminarci. Aiutateci

    Mons. Anthony Chirayath denuncia il clima di ostilità contro i cristiani della diocesi. Gli estremisti sono appoggiati dal gruppo nazionalista Rashtriya Swayamsevak Sangh. “Vogliono radunare tutta la popolazione sotto la stessa bandiera indù”. Le accuse di conversioni forzate sono “fabbricate per creare paura e isolare i cristiani”. L’obiettivo è politico, in vista delle elezioni del 2018.



    15/12/2017 08:45:00 INDIA
    Madhya Pradesh, pericolosi canti di Natale: 30 seminaristi e due sacerdoti tenuti in ostaggio

    I cristiani fermati ieri a Satna. La loro auto è stata bruciata. Come ogni anno, volevano raggiungere un villaggio sperduto per eseguire dei canti natalizi.



    20/09/2017 10:34:00 INDIA
    Madhya Pradesh, chiuso un collegio cattolico. Vescovo di Sagar: Vogliono cacciare i cristiani

    L’ostello ospita da 20 anni gli studenti tribali poveri della zona. La Chiesa ha comprato la proprietà in maniera legale e i documenti sono in regola. Mons. Anthony Chirayath: “Falsa l’accusa di aver convertito 200 persone”. Mons. Cornelio: “I nazionalisti vogliono che i tribali tornino alla religione indù. Ma essi non sono mai stati induisti”.



    16/12/2017 09:25:00 INDIA
    La Chiesa indiana condanna l’attacco a seminaristi e sacerdoti in Madhya Pradesh

    A Satna i cattolici sono stati tenuti in ostaggio dai fondamentalisti indù. Mons. Mascarenhas: “L’accusa di conversione forzata contro di loro è vuota e ridicola”. “È tempo di andare oltre le parole e le promesse”. “Terroristi indù si travestono da polizia religiosa”.





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®