08/01/2014, 00.00
VIETNAM

Vinh: Natale di festa per la liberazione dei due fedeli, incarcerati per la libertà religiosa

Ngo Van Khoi e Nguyen Van Hai hanno lasciato la cella il 22 dicembre. La comunità cattolica li ha accolti e celebrato la loro liberazione. Un ringraziamento speciale a mons. Paul Nguyen Thai Hop che ha lottato contro l’ingiusta condanna. La gioia del vescovo per il loro rientro a casa e l’occasione speciale di festa.

Vinh (AsiaNews) - Durante le festività di Natale da poco concluse, i fedeli della diocesi di Vinh non hanno celebrato solo la nascita di Gesù; la comunità si è infatti radunata in massa attorno al suo vescovo, per accogliere i due membri della parrocchia di My Yen liberati dalle autorità dopo aver trascorso diversi mesi in carcere. Il loro arresto e la successiva condanna nei mesi corsi avevano scatenato la reazione dei cattolici, sostenuti in questa battaglia per la libertà religiosa dal loro vescovo mons. Paul Nguyen Thai Hop e dall'intera Conferenza episcopale vietnamita. Scontata la pena, poco prima di Natale Ngo Van Khoi e Nguyen Van Hai hanno potuto far ritorno a casa. Ad AsiaNews il prelato (nella foto con i due uomini) ha confermato l'atmosfera di "grande gioia e felicità" nella comunità, che ha potuto riabbracciare i due parrocchiani in questa occasione speciale di festa. 

Nei mesi scorsi il "caso di My Yen" aveva occupato a lungo le cronache locali e internazionali, nel corso di una battaglia che aveva visto contrapposti la comunità cattolica e le autorità vietnamite. Dopo sei mesi di carcere, il 22 dicembre scorso, i due uomini sono stati liberati e hanno potuto così celebrare le festività natalizie in famiglia. Il giorno stesso del loro rilascio, raccontano fonti locali di Eglise d'Asie (EdA), i loro vicini e molti amici giunti da diverse parti hanno manifestato loro simpatia e gioia per il ritorno a casa. 

Dal canto loro, i due ex detenuti hanno ringraziato per il sostegno e la lotta promossa dalla parrocchia, dalla diocesi e, in particolare, dal vescovo. "Non sappiamo esprimere l'emozione - hanno aggiunto Ngo Van Khoi e Nguyen Van Hai - che abbiamo avvertito, quando abbiamo saputo del sostegno alla nostra causa da parte del vescovo, dei sacerdoti, dai concittadini in patria come all'estero".

Il 24 dicembre, vigilia di Natale, mons. Paul ha voluto presiedere una messa di ringraziamento nella chiesa parrocchiale, alla quale hanno partecipato oltre 5mila persone. Al termine dell'eucaristia, i due si sono rivolti alla comunità esprimendo ancora una volta gratitudine e riconoscenza per l'impegno profuso per la loro liberazione e per denunciare le calunnie che hanno dovuto subire da parte delle autorità e dei media locali. 

Il 23 ottobre scorso i giudici della Corte di Vinh, capoluogo della provincia di Nghe An, hanno condannato il 53enne Ngo Van Khoi a sette mesi di prigione e Nguyen Van Hai, 43 anni, a sei mesi in cella. L'udienza è durata circa tre ore, durante un processo a porte chiuse di cui nemmeno la famiglia era stata avvertita. Il loro arresto - lo scorso 27 giugno, in seguito a un diverbio con poliziotti in borghese avvenuto un mese prima - aveva innescato una serie di proteste di piazza che hanno raggiunto il culmine a inizio settembre.

Le manifestazioni, represse con la forza dalla polizia, hanno innescato scontri di vario livello fra funzionari governativi ed esponenti della leadership cattolica, fra cui lo stesso vescovo di Vinh mons. Paul Nguyen Thai Hop.

In un comunicato i vertici della diocesi di Vinh hanno parlato di "verdetto ingiusto e ambiguo"; dopo mesi di carcere e (vane) promesse di rilascio, essi sono stati condannati per "disturbo dell'ordine pubblico" al termine di un processo lampo di poche ore. Di contro, per i media ufficiali le procedure adottate dalle autorità sono state "trasparenti" e l'opinione pubblica "ha approvato" l'esito del procedimento in aula. In realtà l'opinione pubblica - cattolici e non - ha sempre difeso i due fedeli, affermando a più riprese la loro innocenza rispetto ai fatti contestati. 

 

 

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
La diocesi di Vinh contro il verdetto di condanna dei due parrocchiani di My Yen
29/10/2013
Vinh, 7 mesi di carcere per i due cattolici protagonisti della lotta per la libertà religiosa
25/10/2013
Vescovo di Vinh: Evangelizzare, ecco la missione primaria della Chiesa vietnamita
19/02/2014
Vescovo di Kontum contro le autorità vietnamite: basta attacchi alla diocesi di Vinh
09/10/2013
Vinh: fra minacce e attacchi, 50mila cattolici pregano per la liberazione dei due parrocchiani
08/10/2013