19 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/04/2011, 00.00

    INDONESIA

    West Java, per la prima volta un kamikaze si fa esplodere dentro una moschea. 28 feriti

    Mathias Hariyadi

    L’esplosione è avvenuta poco prima dell’inizio della preghiera del venerdì all’interno della moschea di Taka situata nel quartier generale della polizia di Ciberon. Secondo le autorità l’attacco è stato pianificato da un gruppo estremista islamico indoensiano ed è una vendetta contro le recenti operazioni anti-terrorismo della polizia.
    Jakarta (AsiaNews) – Un kamikaze si è fatto esplodere oggi alla moschea di Taka situata nel quartier generale della polizia di Ciberon (West Java) città a circa 300 km da Jakarta. Il bilancio è di 28 feriti fra cui diversi poliziotti.  L’attentato suicida è il primo nella storia del Paese ed è avvenuto poco prima della consueta preghiera del venerdì, mentre i fedeli si stavano radunando all’interno dell’edificio. Secondo le autorità l’attacco è stato organizzato da un gruppo di terroristi islamici, per vendicarsi delle recenti operazioni di anti-terrorsimo portate avanti dalla polizia.

    Il generale Suparni Parto, ispettore capo di Java occidentale, spiega che la cintura esplosiva del kamikaze conteneva chiodi e altro materiale metallico e diverse schegge sono state trovate nei corpi dei feriti. Secondo il generale questo sistema è tipico degli estremisti islamici indonesiani.

    Secondo Wawan Purwanto, esperto di intelligence, l’attacco segna un cambio di rotta nel terrorismo islamico indonesiano e ha scioccato la popolazione. “L’esplosione – afferma – è avvenuta dentro una moschea proprio durante la preghiera”. L’esperto sottolinea che finora nessun gruppo estremista aveva mai attaccato una moschea durante la preghiera del venerdì.  Purwanto spiega che il cambio di rotta è già iniziato e ora i terroristi si scagliano contro gli stessi musulmani. “In precedenza – dice – gli obiettivi erano i simboli del potere occidentale. Ora invece tutti quelli che sono contro di loro, ad esempio la polizia, possono essere annientati”.

    In queste ore responsabili delle forze dell’ordine stanno valutando di aumentare lo stato di allerta nelle aree più sensibili del Paese, per prevenire nuovi attentati. 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    06/08/2010 FILIPPINE
    È cristiano il sospetto kamikaze dell’attentato all’aeroporto di Zamboanga
    L’esplosione, avvenuta ieri, ha provocato 2 morti e 24 feriti. L’uomo era una persona rispettata dalla comunità cristiana. Secondo fonti di AsiaNews l’attentatore suicida sarebbe in realtà una vittima. Indagini di polizia ed esercito rivelano che questi avrebbe portato il pacco bomba all’interno dell’aereoporto senza saperlo.

    27/03/2010 INDONESIA
    Java, Conferenza di gay e lesbiche bloccata da estremisti islamici
    Un gruppo di 60 estremisti islamici ha circondato l’albergo che ospitava l’evento autorizzato dalle autorità locali, chiedendo la sua cancellazione. Per garantire la sicurezza degli stranieri la polizia ha chiesto agli oltre 200 partecipanti di restare in albergo fino alla conclusione dei disordini.

    22/09/2007 INDONESIA
    East Java, musulmani distruggono una moschea radicale
    Oltre 500 musulmani hanno distrutto in meno di 10 minuti una “moschea domestica” di proprietà della Lembaga Dakwa Islam Indonesia, un gruppo missionario islamico ritenuto di ispirazione radicale. Annunciate nuove violenze.

    15/11/2011 AFGHANISTAN
    Kabul, l’assemblea dei capi tribù a rischio per attentati e attacchi dei talebani
    La Loya Jirga, storica riunione dei capi tribù, discuterà da domani la possibilità di un dialogo con l'opposizione armata. Oggi un autobomba è esplosa in un quartiere della capitale, ferendo 4 persone. Ieri la polizia ha fermato tre kamikaze.

    21/11/2007 INDONESIA
    Musulmani inferociti aggrediscono una chiesa domestica a West Java
    Ennesima violenza contro le cosiddette “chiese illegali” a Bandung. Il proprietario della casa attaccata spiega: è vero, non abbiamo il permesso ufficiale, ma nell’attesa di ottenerlo la legge non vieta che si possano usare chiese-domestiche “provvisorie”.



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®