13 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 12/09/2009, 00.00

    CINA

    Xinjiang, prime condanne per i presunti autori degli attacchi con siringhe



    Sentenze fino a 15 anni di galera per due uomini e una donna. Il tribunale non ha diffuso l’etnia, ma sembrano appartenere alla minoranza uiguri. Una ottantina di persone in attesa di processo per le violenze a Urumqi, ma le autorità non hanno diffuso la data delle udienze.
    Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Un tribunale dello Xinjiang ha condannato tre persone con pene fino a 15 anni di detenzione, nel primo processo contro i presunti autori degli attacchi con siringhe ipodermiche. Le autorità non hanno reso nota l’etnia degli imputati, ma dai nomi sembra che appartengano alla minoranza musulmana uiguri.
     
    In settimana fonti ufficiali dello Xinjiang hanno riferito di aver arrestato 12 sospetti, implicati nelle misteriose aggressioni di ignoti armati di siringhe ipodermiche, con cui “pugnalavano” i passanti. Secondo i media cinesi, da metà agosto vi sarebbero stati centinaia di casi di ferimenti; essi hanno contribuito a esacerbare la tensione fra la minoranza musulmana uiguri e i cinesi di etnia han.
     
    Il tribunale di Urumqi ha condannato a 15 anni di galera Yilipan Yilihamu, un ragazzo di 19 anni che avrebbe colpito una donna mentre comprava frutta in un mercato. Dieci anni di prigione per Muhutaerjiang Turdi, 34 anni, e sette ad Aimannisha Guli, una ragazza di 22 anni. Entrambi avrebbero minacciato un taxista con una siringa, rubandogli circa 700 yuan (pari 103 dollari Usa).
     
    Intanto resta alta la tensione a Urumqi: la scorsa settimana cinque persone sono morte nel corso di una protesta che ha riunito migliaia di cittadini, i quali chiedevano le dimissioni del capo del partito comunista locale. Le autorità non hanno voluto chiarire le cause del decesso.
     
    Dal luglio scorso lo Xinjiang è teatro di violenze e tensioni sociali fra la minoranza musulmana uiguri e i cinesi di etnia han. Si tratta dei peggiori scontri etnici in Cina degli ultimi decenni e nel Paese monta la protesta, con la richiesta di pene esemplari per i colpevoli. La polizia ha incriminato una ottantina di persone, in attesa di processo; finora non sono state diffuse le date delle udienze.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/08/2009 CINA
    Liaoning: attivista arrestato e malmenato, difendeva i membri del Falun Gong
    Wang Yonghang, avvocato, è stato arrestato per “uso di un culto volto a danneggiare il sistema legale e sociale”. Le percosse subite al momento del fermo gli hanno procurato una frattura alla caviglia. In carcere ha subito ulteriori violenze. Un nuovo caso di violazione dei diritti umani che contrasta con il rilascio, nei giorni scorsi, di due attivisti.

    18/05/2017 15:43:00 CINA
    Xinjiang, disposta la raccolta del Dna in nome della ‘stabilità nazionale’

    Dal 1989 raccolte in Cina le informazioni genetiche di circa 44 milioni di persone. La campionatura senza alcuna supervisione, trasparenza o tutela della privacy. Solo 1,5 milioni di campioni collegati a scene del crimine. Dal novembre 2016, nello Xinjiang per chiedere un passaporto si deve fornire il Dna. Il governo regionale ha speso 10 miliardi di euro per l'indicizzazione. La raccolta delle informazioni biometriche parte della politica del governo centrale di “mantenere la stabilità”.



    29/12/2009 CINA
    Per Natale, 5 condanne a morte di uiguri per le proteste di luglio nello Xinjiang
    I processi si sono svolti il 22 e 23 dicembre, nel silenzio della stampa nazionale. Ci sono stati anche 8 ergastoli e condanne ad anni di carcere e le autorità annunciano altri processi. Pechino vuole continuare le condanne esemplari contro gli uiguri, ma evitare che il mondo lo sappia.

    04/08/2009 CINA
    Rebiya Kadeer: Pechino non ha potere sull’amore creato da Dio fra me e i miei figli
    La leader uiguri denuncia la manipolazione della Cina contro la sua famiglia e bolla come falsa la lettera di alcuni suoi figli, che l’accusano di aver creato gli incidenti nello Xinjiang. Molti figli della Kadeer sono in prigione. I metodi cinesi sono gli stessi del tempo della Rivoluzione culturale e simili a quelli contro il Dalai Lama.

    19/07/2011 CINA
    Xinjiang, la polizia cinese uccide decine di uiguri
    Secondo le autorità, un “gruppo di terroristi” ha dato fuoco alla stazione di polizia di Hotan ed è stato fermato. Diversa la versione del Congresso mondiale degli uiguri: “Protestavano contro le requisizioni forzate delle terre e gli arresti indiscriminati e sono stati massacrati”.



    In evidenza

    MEDIO ORIENTE - USA
    Gerusalemme capitale, cristiani in Medio oriente contro Trump: distrugge le speranze di pace



    Il patriarcato caldeo critica una scelta che “complica” la situazione e alimenta “conflitti e guerre”. Il card. Raï parla di “decisione distruttiva” che viola le risoluzioni internazionali. Il papa copto Tawadros II cancella l’incontro col vice-presidente Usa Pence. Continua la protesta “rassegnata” dei palestinesi. Attivisti israeliani: gli Usa hanno abdicato al ruolo di mediatori nella regione. 

     


    CINA
    Le false promesse di Xi Jinping e la cacciata della ‘popolazione più bassa’ da Pechino

    Willy Wo-Lap Lam

    Decine di migliaia di migranti e le loro famiglie sono stati espulsi e mandati via dalla capitale. Eppure al recente Congresso del Partito, il presidente Xi ha promesso sostegno e aiuti contro la povertà. Nessuna ricompensa e nessun aiuto legale o caritativo per gli sfollati. Esiste nel Paese un “darwinismo sociale”, che condanna all’emarginazione le classi rurali e fa godere di privilegi e aiuti le classi cittadine. Per gentile concessione della Jamestown Foundation.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®