16 Agosto 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 11/05/2017, 08.38

    CINA

    Xinjiang, terremoto di magnitudo 5,4. Otto morti e 23 feriti



    L’epicentro nella prefettura di Kashgar, ad una profondità di 8 km. Danni agli edifici. Le regioni montuose ad ovest del Paese colpite con regolarità dai terremoti. Nel 2008 più di 80 mila tra morti e dispersi nel Sichuan.

    Pechino (AsiaNews/Agenzie) – L'Istituto americano di geofisica (Usgs) ha riferito che un terremoto di magnitudo 5,4 ha colpito questa mattina la regione dello Xinjiang, nella Cina nord-occidentale. Secondo i media ufficiali il bilancio è di otto morti e 23 feriti.

    La China Earthquake Administration riporta che il terremoto si è verificato alle 5:58 nella remota regione di Taxkorgan, nella prefettura di Kashgar, ad una profondità di 8 km. Xinhua  riferisce che alcuni edifici hanno riportato seri danni.

    L'area interessata dal sisma, isolata e scarsamente popolata, si trova vicino al confine con il Tagikistan. Lo Xinjiang è una vasta regione, per lo più deserta ed in gran parte familiare con le scosse telluriche. La Cina è colpita dai terremoti con regolarità, in particolare nelle regioni montuose della parte occidentale del Paese.

    Il Sichuan (sud-ovest), una delle più grandi province del Paese, nel maggio del 2008 era stato colpito da un terremoto devastante di magnitudo 7,9, che ha provocato più di 80 mila tra morti e dispersi.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    15/04/2010 CINA
    Sisma nel Qinghai: 617 morti. Scuole crollate, si scava anche con le mani
    Difficoltà per le squadre di soccorso e i mezzi pesanti di raggiungere la zona colpita. Hu Jintao promette “sforzi con ogni mezzo”. Stanziati oltre 21 milioni di euro. Il ministero della propaganda blocca i giornalisti. Iniziano le polemiche sulle scuole crollate, come nel Sichuan. Migliaia di studenti sotto le macerie. Il Dalai Lama offre preghiere per i defunti.

    14/04/2010 CINA
    Terremoto sull’altopiano tibetano: almeno 300 morti
    L’area è al confine fra Qinghai e Tibet. Vittime fra i tibetani. I soccorsi sono difficili perché la zona è remota.

    21/04/2010 CINA
    Tutta la Cina ricorda i morti del Qinghai. Proibito il soccorso dei monaci tibetani
    Tre minuti di silenzio a Jiegu, vicino all’epicentro del terremoto. Silenzio anche a una riunione del Politburo. Il bilancio dei morti è giunto a 2064. Monaci tibetani dal Sichuan allontanati dalle operazioni di soccorso. Aiuti da monasteri tibetani distribuiti solo attraverso i canali ufficiali.

    27/03/2014 CINA
    Libero dopo cinque anni Tan Zuoren, che ha chiesto giustizia per i bimbi morti nel Sichuan
    Dopo il terribile terremoto del 2008, in cui sono morti oltre 5.600 bambini nelle scuole della provincia, l'attivista ha indagato sugli standard edili e ha denunciato la corruzione del governo locale. Condannato per "sovversione del potere statale", è pronto a continuare la sua battaglia per i diritti della popolazione.

    09/02/2010 CINA
    Sichuan: indaga sui crolli del sisma, condannato a cinque anni di galera
    Tan Zuoren ha ricevuto il massimo della pena in un dibattimento durato meno di dieci minuti. In via ufficiale è accusato di “sovversione” per scritti inerenti a piazza Tiananmen. Associazioni per i diritti umani ribattono che le vere motivazioni sono i documenti raccolti sui materiali “scadenti” usati per costruire le scuole.



    In evidenza

    LIBANO-M. ORIENTE-VATICANO
    Patriarchi cattolici d’Oriente: Il genocidio dei cristiani, un affronto contro tutta l’umanità

    Fady Noun

    Colpite da guerre, emigrazione e insicurezza, le comunità cristiane si sono ridotte ormai a un “piccolo gregge” nell’indifferenza internazionale. Un appello a papa Francesco e alla comunità internazionale. Cattolici e ortodossi condividono gli stessi problemi. La fine dei cristiani in Oriente sarebbe “uno stigma di vergogna per tutto il XXI secolo”.


    COREA
    Vescovi coreani: No alle ‘provocazioni imprudenti’. Fermiamo l’escalation nucleare lavorando per la ‘coesistenza dell’umanità’



    I vescovi coreani hanno diffuso oggi un’Esortazione sulle tensioni crescenti attorno alla penisola coreana. La Corea del Nord, ma anche i “Paesi limitrofi” rischiano di compiere “azioni precipitose, senza freni”, che potrebbero portare alla “morte di innumerevoli persone” e a “piaghe profonde per l’intera l’umanità”. Ridurre le spese militari e potenziare le spese per lo sviluppo umano e culturale. L’appello a usare “la coscienza, l’intelligenza, la solidarietà, la pietà e il mutuo rispetto”. La preghiera nel giorno dell’Assunta, festa dell’indipendenza coreana.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®