19 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 20/10/2017, 12.43

    YEMEN

    Yemen, istruzione a rischio per 4,5 milioni di bambini



    Distrutte o danneggiate 1600 strutture; altre 170 sono usate come depositi militari o alloggi per sfollati. Chiusa una scuola su 10 nel Paese. Il 75% degli insegnanti nell’ultimo anno non ha percepito lo stipendio. Senza educazione, bambini soldato e spose bambine sono destinati a crescere

     

    Sana’a (AsiaNews) - Il conflitto in Yemen, ormai al terzo anno, mette a rischio la scolarizzazione di almeno 4,5 milioni di bambini nel Paese e costituisce una minaccia per lo sviluppo delle nuove generazioni, già piagate da malnutrizione, violenze e spostamenti forzati. Al mancato accesso all’istruzione per i più piccoli si sommano le precarie condizioni di vita di maestri e insegnanti. Secondo dati recenti, nell’ultimo anno tre quarti degli insegnanti non hanno ricevuto alcun compenso per il lavoro svolto e non riescono più a rispondere ai bisogni delle rispettive famiglie. 

    Geert Cappelaere, direttore regionale Unicef per il Medio oriente e il Nord Africa, sottolinea che “al luglio 2017 risultano circa 1600 scuole distrutte in parte o nel loro complesso”. A queste se ne aggiungono altre 170 “che sono state usate per scopi militari o come riparo per le famiglie di sfollati” e non sono quindi più utilizzabili per la loro funzione primaria. 

    Le violenze generate dalla guerra hanno portato alla chiusura di una scuola su 10 in tutto il Paese. Mancano del tutto o vi è grave carenza di libri di testo e di corredo scolastico, dalle penne ai fogli, dalle matite ai banchi, sedie e lavagne. L’inizio delle lezioni è stato più volte rimandato nelle scorse settimane, rispetto alla tradizionale data di settembre per l’escalation del conflitto o la mancanza di insegnanti. 

    Nell’ultimo anno circa il 75% fra maestri e professori di scuola superiore non hanno percepito il salario; oggi la maggior parte di loro è costretta a vivere di espedienti. Il fondo Onu per l’infanzia illustra la vicenda di Hassan Ghaleb, docente con una carriera ventennale alle spalle, unica fonte di sostentamento per la sua famiglia composta da quattro persone. Impossibilitato a pagare le spese, egli è stato cacciato di casa assieme ai suoi figli. Per sfamarli e acquistare medicine per la sorella malata ho dovuto vendere tutta la mobilia, ora non possiede più nulla. Secondo le ultime statistiche, in tutto lo Yemen vi sarebbero oltre 160mila insegnanti nelle medesime condizioni di precarietà. 

    La mancanza di istruzione e di un ambiente protettivo per i bambini quale la scuola non li priva solo, oggi, di una infanzia “normale” ma li lascia esposti a rischi e pericoli per il futuro. Fra questi vi è il pericolo reale che vengano assoldati com bambini soldato o, nel caso delle bambine, finiscano per essere date in sposa sin dalla più tenera età. E quanti riescono a seguire le lezioni, spesso devono farlo in aule improvvisate come baracche o spazi all’aperto all’ombra di alberi. 

    “I bambini in Yemen - conclude Cappelaere - hanno sofferto cose che nessun essere umano dovrebbe patire. L’istruzione è l’unico modo per assicurare loro un futuro migliore e indirizzare lo Yemen sul cammino della pace”. 

    Dal gennaio 2015 la nazione del Golfo è teatro di un sanguinoso conflitto interno che vede opposte la leadership sunnita dell’ex presidente Abedrabbo Mansour Hadi, sostenuta da Riyadh, e i ribelli sciiti Houthi, vicini all’Iran e agli Hezbollah libanesi. Nel marzo 2015 una coalizione araba a guida saudita ha promosso raid contro i ribelli, finiti nel mirino delle Nazioni Unite per le vittime [fra i civili] che hanno provocato. Tra questi vi sono anche bambini.

    Fonti Onu parlano di oltre 8mila morti e 45mila feriti. Su un totale di 28 milioni di abitanti, il conflitto ha inoltre lasciato fino a 18,8 milioni di persone bisognose di assistenza e di aiuti umanitari per poter sopravvivere. Di questi, almeno sette milioni sono considerati sull’orlo della carestia; tra loro 2,3 milioni sono bambini “malnutriti” e di età inferiore ai cinque anni.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    17/06/2016 08:57:00 YEMEN - EAU - A. SAUDITA
    Gli Emirati pronti a ritirare le truppe in Yemen, la guerra “è finita”

    Parte della coalizione saudita, i vertici degli Eau sono in procinto di abbandonare il campo di battaglia. In 15 mesi gli Emirati contano almeno 80 morti. Per il ministro degli Esteri è tempo di “monitorare accordi politici” e rafforzare gli yemeniti “nelle zone liberate”. Ma gran parte degli Paese è ancora sotto il controllo dei ribelli Houthi. 

     



    08/06/2016 08:57:00 ONU - ARABIA SAUDITA
    L'Onu cambia idea: Riyadh non viola i diritti dell’infanzia in Yemen. Ira degli attivisti

    Le Ong pro-diritti umani "costernate" dalla decisione di rimuovere la coalizione saudita dalla lista nera. Per la portavoce Onu non è una scelta definitiva, ma gli attivisti parlano di decisione frutto di pressioni politiche di Riyadh. E accusano i vertici delle Nazioni Unite di aver perso credibilità.



    10/10/2016 09:58:00 YEMEN - ARABIA SAUDITA 

    Sana’a, migliaia di cittadini in piazza contro Riyadh per la strage al funerale

    Una folla si è radunata davanti al quartier generale Onu nella capitale yemenita. I manifestanti hanno accusato la coalizione araba a guida saudita per l’attacco alla veglia funebre dell’8 ottobre. Nel raid sono morte oltre 140 persone, più di 500 i feriti. Leader Houthi: Washington ha autorizzato l’attacco, usate armi americane. 

     



    08/10/2016 09:03:00 YEMEN - ARABIA SAUDITA
    Conflitto in Yemen: Un terzo dei raid aerei sauditi colpisce obiettivi civili

    È quanto emerge da un’inchiesta di Yemen Data Project, gruppo formato da accademici, esperti e attivisti per i diritti umani. Su 8600 attacchi della coalizione araba, quasi 3200 hanno centrato scuole, moschee, ospedali, mercati, aree residenziali. Un mercato del governatorato di Marib colpito 24 volte. Riyadh parla di “danni collaterali” minimi.



    06/10/2016 11:23:00 YEMEN - ARABIA SAUDITA
    I sauditi tagliano finanziamenti agli alleati in Yemen

    Tolti i fondi destinati all’ex presidente Hadi e alle milizie armate in lotta contro gli Houthi. Abbandonati o arrestati i membri della “Conferenza di Riyadh”. I signori della guerra sottraggono alla Banca centrale (trasferita ad Aden) i proventi della vendita di gas e petrolio. La situazione favorisce i ribelli sciiti, in vantaggio sui vari fronti di guerra. 

     





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®