21/08/2007, 00.00
MYANMAR
Invia ad un amico

Aumento della benzina, rischia di esplodere la rabbia della popolazione

L'avvertimento arriva dall'opposizione. La giunta militare, senza spiegazioni, ha raddoppiato il prezzo del carburante; impennata nei costi dei prodotti base, popolazione "in grande difficoltà".

Yangon (AsiaNews/Agenzie) – Cresce il malcontento in Myanmar dopo il vertiginoso aumento dei prezzi del carburante deciso dalla giunta militare la settimana scorsa. Nel frattempo, i leader dell’opposizione avvertono di possibili disordini sociali.

Il 15 agosto il governo ha raddoppiato i prezzi della benzina e del diesel e quintuplicato quelli del gpl, utilizzato soprattutto dagli autobus. Da allora la circolazione nelle città è praticamente bloccata. L'aumento non era stato annunciato, dicono i manager delle stazioni di servizio locali; l'ordine è arrivato dal ministro dell'Energia e non è stato giustificato in alcun modo. Il provvedimento ha subito fatto scattare il rincaro dei biglietti dei mezzi di trasporto pubblici e dei prodotti base, a cui la gente ha risposto con inusuali proteste di piazza.

Il partito d’opposizione “Lega nazionale per la democrazia” (Lnd) – guidato dal Nobel agli arresti domiciliari, Aung San Suu Kiy – ha pubblicato un comunicato in cui spiega che “a causa dell’aumento della benzina, monaci buddisti, studenti ed impiegati pubblici sono in grande difficoltà… e la rabbia della popolazione sta per esplodere”. Il 19 agosto circa 400 persone hanno manifestato in una rara protesta a Yangon contro il provvedimento. Le autorità, di solito attente ad impedire raduni pubblici, hanno lasciato proseguire la dimostrazione in modo pacifico.

In Myanmar la benzina è razionata e le auto hanno una quota massima mensile, ma questa è la prima volta che la giunta militare decide un rialzo dei prezzi così elevato. La giunta militare, che detiene il monopolio sulle vendite di carburante, ha aumentato il diesel da 1,16 dollari a 2,33 dollari a gallone imperiale (pari a 4,5 litri) ed il costo di una tanica di gas naturale (contenente 65 litri) da 0,39 dollari a 1,94 dollari.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Manca la "benzina" per l'espansione economica della Cina
08/08/2005
Ho Chi Minh City: chiudono stazioni di servizio ma non manca la benzina
18/10/2022 13:36
Dhaka: impennata prezzi del carburante spingono in alto l'inflazione
10/08/2022 10:47
Vientiane: inflazione al 23%, rischio crisi politica
06/07/2022 13:20
Pechino alza il prezzo del carburante, ma rischia il picco inflattivo
20/03/2012


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”