16/02/2004, 00.00
india - pakistan
Invia ad un amico

Cinema e attori nel trend della pace

Mumbai (AsiaNews) – Le industrie cinematografiche indiana e pakistana hanno iniziato una collaborazione affinché i loro film siano un segnale di pace e distensione tra le due potenze nucleari. In passato i politici avevano usato i film per alimentare l'animosità tra i due paesi; adesso invece i produttori cinematografici, attraverso le loro pellicole, devono trasmettere messaggi di comprensione e cooperazione. Mahesh Blatt, un importante regista di Bollywood, la grande industria cinematografica indiana, ha dichiarato: "I politici di entrambi i paesi hanno sempre usato i film come armi da guerra o a fini propagandistici per demonizzare gli altri. La collaborazione fra le due industrie cinematografiche servirà ad attutire i colpi che ci siamo inferti l'un l'altro." Entro fine mese Blatt si recherà ad Islamabad per firmare un contratto con Sheikh Rashid, Ministro dell'Informazione Pakistano, per iniziare le riprese di un film, basato su una storia vera, incentrato sulla storia d'amore tra un avvocato hindù ed una ballerina musulmana.

Dopo anni, i due paesi stanno iniziando passi per appianare conflitti e ostacoli alla collaborazione.

P.D. Mehra, che fa parte del Pakistan-India Performance Forum si chiede: "perché i personaggi dei film dovrebbero rimanere nelle loro vecchie posizioni contrapposte quando i loro leader politici sono impegnati nella pace?". Il Forum è stato fondato proprio per favorire la pace tra i due paesi. Egli aggiunge: "Un paese piccolo come il Pakistan, che ha penuria di strumenti tecnici, potrebbe immensamente migliorare i propri film; noi potremmo migliorare i nostri utilizzando le sceneggiature ed i testi pakistani che sono molto buoni."

Una delegazione di importanti personalità di Bollywood pensa di andare presto in Pakistan per lanciare alcune produzioni comuni e firmare un accordo che vieti la produzione di film che incitano all'odio tra i due paesi. In precedenza i cineoperatori, gli sceneggiatori e i coreografi di Bollywood avevano collaborato in segreto con Lollywood, l'industria cinematografica pakistana, basata a Lahore. Ora potranno collaborare alla luce del giorno.

L'attrice pakistana Meera, tra le personalità più in vista nel processo di collaborazione Bollywood-Lollywood, ha detto: "Vi è stata molta opposizione sia in India che in Pakistan, ma nessuno può fermarci perché stiamo facendo tutto questo per la pace."

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Dopo oltre 40 anni, il Pakistan apre a Bollywood
09/02/2008
Covid-19, Bollywood si mobilita per raccogliere aiuti
18/05/2021 13:40
Una settimana dal ritiro delle rupie: cinema, mercati e negozi sono “deserti e in perdita”
15/11/2016 12:28
Hollywood e Bollywood insieme per globalizzare il cinema
16/11/2010
Bollywood oltre la crisi globale: profitti in crescita e da Hollywood arriva Spielberg
18/08/2009


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”