11/04/2008, 00.00
VIETNAM - FILIPPINE
Invia ad un amico

Con l'azione educativa, la Chiesa vietnamita promuove un pieno sviluppo umano

di JB. VU
La collaborazione con la Chiesa filippina ha permesso a molti giovani di Ho Chi Minh City di seguire corsi universitari. Attraverso l’azione formativa e sociale è possibile portare avanti l’attività pastorale e missionaria.
Manila (AsiaNews) – A Ho Chi Minh City ci sono cento persone che seguono corsi universitari scientifici e in 20 quelli di laurea dalle Filippine. La Chiesa filippina dà un grande aiuto ai vietnamiti ed alla loro Chiesa in campo educativo e formativo. E basandosi su attività educative e sociali la Chiesa vietnamita ha portato avanti sempre di più la sua attività pastorale e missionaria in un Paese socialista.
 
Le Filippine hanno rapporti diplomatici col Vietnam fin dal 1986. Sono centinaia e sacerdoti, le suore e i laici che hanno studiati qui. La condivisione dell’educazione è uno degli orientamenti di entrambi i Paesi.
 
Per accrescere e concretizzare la conoscenza e le capacità nel lavoro con le parrocchie, i salesiani portano avanti attività pastorali e insegnamento del catechismo per i giovani lavorando in remote e povere parrocchie delle Filippine. “Faccio in modo – racconta ad AsiaNews suor Thao, che lavora con bambini che vivono in situazioni particolarmente difficili – che qui prendano parte ad attività sociali. Ora sanno leggere e scrivere in vietnamita. Molti ragazzi che provengono dai 65 centri di accoglienza e aiuto di Ho Chi Minh City sono stati diplomati qui, fin dal 1994. Alcuni studiano nelle università. Io – aggiunge – lavoro nell’attività sociale da 20 anni. Nelle Filippine ho appreso la conoscenza, il metodo e l’esperienza del lavoro sociale. Con l’educazione i bambini hanno cambiato il loro modo di vivere e hanno fiducia in se stessi”.
 
Padre Hoang, un francescano, si occupa di persone colpite dall’Aids. A Ho Chi Minh City sono 40mila le persone sieropositive. “Hanno bisogno – dice il religioso – di medicine speciali, ma anche di amore e di attenzione. Sono discriminati nella vita e persino in famiglia. Abbiamo delle suore venute dalle Filippine che hanno lavorato con queste persone: hanno organizzato piccoli gruppi biblici”.
 
Un laico, laureato nelle Filippine e con un master in scienza dell’amministrazione e che lavora per una società privata a Cam Ranh, ha aiutato più di 100 persone a trovare lavoro. “Ora – spiega – hanno una vita più stabile, sono felici, la comunità si sviluppa, i bambini vanno a scuola. I laici delle parrocchie lavorano duro e sono praticanti. Ogni domenica vanno a messa ed anche dopo il lavoro si recano in chiesa. Ci sono piccoli gruppi, composti di bambini, giovani ed anziani che pregano insieme”.
 
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Mons. Van Nhon, Chiesa e società hanno bisogno dei laici cattolici
16/01/2008
Bambini e analfabeti imparano a leggere con la Bibbia in cambogiano
19/02/2008
Punta sulla formazione degli operatori la Caritas di Ho Chi Minh City
13/04/2010
Ho Chi Minh City, cattolici al lavoro contro Aids e prostituzione
23/02/2008
Papa: edificate il Regno di Cristo con l'impegno e la preghiera
21/11/2004


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”