10/10/2009, 00.00
CINA
Invia ad un amico

Condanna a morte per un cinese Han, all'origine degli scontri nello Xinjiang

Il tribunale di Shaoguan ha stabilito anche il carcere a vita e pene da cinque a otto anni per i responsabili degli scontri in una fabbrica della città nel sud della Cina. Il caso aveva scatenato in luglio le proteste dei musulmani uiguri nello Xinjiang culminate con scontri tra manifestanti e polizia, 200 morti, 800 feriti e centinaia di arresti.

Urumqi (AsiaNews/Agenzie) - Un uomo di etnia Han è stato condannato a morte ed un altro al carcere a vita per l’uccisione di due operai uiguri, avvenuta in giugno a Shaoguan, provincia del Guandong.

Il tribunale della città ha condannato anche altre nove persone di etnia Han e pene da cinque a otto anni di carcere, tutte coinvolte nell’assassinio dei due immigrati che lavoravano in una ditta del sud.

I lavoratori Han avevano accusato i due uiguri, immigrati dallo Xinjiang, di violenza contro due donne anch’esse impiegate nella fabbrica. Il gruppo degli Han aveva poi picchiato con bastoni e spranghe i due operai musulmani, uccidendoli, e scatenando scontri tra i lavoratori delle due etnie.

In seguito ai fatti di Shaoguan migliaia di uiguri sono scesi in piazza a Urumqi, capitale dello Xinjiang, per manifestare contro l’assassinio e contro l’emarginazione da essi subita. Nello Xinjiang la popolazione Han ha in mano l’economia e l’amministrazione locale. Nella notte del 6 luglio esercito e polizia cinese avevano affrontato i dimostranti musulmani causando almeno 200 morti, 800 feriti ed arrestando centinaia di manifestanti. La violenta risposta della polizia cinese ha scatenato una forte critica internazionale contro Pechino.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Altri sei condannati a morte per gli scontri nello Xinjiang
15/10/2009
“Operatori di armonia” e pena di morte per riportare la calma ad Urumqi
07/09/2009
Rebiya Kadeer: Pechino fa tortura psicologica sui miei figli
06/08/2009
Il disegno della Cina dietro la tragedia dello Xinjiang
27/07/2009
Nuove proteste a Urumqi e in altre città dello Xinjiang
07/07/2009


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”