21/03/2015, 00.00
COREA DEL SUD-CINA-GIAPPONE
Invia ad un amico

Dopo tre anni, torna il vertice tra Seoul, Tokyo e Pechino

I ministri degli Esteri dei tre Paesi si sono incontrati oggi nella capitale sudcoreana per ripristinare l'annuale summit trilaterale. Il vertice non si teneva dal 2012, dopo alcuni passi falsi del Giappone su questioni irrisolte risalenti alla guerra e le dispute nel Mar cinese orientale con la Cina.

Seoul (AsiaNews/Agenzie) - I ministri degli Esteri di Corea del Sud, Giappone e Cina hanno tenuto oggi a Seoul il loro primo incontro in tre anni, nel tentativo di sciogliere le tensioni riguardanti le dispute territoriali e diplomatiche che li coinvolgono, e di ripristinare l'annuale vertice trilaterale. L'ultimo si è tenuto nell'aprile 2012.

Il colloquio è stato anche l'occasione per discutere di una possibile partecipazione di Tokyo e Seoul alla banca di sviluppo guidata da Pechino (Asian Infrastructure Investment Bank, Aiib), e del posizionamento in Corea del Sud sistema statunitense di difesa aerea per contrastare la minaccia missilistica della Corea del Nord (Terminal High Altitude Area Defence, Thaad).

Nonostante le assicurazione di Seoul e Washington, Pechino guarda con sospetto al Thaad, ritenendolo una minaccia alla propria sicurezza.

Nel 2013 il summit trilaterale era stato cancellato dopo che l'ennesima visita del premier nipponico Shinzo Abe al santuario nazionale Yasukuni, nel quale sono ricordati - tra i 2,5 milioni di caduti della Seconda guerra mondiale - anche 14 criminali di guerra. Un affronto per Cina e Corea, entrambe occupate dal Sol Levante negli anni precedenti il conflitto.

A questo "sgarro" si aggiunge la tradizionale disputa per le Senkaku/Diaoyu, isolette disabitate nel Mar cinese orientale contese da Cina e Giappone per Diaoyu/Senkaku. L'arcipelago ha soprattutto un valore strategico, poiché si trova sulla rotta delle più importanti vie marittime. Per alcuni però il vero "tesoro" sarebbero gli sterminati giacimenti di gas nel sottofondo marino.

Il Giappone si contende anche con la Corea del Sud un piccolo gruppo di isole: si tratta delle Dodko/Takeshima, pressoché equidistanti dalle due nazioni, ma il mare intorno ad esse è ricco di pesci.

In un colloquio di 90 minuti che ha preceduto il vertice trilaterale, Giappone e Corea del Sud si sono accordati per lavorare a una diminuzione delle tensioni scatenate da questioni storiche in tempo di guerra. Quest'anno ricorre il 50mo anniversario della normalizzazione dei rapporti diplomatici. "Nonostante alcune difficoltà intercorse tra i nostri due Paesi - ha dichiarato alla stampa il ministro nipponico Fumio Kishida - confermiamo la nostra intenzione di continuare a comunicare a vari livelli, per rafforzare la nostra cooperazione".

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Seoul e Tokyo pensano al nucleare per fermare la minaccia di Pyongyang
15/11/2006
Seoul invasa da manifestazioni nel Giorno della Liberazione
16/08/2006
Crisi coreana, pronta per l'Onu la bozza cinese senza sanzioni contro Pyongyang
11/07/2006
Cristiano condannato a morte, politici Usa scrivono all’Onu
14/07/2007
Un razzo nordcoreano finisce nel Mar del Giappone: la condanna di Tokyo
24/08/2016 08:38


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”