12/08/2013, 00.00
CAMBOGIA
Invia ad un amico

Elezioni in Cambogia, dati ufficiali: vittoria schiacciante di Hun Sen a livello provinciale

Il partito di governo si aggiudica 19 delle 24 province in cui è suddiviso il Paese. Resta l’attesa per il dato finale relativo ai seggi parlamentari; tuttavia, appare probabile la conferma dei primi risultati. L’opposizione chiede indagini Onu sul voto. Stati Uniti e Ue ammettono possibili brogli, ma le indagini “competono a Phnom Penh”.

Phnom Penh (AsiaNews/Agenzie) - Il Cambodian People's Party (Cpp), guidato dal premier Hun Sen, ha ottenuto una schiacciante maggioranza a livello provinciale nelle elezioni generali del 28 luglio scorso. È quanto emerge dai risultati ufficiali diffusi oggi dalla Commissione elettorale nazionale (Nec), avvalorando le rivendicazioni del governo di una solida vittoria anche a livello di seggi parlamentari, sebbene il dato relativo alla Camera debba essere ancora ufficializzato.  

La controversia elettorale che si è aperta fra governo e opposizione è la più grave crisi politica che il Primo Ministro Hun Sen si trova ad affrontare nei suoi 28 anni di dominio incontrastato del Paese. Una nazione che, di recente, ha registrato una rapida crescita economica grazie anche all'influenza cinese, con Pechino fra i più stretti alleati di Phnom Penh.

Questa mattina il Nec ha diffuso i dati ufficiali a livello provinciale: il Cpp ha conquistato 19 delle 24 province in cui è suddiviso il Paese, mettendo una grossa ipoteca sul governo dello Stato per i prossimi anni. La Commissione non ha ancora comunicato la data in cui verranno diffusi i risultati ufficiali relativi ai seggi parlamentari; tuttavia, secondo gli esperti dovrebbero "essere in linea" con i numeri emersi all'indomani del voto.

Da giorni la Cambogia è attraversata da forti tensioni a livello politico. Analisti ed esperti di vicende locali temono che la contrapposizione fra il premier Hun Sen - fresco vincitore, fra accuse di brogli, delle recenti elezioni politiche - e il leader dell'opposizione Sam Rainsy - National Rescue Party (Cnrp) - possa degenerare in violente proteste di piazza. Entrambi rivendicano la vittoria alle elezioni del 28 luglio scorso, in cui il Cpp avrebbe conquistato 68 seggi parlamentari su 123 assicurandosi così la maggioranza.

Per l'opposizione (55 seggi) vi sono stati brogli che hanno alterato l'esito del voto e per questo chiedono la formazione di una commissione indipendente, guidata dall'Onu, che promuova un'indagine terza e imparziale sull'esito delle urne.

Stati Uniti e Unione europea hanno espresso "preoccupazioni" in merito a irregolarità in fase di voti; entrambe hanno però aggiunto che le indagini sui brogli sono "di competenza delle autorità cambogiane". 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Phnom Penh, tensione fra premier e opposizione. Il governo minaccia l’uso della forza
09/08/2013
Ombre di irregolarità sul voto, l’opposizione contesta la vittoria del premier Hun Sen
29/07/2013
Hrw: il governo cambogiano ha coperto centinaia di omicidi politici
14/11/2012
Processo d’appello per Khieu Samphan, ultimo leader vivente dei Khmer rossi
12/08/2021 13:04
Primo verdetto contro i Khmer rossi: Duch colpevole, ma con attenuanti
26/07/2010


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”