18/07/2012, 00.00
LIBIA
Invia ad un amico

Elezioni: vince l'alleanza progressista dell'ex primo Ministro del Cnt

La National Forces Alliance di Mahoumoud Jibril ha guadagnato 39 seggi sugli 80 destinati ai partiti. Male i Fratelli musulmani che vincono solo 17 poltrone. La composizione dell'Assemblea si deciderà nei prossimi giorni attraverso le alleanza fra i 120 candidati indipendenti e i partiti.

Tripoli (AsiaNews/Agenzie) - La coalizione progressista vince le prime elezioni democratiche nella storia della Libia. La National Forces Alliance (Nfa) di Mohamoud Jibril, ex primo ministro del Consiglio nazionale di transizione, ha guadagnato 39 seggi nell'Assemblea costituente sugli 80 riservati ai partiti politici. A sorpresa i Fratelli musulmani hanno ricevuto pochi consensi vincendo solo 17 seggi. I restanti 120 posti in Assemblea sono riservati ai candidati indipendenti.

Nonostante la netta vittoria dell'Nfa sulla formazione islamista resta ancora incerta la composizione dell'organo che sarà incaricato di scrivere la nuova costituzione del dopo Gheddafi. Secondo gli esperti tutto verrà deciso dalle alleanze fra gli indipendenti e i partiti, dove i Fratelli musulmani sostengono di essere favoriti.

Alle elezioni  del 7 luglio scorso si sono registrati più di 100 partiti, molti dei quali nati solo negli ultimi mesi.  Gli osservatori inviati dall'Unione Europea per controllare il buon andamento del voto hanno registrato un'affluenza di circa il 62% degli aventi diritto. L'euforia per le elezioni è stata però macchiata da diversi scontri e attacchi fra forze di sicurezza e gruppi di miliziani favorevoli alla partizione del Paese. Essi hanno messo più volte a rischio il regolare andamento del voto. Una persona è rimasta uccisa durante un attacco ad Ajdabiya (Nord est del Libia).

La futura Assemblea costituente avrà poteri legislativi e starà in vigore per almeno un anno. In seguito si voterà per scegliere il primo governo democratico dopo 40 anni di dittatura. Le ultime votazioni libere risalgono al 1952, subito dopo l'indipendenza dall'Italia. 

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Libia, carcere a vita per chi inneggia a Gheddafi e offende l'islam
03/05/2012
Tripoli, al potere la nuova Assemblea costituente fra insicurezza e crisi economica
09/08/2012
Le armi atomiche di Gheddafi sono una “bufala”
31/10/2011
Ribelli cercano Gheddafi a Sirte. I lealisti bombardano l’aeroporto di Tripoli
26/08/2011
Cirenaica, l'amicizia delle suore con gli islamisti libici
12/09/2012


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”