17/01/2009, 00.00
VIETNAM
Invia ad un amico

Esponenti politici incontrano il vescovo ausiliare di Hanoi

Sono possibili interpretazioni contrastanti all’incontra tra il presule e il presidente del Comitato centrale del Fronte patriottico che ha parlato di “buoni rapporti” con l’arcivescovato, ma non ha neppure nominato l’arcivescovo.

Hanoi (AsiaNews) – Forse un segnale della volontà di abbassare la tensione tra Stato e Chiesa in Vietnam. O forse un nuovo tentativo di attaccare l’arcivescovo di Hanoi, mons. Joseph Ngo Quang Kiet, (nella foto) mostrando che i rapporti tra autorità politiche e Chiesa sarebbero buoni e che è lui il motivo dei dissidi. Sono contrastanti le letture possibili della notizia data dall’agenzia ufficiale VNA di un incontro avvenuto il 15 tra il presidente del Comitato centrale del Fronte della patria, Huynh Dam, ed una delegazione dell’arcivescovato di Hanoi, guidata da mons. Lorenxo Chu Van Minh, vescovo ausiliare della capitale dall’8 dicembre.

L’agenzia scrive in proposito che Huynh Dam, ricevendo il gruppo, “ha affermato che i buoni rapporti tra il Fronte e l’arcivescovato erano la manifestazione profonda della grande unità nazionale ed ha auspicato di vedere i dignitari cattolici continuare a valorizzare lo spirito di grande solidarietà, così come di lavorare insieme con il Fronte per edificare un Paese più prospero”.

Lo stesso mons. Chu Van Minh è stato in visita, quello stesso giorno, dal vicepresidente del Comitato popolare (il municipio) di Hanoi, Dao Van Binh, che ha ricevuto anche il vescovo di Hung Hoa, mons. Vu Huy Chuong. In entrambi  i casi, l’agenzia parla dell’”arcivescovato”, ma non nomina neppure l’arcivescovo, del quale il presidente del Comitato popolare di Hanoi, Nguyen The Thao, ad ottobre a rivelato di  aver chiesto la rimozione.

La notizia di oggi fa seguito ad una data prima di Natale dalla stessa fonte ufficiale, di una visita compiute da autorità di Ho Chi Minh City al cardinale Pham Minh Man per gli auguri. In quell’occasione Le Thanh Hai, membro del Politburo del Partito comunista e segretario del Partito nella ex Saigon, aveva augurato “all’arcivescovo buona salute, cosicché potesse ulteriormente incoraggiare i cattolici della città ad offrire un più grande contributo allo sviluppo ed alla prosperità della capitale economica meridionale”.

Un’altra visita, nella stessa occasione, era stata compiuta dal presidente del Comitato popolare della città, Le Hoang Quan, al Comitato per la solidarietà dei cattolici.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Shaanxi: salgono a 166 le vittime dell'esplosione nella miniera
01/12/2004
Esplosione nella miniera: una tragedia annunciata
30/11/2004
Fatima, la Madonna "controrivoluzionaria" ed "ecumenica"
15/02/2005
Asean, si farà l'ente per la tutela dei diritti umani
31/07/2007
Card. Zen: confusione sulla Lettera del Papa ai cattolici cinesi
24/07/2007


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”