16/12/2005, 00.00
CINA - STATI UNITI
Invia ad un amico

Gli Usa preoccupati della crescente potenza militare cinese

In pochi anni le forze armate di Pechino hanno avuto la più grande evoluzione mai avvenuta. Uno studio afferma che è prossima la sfida alla supremazia di Washington.

Washington (AsiaNews/Agenzie) - Gli Stati Uniti devono predisporre una strategia per affrontare la crescente potenza militare della Cina. E' quanto ammoniscono autorevoli ambienti conservatori negli Usa.

Uno studio dell'americano Hudson Institute afferna che a causa dei rapidi progressi tecnologici di Pechino, Washington "deve programmare con attenzione" lo sviluppo di armi più sofisticate e potenti. Il governo - prosegue lo studio - è troppo preoccupato per la "guerra al terrore" e il processo democratico in Medio Oriente e in Asia Centrale e trascura l'emergere della Cina come principale antagonista della leadership tecnologica.

Dall'attacco di al-Qaeda dell'11 settembre, gli Stati Uniti si sono concentrati nella lotta al terrorismo di basso profilo tecnologico. In realtà "il campo dell'informazione, quello navale e soprattutto quello aerospaziale ... costituiscono il nucleo della nuova rivoluzione nel campo militare". "Se trascuriamo il rapido progresso degli armamenti in questi campi- continua il rapporto -  la Cina potrebbe cacciare l'America come un cervo con il proverbiale faro - proprio come noi li cacciammo dopo la vittoria del 1991 nell'operazione Tempesta nel Deserto".

L'uso americano di bombe di precisione chirurgica e di armi elettromagnetiche nella guerra del Golfo del 1991, costituì "una drammatica dimostrazione" dell'abisso tra Stati Uniti e Cina nel moderno sistema militare, con Pechino "indietro di almeno 20 anni".

La differenza fu di nuovo evidenziata nel 1996, quando 2 aerei militari Usa al largo di Taiwan ingaggiarono una decisa battaglia con i missili lanciati dai cinesi per un'esercitazione. Ma la guerra del Golfo suscitò in Cina un rinnovato militarismo, che portò - dice il rapporto - alla "maggiore, più radicale e più estesa trasformazione militare mai successa nella storia dell'umanità".

"Il grande aumento del numero di scienziati, matematici e ingegneri in Cina - osserva il senatore repubblicano Norm Coleman - porterà alla diminuzione di competenze in America nei settori di alta tecnologia, telecomunicazioni, informatica e armamenti, e questa sfida non può essere ignorata". La maggiore sfida portata dalla Cina - aggiunge - è nel campo navale. "L'America ha la responsabilità di assicurare l'apertura delle vie navali. Questa è l'area più vulnerabile ed è probabile che in futuro lo diventi ancora di più".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Modi negli Usa: l’amicizia sempre più forte con Obama provoca malumori in Cina e Pakistan
08/06/2016 12:11
Colombo dà a Pechino il porto di Hambantota, ma cerca di accontentare India e Stati Uniti
29/07/2017 09:00
L’alleanza spaziale tra India e Giappone preoccupa Pechino
12/11/2008
La Cina dice di non voler competere con gli Stati Uniti per armi ed energia
03/01/2007
Per far ripartire il Paese, Pechino punta sulle nuove tecnologie
20/05/2015


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”