19/04/2013, 00.00
VIETNAM
Invia ad un amico

Hung Hoa: la Caritas promuove cure mediche per i poveri della diocesi

L’iniziativa dei cattolici si è concentrata sugli interventi agli occhi, in un’area remota e arretrata dove mancano gli specialisti. In pochi giorni effettuati 1.035 visite, 228 brevi ricoveri, 126 interventi di cataratta e altre 102 operazioni. Dalla popolazione locale un grazie “soddisfatto e riconoscente”.

Hanoi (AsiaNews/EdA) - La Caritas della diocesi di Hung Hoa ha organizzato una missione umanitaria per la popolazione povera della provincia di Lao Cai, nel nord-ovest del Vietnam, lungo il confine con la Cina. In particolare, l'attenzione dell'organismo cattolico si è concentrata sul fronte sanitario, in un'area montagnosa e impervia, dove mancano i medici e non vi sono strutture adeguate per rispondere ai bisogni della popolazione. L'attuale provincia di Lao Cai, creata vent'anni fa da una partizione della provincia di Hoang Lien Son, è fra le più povere e arretrate del Paese, le condizioni sono difficili e le risorse limitate. Anche la sanità è arretrata e scarsi i medicinali a disposizione della popolazione.

Per usufruire delle cure mediche, il più delle volte gli abitanti non hanno che due alternative, entrambe assai onerose: varcare la frontiera e farsi ricoverare in un ospedale cinese, oppure affrontare il viaggio in direzione di Hanoi, in cerca di un posto letto in una delle strutture della capitale. E quasi nessuno dispone delle risorse economiche per affrontare la spesa.

Questo è il motivo che ha spinto i volontari cattolici della Caritas di Hung Hoa a rispondere ai bisogni in modo concreto in tema di sanità, partendo da un primo progetto dedicato alla salute della vista e a quanti sono affetti da patologie degli occhi, molto diffuse nella regione. Con la collaborazione dei benefattori legati all'associazione del Cuore misericordioso di Gesù, che hanno trovato l'adesione di alcuni oculisti, dal 2 al 7 aprile scorso essi hanno promosso una campagna di cura in un poliambulatorio della provincia. Presenti all'iniziativa il direttore della Caritas diocesana, un sacerdote, un curato della parrocchia di Lao Cai, due infermiere dell'istituto delle Suore Amanti della croce e altre due infermiere laiche.

L'efficacia del progetto caritativo è testimoniata dai numeri: in pochi giorni i medici hanno effettuato 1.035 visite, 228 brevi ricoveri, 126 interventi di cataratta e altri 102 interventi per tumori agli occhi. Secondo quanto riferiscono fonti locali, gli interventi chirurgici "si sono succeduti a ritmo intenso" e i pazienti hanno detto di essere "soddisfatti e riconoscenti", grazie anche alle medicine distribuite - gratis - alla comunità.

La diocesi di Hung Hoa è stata creata nel 1960 su un'immensa area di quasi 55mila chilometri quadrati, nel nord, al confine con Cina e Laos. Conta 198mila cattolici, il 3,12% degli oltre sei milioni di abitanti. Tra loro ci sono minoranze etniche, soprattutto Hmong. Nel 2003 riuscì a celebrare 4.635 battesimi, anche se ha solo 24 sacerdoti per le sue 80 parrocchie. Dal marzo 2011 è sotto la guida del vescovo mons. Jean-Marie Vu Tât, prima di allora ausiliare nella stessa diocesi. 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Cattolici vietnamiti: amore ed educazione, per fermare l'Aids
08/11/2010
La Chiesa vietnamita cura i lebbrosi fra l’indifferenza del Governo e della gente
26/07/2008
Nha Trang, cattolici in rivolta contro i “maleducati” turisti cinesi in visita alla cattedrale
22/04/2017 09:17
Binh Thuan, anche il Partito rende omaggio a mons. Nguyễn Thanh Hoan, il "vescovo dei poveri"
28/08/2014
Seguendo Francesco, la Chiesa vietnamita promuove aiuto e accoglienza ai migranti
08/10/2015


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”