09/12/2020, 12.39
INDIA
Invia ad un amico

Inizia a Goa il restauro della teca con le reliquie di san Francesco Saverio

di Nirmala Carvalho

Il 10 dicembre il Servizio archeologico dell'India (ASI) inizierà i lavori per il restauro del Mastrillian Casket che contiene le reliquie del santo. L'ASI Chemical Branch di Aurangabad, specialista in conservazione, ha preso l'iniziativa su mandato dell'ASI Dehradun di iniziare i lavori per la conservazione e il restauro.

Mumbai (AsiaNws) – P. Patricio Fernandes, SJ, rettore della basilica del Bom Jesus a Goa, ha annunciato che il 10 dicembre il Servizio archeologico dell'India (ASI) inizierà i lavori per il restauro del Mastrillian Casket (nella foto) che contiene le reliquie di san Francesco Saverio.

In vista di questi lavori, la Basilica sarà chiusa ai visitatori giovedì dopo la Messa delle 8:00. Lo scrigno d'argento contenente le reliquie di san Francesco Saverio fu portato in processione dal collegio San Paolo il 19 febbraio 1624 alla basilica di Bom Jesus, due anni dopo che era stato dichiarato santo e patrono di Goa.

Don Marcello Mastrilli, miracolosamente risorto dalla morte per intercessione di san Francesco Saverio, giunse a Goa nel dicembre 1635, diretto in Giappone. Dopo aver visto il cofanetto d'argento, ordinò una nuova copertura d'argento per la bara che fu completata in tempo per la festa del 2 dicembre 1637. Il mausoleo fu collocato nella cappella di san Francesco Saverio l'8 novembre 1698 e sopra di esso fu collocato lo scrigno Mastrilliano.

A causa di questo richiamo speciale, quell'anno migliaia di pellegrini accorsero alla festa il 3 dicembre 1698. Da allora, non è stato documentato molto sulla conservazione o il restauro dello Mastrillian Casket.

“A seguito dei miei sforzi e delle mie iniziative, in collegamento col mio amico italiano, tramite Guala Closures ha avviato un processo per restauraare i monumenti. Un team di tre specialisti è stato inviato dall’Opificio delle pietre dure e Laboratorio di restauro di Firenze", che ha studiato i manufatti dal 27 maggio al 3 giugno 2018. Hanno detto che il cofano deve essere curato con la massima priorità, altrimenti cadrebbe a pezzi entro i prossimi 10 anni”.

L'ASI Chemical Branch di Aurangabad, specialista in conservazione, ha preso l'iniziativa su mandato dell'ASI Dehradun di iniziare i lavori per la conservazione e il restauro del Mastrillian Casket. Le trattative sono iniziate molto tempo fa, da quando l'ASI Delhi ha ordinato che il trattamento fosse fatto dai loro specialisti in India. I lavori saranno svolti presso la Basilica stessa sotto stretta sorveglianza e inizieranno il 10 dicembre.

L'anno scorso, il Rettore della Basilica di Bom Jesus ha scritto una dura lettera al capo del Goa Circle of the Archaeological Survey of India (ASI), sulla totale negligenza dell’Archaeological Survey of India (ASI) durante i lavori di restauro della Basilica, provocando notevoli danni durante le recenti piogge pre-monsoniche.

Il rettore padre Patricio Fernandes aveva accusato l'ASI di "colossale negligenza, incompetenza e inefficienza". L'ASI - ente governativo preposto alla tutela, conservazione e restauro dei monumenti nazionali - ha provocato notevoli danni all'edificio ecclesiastico e potrebbe comportarne un ulteriore degrado.

Ad AsiaNews, padre Fernandes ha detto che tre anni fa la Chiesa ha invitato esperti dall'Italia a visitare la basilica per offrire i loro consigli sul restauro dell'urna. "Sono venuti in Basilica, sono rimasti e hanno svolto indagini per 5 giorni e hanno fatto uno studio dettagliato e hanno fornito un feedback su ciò che doveva essere fatto per il Mausoleo. In seguito hanno proposto che loro, gli esperti italiani, sarebbero venuti ogni estate e ci lavorassero". "In seguito ci avevano suggerito di inviare la bara a Firenze, in Italia, per un anno e lo avrebbero fatto gratuitamente, senza spese, dovevamo solo trasportare la bara e ottenere tutti i permessi". Tuttavia, sebbene l'ufficio di Goa dell'ASI abbia dato i permessi, sono stati annullati dall'ufficio nazionale di New Delhi, che ha detto che il restauro deve essere fatto in India. Padre Fernandes ha detto che i lavori avrebbero dovuto iniziare a dicembre 2018, ma non è stato fatto nulla. "La bara è nella chiesa dal 1637 ... È rimasta la stessa dall'anno 1637", ha detto Fernandes.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. Gracias: Riscopriamo la nuova evangelizzazione, sulle orme di san Francesco Saverio
03/12/2014
Goa, bandite le guide turistiche dalla cattedrale
11/07/2006
Wewala, festa per i 75 anni della chiesa di san Francesco Saverio
05/12/2017 14:58
L’esempio di san Francesco Saverio “importante per il dialogo interreligioso” in India, anche con i musulmani
03/12/2015
Dai cattolici giapponesi statue di S. Francesco Saverio a Goa e Malacca
26/05/2006