06/04/2007, 00.00
PAKISTAN
Invia ad un amico

Islamabad, centinaia in piazza contro l’estremismo islamico

Chiedono al governo di intervenire contro quelle forze religiose, bigotte ed estremiste, che promuovono intolleranza e violenza.
Islamabad (AsiaNews/Agenzie) – Centinaia di attivisti per i diritti umani e semplici cittadini si sono riuniti ieri nella capitale pakistana per protestare contro l’estremismo delle scuole islamiche, le madrassah, e per chiedere un intervento del governo teso a limitarle.
 
Oltre 600 persone hanno sfilato per le vie di Islamabad per chiedere alle forze politiche di “fermare quelle forze estremiste che, in nome dell’islam, non fanno altro che promuovere l’intolleranza e la violenza”.
 
La manifestazione è stata decisa dopo il rapimento di una ragazza ad opera di un gruppo di studentesse della Jamia Hafsa, una madrassah locale, avvenuto due settimane fa. Le studentesse musulmane accusavano la giovane di gestire una casa di piacere, un atto contrario all’islam. Insieme a lei sono state rapite altre due persone, trovate all’interno della casa.
 
Nonostante le sue dichiarazioni di innocenza, la ragazza è stata tenuta segregata per due giorni ed è stata liberata solo dopo una “pubblica ammissione di immoralità”. Il giorno dopo la liberazione, l’imam della scuola ha chiesto al governo di “imporre la sharia sul Pakistan” ed ha aggiunto che essa “sarà applicata in ogni caso, anche senza l’aiuto della politica”.
 
Nel corso della protesta, diversi attivisti per i diritti umani hanno denunciato l’operato dei giovani studenti musulmani, che “molestano e terrorizzano la cittadinanza in nome dell’islam”. In un comunicato, la Commissione per i diritti umani del Pakistan e decine di altre organizzazioni non governative hanno chiesto ai pakistani di “alzarsi contro queste forze religiose, estremiste e bigotte, ed assicurare un futuro libero per le generazioni presenti e future”.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Pakistan, condanna per gli assassini del giovane cattolico Javed Anjum
06/03/2006
Introdurre la sharia “distruggerà immagine internazionale ed economia”
20/04/2007
Pakistan: arrestato religioso islamico, assassino di un giovane cattolico
23/01/2006
Nuove violenze anti-cristiane, pronta la manifestazione di Delhi
28/05/2007
Il governo tenta di declassare i diplomi islamici
31/10/2007


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”