04/02/2016, 08.45
INDONESIA
Invia ad un amico

Jakarta, seminario Lgbt interrotto con la forza da estremisti islamici

di Mathias Hariyadi

Una decina di membri dell’Islam Defenders Front ha fatto irruzione in un hotel, sede di incontri sui diritti umani. Dopo ore di minacce e negoziati con la polizia, i partecipanti sono stati evacuati “per motivi di sicurezza”.

Jakarta (AsiaNews) – Un seminario dedicato ai diritti delle persone Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali e transgender), in corso ieri in un hotel nel centro di Jakarta, è stato interrotto da una decina di membri dell’Islamic Defenders Front (Fpi), movimento fondamentalista locale. Dopo qualche ora dall’inizio dell’evento, che ha visto interventi di gruppi e attivisti per i diritti umani, gli uomini hanno fatto irruzione intimando di sospendere l’incontro.

Mering, uno dei partecipanti al seminario, racconta ad AsiaNews che il forum è stato sospeso per motivi di sicurezza: “Ore di negoziati con i membri del Fpi nel distretto di polizia di Menteng non hanno portato a nulla, e alla fine è stato detto a tutti i partecipati di uscire dall’hotel”.

Da giorni in Indonesia si è riacceso il dibattito sui diritti delle persone Lgbt, dopo il caso del Sgrc (Gruppo di supporto e ricerca sugli studi sessuali) a cui il ministro della Ricerca, Tecnologia ed Istruzione superiore, Muhammad Nasir, ha negato il permesso di operare all’interno della University of Indonesia perché “contro la morale dello Stato” e la cultura del Paese.

In passato, i membri del Fpi si sono resi protagonisti anche di campagne e attacchi mirati contro i cristiani, nella loro ondata di proteste contro i riti e le celebrazioni “illegali”, perché compiuti in edifici privi del cosiddetto permesso di costruzione (Imb). A fine 2014, la polizia ha dichiarato guerra al gruppo.

Qualche giorno fa, il Fpi ha ricevuto il monito anche del sindaco di Bandung, West Java, che ha invitato i radicali ad abbassare i toni contro le persone omosessuali, dopo che il gruppo aveva fatto irruzione in un collegio credendo fosse la sede di incontri Lgbt.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
La figlia di Sukarno accusata di blasfemia
05/04/2018 09:00
Jakarta, uno studente su cinque per il califfato. Uno su quattro pronto a combattere
04/11/2017 10:43
Accusato di pornografia Rizieq Shihab, paladino degli islamisti contro Ahok
30/05/2017 15:14
‘Persecuzione online’ contro i critici dell’islamista Rizieq
02/06/2017 08:50
Java, Conferenza di gay e lesbiche bloccata da estremisti islamici
27/03/2010


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”