10/08/2016, 08.36
CINA
Invia ad un amico

Jiangsu, il governo ferma il progetto d’impianto nucleare dopo tre giorni di manifestazioni di massa

La popolazione teme i rischi sulla sicurezza e l’incuria delle autorità. Il progetto era una collaborazione fra la Cina e la Francia. Decine di arresti per aver lanciato pietre contro polizia e sede del governo locale.

Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Il governo di Lianyungang (Jiangsu), ha sospeso i piani per la costruzione di un impianto nucleare dopo che per tre giorni migliaia di persone hanno manifestato contro il progetto.

La decisione delle autorità è stata presa nella notte. L’impianto sarebbe prodotto da una collaborazione fra la China National Nuclear Corporation e la ditta francese Areva e progettava di riciclare carburante nucleare usato. La popolazione ha manifestato timorosa di possibili radiazioni e perché tutte le decisioni sono state prese senza coinvolgerla.

Proteste sono avvenute negli ultimi tre giorni, con la polizia che cercava di difendere gli uffici del governo dagli assalti dei manifestanti, minacciando di sparare. Una diecina di persone sono state arrestate per aver lanciato pietre.

La Cina è il Paese dove è in costruzione il maggior numero di impianti nucleari. Essa ha 32 reattori in opera; altri 22 in costruzione; molti di più in progetto.

Le proteste riflettono i timori della popolazione a causa dei rischi sulla sicurezza. E mostrano anche la sfiducia verso le autorità che nel recente passato hanno taciuto su vari incidenti legati alla sicurezza industriale. Fra tutte si ricorda l’incidente di Tianjin lo scorso anno, dove un incendio ha diffuso sostanze velenose nell’aria e nell’acqua: centinaia di tonnellate di sali di cianuro erano immagazzinate vicino a una zona residenziale.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Hubei, esplode una centrale a carbone: 21 morti
12/08/2016 08:41
Jiangsu, esplode una fabbrica chimica di fertilizzanti: almeno 47 morti
22/03/2019 08:27
Tianjin, esplosioni in un magazzino industriale. “Come una bomba atomica”
13/08/2015
Colata di acciaio fuso uccide 32 operai. Crescono gli incidenti sul lavoro
18/04/2007
Cina, la metà dei miliardari cinesi vuole scappare dal Paese entro cinque anni
15/09/2014


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”