24/02/2010, 00.00
CINA
Invia ad un amico

La “vendetta” di Google: niente tappa a Pechino per il nuovo telefono

Una nuova vicenda nella guerra di nervi fra il gigante informatico e il governo cinese: salta la presentazione del Nexus One prevista nella capitale. Confermate invece Hong Kong e Taipei.
Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Non accenna a fermarsi la guerra in corso fra il governo cinese e Google. Il gigante informatico ha infatti deciso di eliminare Pechino dal tour di presentazione del suo nuovo telefonino, il Nexus One, mantenendo le tappe di Hong Kong e Taipei.
 
Una fonte interna alla compagnia statunitense spiega: “Se Google non avesse avuto i problemi che conosciamo con il governo, avrebbe senza dubbio presentato il telefono anche a Pechino”. Problemi anche per il sistema operativo Android, sviluppato da Mountain View, che fa funzionare due telefoni di nuova generazione.
 
La compagnia americana ha infatti cercato di limitarne la diffusione sul mercato cinese, nonostante il governo abbia più volte affermato – per calmare gli investitori – che non ci saranno rappresaglie contro il software sviluppato da Google. Tuttavia, gli analisti sottolineano una pericolosa flessione nel mercato interno della telefonia, il più grande del mondo.
 
La battaglia fra i due giganti è iniziata il 12 gennaio scorso, quando i dirigenti della compagnia informatica hanno avvertito la Cina di essere pronti ad andare via dal territorio. Il motivo addotto, i frequenti attacchi informatici condotti contro i loro server da pirati in cerca di dati sensibili. La decisione è stata appoggiata dal governo americano, nonostante Pechino abbia più volte negato di aver nulla a che vedere con queste violazioni.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Google ammette: "Con la censura in Cina abbiamo tradito i nostri principi"
07/06/2006
Il Congresso degli Stati Uniti condanna le ditte internet per la censura in Cina
02/02/2006
Pechino smorza le polemiche su Google e censura le notizie in rete
16/01/2010
Bozza di legge USA contro le ditte che aiutano la censura cinese online
20/02/2006
WhatsApp nel mirino della censura cinese
26/09/2017 11:21


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”