29/07/2009, 00.00
PAKISTAN
Invia ad un amico

La Sharia resta la legge di riferimento nei distretti della North-West Frontier

di Fareed Khan
L’Alta corte di Peshawar ribadisce che la legge islamica rimane operativa nei distretti di Malakand, Chitral, Upper Dir e Shangla secondo l’accordo tra governo e talebani. Intanto la polizia ha arrestato il 26 luglio il capo del movimento integralista Tehreek-e-Nafaz-e-Shariat-e-Muhammadi.
Islamabad (AsiaNews) - La popolazione del Malakand, divisione territoriale della North-West Frontier Province, resta sotto la giurisdizione della Sharia. La conferma arriva da Qalandar Ali Khan, ufficiale dell’Alta corte di Peshawar, il quale ha ribadito che nella divisione territoriale tutti i casi, anche quelli pendenti, restano sottoposti alla Nizam-e-Adl Regulation 2009, l’accordo scaturito dal patto tra Islamabad ed i talebani a marzo, che attribuisce alle corti islamiche Darul Qaza e Darul-Darul Qaza l’amministrazione della giustizia.
 
Il mantenimento della Sharia nel distretto spegne le flebili speranze di molti abitanti dell’area che auspicavano il ristabilimento di un sistema giudiziario non islamico. Dopo l’offensiva lanciata da Islamabad contro i talebani in maggio buona parte della popolazione aspettava una revisione della Nizam-e-Adl Regulation 2009. A confermare le speranze, il 26 luglio è giunto poi l’arrestato di Maulana Sufi Muhammad. La polizia ha garantito che il capo del movimento integralista Tehreek-e-Nafaz-e-Shariat-e-Muhammadi (TNSM), firmatario dell’accordo con il governo, verrà processato in tempi rapidi ed anche questo fatto era stato letto da molti come il segnale di un possibile cambiamento che avrebbe influenzato anche la revisione del sistema giudiziario islamico.
 
Ali Khan invece ha affermato i giudici distrettuali (zilla qazis) e regionali (illaqa qazis) che amministrano la Nizam-e-Adl nelMalakandsono già al lavoro ed il governo ha approvato anche un loro aumento di numero. Ad oggi le corti islamiche sono operative anche nei distretti di Chitral, Upper Dir e Shangla mentre nelle aree della Swat Valley, Buner e Lower Dir continuano le operazioni militari e la riorganizzazione del sistema giudiziario avverrà solo dopo il rientro dei profughi.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Indù e Sikh sotto la minaccia dei Talebani e della Sharia
28/07/2009
Pakistan, sale a 105 il bilancio dei morti per l’attacco suicida alla partita di pallavolo
02/01/2010
Alta Corte di Peshawar: sì alla costruzione di una chiesa all'università
24/01/2007
Pakistan, bomba contro una scuola femminile nel Khyber district
17/11/2009
L’attacco di una donna kamikaze ferma gli aiuti Onu agli alluvionati del Pakistan
27/12/2010