07/07/2011, 00.00
INDONESIA
Invia ad un amico

La musica sacra indonesiana celebra i suoi 40 anni di vita

di Mathias Hariyadi
Il Centro indonesiano di musica liturgica fondato da padre Karl Edmund Prier sj ha promosso l’inculturazione della musica sacra, dando un grande appoggio alla missione della Chiesa. Il Centro ha anche pubblicato un libro guida per i praticanti del genere: “The wheel of liturgical music”.
Yogyakarta (AsiaNews) – Il Centro indonesiano di musica liturgica (Pml, Pusat Musik Liturgi) compie 40 anni, e per celebrare questo appuntamento inaugura una serie di iniziative. Fra di esse, c’è la pubblicazione di libro intitolato “The wheel of liturgical music”, una guida per i praticanti di questo genere di musica. Il logo scelto per pubblicizzare l’evento è una nave. “Abbiamo deciso di scegliere una nave come simbolo per celebrare il 40mo anniversario della nostra presenza nella Chiesa in Indonesia. Una nave che sta ancora navigando nel grande oceano dell’arcipelago indonesiano per cercare di inculturare al suo meglio la musica liturgica” ha dichiarato ad AsiaNews il presidente del Pml, padre Karl Edmund Prier sj, un sacerdote di origine tedesca. Secondo Prier la missione di promuovere l’inculturazione della musica indonesiana nella liturgia è servizio più importante compiuto finora dal Centro.

In effetti sono 40 anni che le composizioni del Centro risuonano nelle chiese indonesiane. Proprio per ricordare questi 40 anni di attività una celebrazione particolare è stata officiata nel quartier generale del Pml a Yogyakarta. L’arcivescovo di Semarang Johannes Pujasumarta e il capo della Provincia indonesiana dei gesuiti padre Riyo Mursanto sj hanno officiato la messa, mentre veniva eseguita una performance speciale di musica e danza sacra.

Il presule nella sua omelia ha lodato di fronte a centinaia di fedeli e ospiti la presenza del Pml, e il suo forte contributo alla Chiesa in Indonesia, grazie all’inculturazione e all’ingresso nella musica liturgica di musica e strumenti propri del Paese. “La parola ‘Indonesia’ è stata creata circa un secolo fa da un antropologo tedesco; ora abbiamo lo stesso fenomeno: 40 anni fa un gesuita tedesco ha creato un precedente analogo nella musica liturgica fondando il Pml”, ha detto l’arcivescovo.

Padre Prier ha dichiarato ad AsiaNews che la presenza dell’arcivescovo di Semarang alla cerimonia costituisce un grande appoggio al lavoro del Centro per promuovere musica e canzoni sacre. “La presenza del vescovo aveva il senso della presenza del capitano al timone della nave del Pml, in piena navigazione” ha commentato il gesuita tedesco. Il Pml promuove anche un revival di folklore tradizionale e modernizza testi e musica grazie all’operato di un coro teatrale, chiamato Vocalista Sonora (Vocason). Fra l’altro, esso promuove l’uso di decine di strumenti locali, non più popolari fra la gente di oggi, come il tataganing (un tamburo stretto e sottile) e il garantung (un tipo di xilofono), oltre ai gong di Java, il gender e il bonang.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Widodo apprezza il festival di musica cattolica
14/11/2018 16:14
Ambon, comincia nel segno dell’unità il primo festival di musica cattolica
30/10/2018 11:30
Ambon, la musica cattolica per promuovere il dialogo nella città delle violenze settarie
17/10/2018 12:25
All’università di Hong Kong un corso e un libro su 21 secoli di musica sacra
02/02/2019 12:19
Band gospel in concerto per le vittime dei disastri naturali nelle Filippine
05/07/2014


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”