10/01/2022, 08.52
ASIA TODAY
Invia ad un amico

Myanmar: Aung San Suu Kyi condannata ad altri quattro anni di carcere

Le altre notizie del giorno: sbloccati i fondi dall'estero per le suore di Madre Teresa, un incendio nel campo profughi di Cox's Bazar in Bangladesh lascia migliaia di persone senza dimora, i gruppi sciiti filo-iraniani continuano a contestare i risultati delle elezioni, quasi 8mila persone arrestate in Kazakistan, il primo attore sudcoreano a vincere un Golden Globe ha recitato in Squid Game.

MYANMAR

L’ex leader del Myanmar Aung San Suu Kyi è stata condannata ad altri quattro anni di carcere perché ritenuta colpevole di aver contrabbandato walkie-talkie e violato le norme anti-covid. La sentenza di oggi si aggiunge a quella di dicembre che l’aveva condannata a quattro anni di prigione poi ridotti a due dal generale Min Aung Hlaing a capo della giunta militare.

BANGLADESH

Un incendio scoppiato nel campo profughi di Cox’s Bazar ha lasciato oltre 5mila di persone senza casa. “Circa 1.200 case sono state bruciate”, ha detto un portavoce della polizia locale. Il campo ospita almeno 850mila rifugiati rohingya scappati dal Myanmar nel 2017. Quello di ieri è già il terzo incendio del 2022.

PAKISTAN

Le autorità pakistane sono riuscite a mettere in salvo tutti i turisti rimasti bloccati dopo la forte nevicata del fine settimana a Murree, località a nord-est della capitale Islamabad. Migliaia di persone erano rimaste intrappolate nei propri veicoli e almeno 21 sono morte. Alcune strade rimangono tuttora bloccate dalla neve.

INDIA

Il governo indiano ha revocato il divieto per le Missionarie della Carità di ricevere fondi dall’estero. L’agenzia stampa Ani ha detto che la licenza è stata rinnovata a seguito della presentazione dei “documenti necessari”. I conti bancari delle suore di Madre Teresa erano stati bloccati il giorno di Natale.

CINA

Nella città costiera di Tianjin dove ieri il governo cinese ha riportato 21 nuovi casi di Covid-19, le autorità locali hanno inasprito i controlli in uscita e deciso di testare tutti i 14 milioni di residenti. La politica “zero-covid” di Pechino potrebbe essere messa in crisi dal Capodanno cinese del primo febbraio e l’arrivo degli atleti stranieri per le Olimpiadi invernali. Ai cittadini cinesi è stato detto di non avvicinarsi ai veicoli utilizzati per i Giochi per evitare di rompere “la bolla”.

COREA DEL SUD

L’attore O Yeong-su, 77 anni, che in Squid Game ha interpretato il primo concorrente del macabro gioco, ha vinto il Golden Globe per miglior attore non protagonista in una serie TV. È il primo interprete sudcoreano in assoluto ad ottenere il riconoscimento.

KAZAKISTAN

Secondo il ministero dell’Interno kazako, quasi 8mila persone sono state arrestate dalle forze di sicurezza a seguito dei disordini scoppiati nei giorni scorsi. Karim Masimov, ex capo del Comitato per la sicurezza nazionale, è stato arrestato con l'accusa di tradimento pochi giorni dopo essere stato licenziato dal presidente Qassym-Jomart Tokaev. Finora 164 persone sono state uccise negli scontri.

IRAQ

La prima sessione del parlamento iracheno è stata segnata dal caos: gruppi sciiti vicini all’Iran che si oppongo al blocco (anch’esso sciita) guidato da Moqtada al-Sadr continuano a contestare i risultati delle elezioni generali tenutesi a ottobre. Durante l’interruzione dei lavori Mahmoud al-Mashhadani, il membro più anziano del Parlamento, è stato portato in ospedale e ora sembra stare bene.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Centinaia di studenti della Tianjin University in piazza contro le restrizioni Covid
28/05/2022 08:45
Beirut, medici e sanitari in piazza contro la crisi: due giorni di sciopero generale
27/05/2022 08:52
Kashmir, ergastolo per il leader separatista Yasin Malik
26/05/2022 08:50
Nablus, un 16enne palestinese ucciso dai soldati israeliani
25/05/2022 08:51
Pechino blocca la partecipazione di Taiwan all’assemblea annuale Oms
24/05/2022 08:50


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”