10/12/2020, 12.04
BANGLADESH
Invia ad un amico

Organizzazione per i diritti chiede pena di morte per gli stupratori

di Sumon Corraya

Muktijuddho Mancha ha denunciato che il mese scorso (novembre) 40 studenti della Madrasa sono stati violentati dai loro insegnanti. Tre di loro sono morti e uno si è suicidato.

Dhaka (AsiaNews) – Sono 40 i ragazzi, studenti della Madrasa, violentati dai loro insegnanti. L’ha denunciato ieri Muktijuddho Mancha, un'organizzazione per i diritti umani (nella foto: la manifestazione) che ha organizzato una mostra di documenti nell'Università di Dhaka per chiedere la pena di morte per chi stupra. Hanno anche chiesto di istituire una nucleo contro le molestie sessuali.

Muktijuddho Mancha ha denunciato che il mese scorso (novembre) 40 studenti della Madrasa sono stati violentati dai loro insegnanti. Tra loro tre studenti sono morti e uno si è suicidato. Muktijuddho Mancha ha raccolto i dati della persecuzione sessuale da diversi giornali nazionali.

A quanto pare, i genitori dovrebbero essere consapevoli dello stupro sui figli maschi oltre che sulle femmine. È degno di nota il fatto che molte persone non sanno che anche un bambino maschio può essere violentato sessualmente e non hanno la consapevolezza di proteggere il proprio figlio maschio come le femmine. Al Mamun, segretario di Muktijuddho Mancha, dice: “Chiedo al governo una legge che preveda la condanna a morte per stupro di ragazzi. La legge proteggerà i bambini maschi dalla persecuzione sessuale".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Dhaka, studente ucciso a colpi di machete per le sue idee contro l’estremismo islamico
07/04/2016 09:00
Bangladesh, cattoliche tribali molestate e stuprate. Gli aggressori restano impuniti
12/11/2018 08:53
Dopo le molestie sessuali, il ricatto: giovane cattolica si suicida
10/08/2018 11:22
Vescovo indiano: Dolore e vergogna per le violenze contro le donne, ‘che ci danno la vita’
06/12/2019 13:21
Hyderabad, polizia uccide quattro presunti stupratori. Medico cattolico: Fatto grave
06/12/2019 11:30


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”