30/09/2013, 00.00
VATICANO
Invia ad un amico

Papa: non il "funzionalismo", ma pace e gioia segno della presenza di Dio nella Chiesa

"La Chiesa ben organizzata! Tutto a posto, ma senza memoria e senza promessa! Questa Chiesa, così, non andrà: sarà la Chiesa della lotta per il potere, sarà la Chiesa delle gelosie fra i battezzati e tante altre cose che ci sono quando non c'è memoria e non c'è promessa", date da Vecchi e bambini.

Città del Vaticano (AsiaNews) - A mostrare la presenza di Dio nella Chiesa non è il "funzionalismo", la buona organizzazione che rischia di divenire lotta per il potere, ma la "pace e gioia", date dalla presenza e dal rispetto degli anziani e dei bambini, l'esperienza e il futuro.

L'ha detto stamattina papa Francesco nel corso della messa celebrata a Casa santa Marta. Come riferisce la Radio Vaticana, il Papa ha commentato l'atteggiamento dei discepoli che facevano programmi, progetti per il futuro sull'organizzazione della Chiesa nascente, discutevano su chi fosse il più grande e impedivano di fare il bene in nome di Gesù a quanti non appartenevano al loro gruppo. Ma Gesù li sorprende, spostando il centro della discussione dall'organizzazione ai bambini: "Chi infatti è il più piccolo fra tutti voi - dice - questi è grande!".

Così, nella Lettura del profeta Zaccaria si parla dei segni della presenza di Dio: non "una bella organizzazione" né "un governo che vada avanti, tutto pulito e tutto perfetto", ma gli anziani che siedono nelle piazze e i fanciulli che giocano. Il rischio è quello di scartare sia gli anziani che i bambini. E duro è il monito di Gesù verso chi scandalizza i più piccoli: "il futuro di un popolo è proprio qui e qui, nei vecchi e nei bambini. Un popolo che non si prende cura dei suoi vecchi e dei suoi bambini non ha futuro, perché non avrà memoria e non avrà promessa! I vecchi e i bambini sono il futuro di un popolo! Quanto è comune lasciarli da parte, no? I bambini, tranquillizzarli con una caramella, con un gioco: 'Fai, fai; Vai, vai'. E i vecchi non lasciarli parlare, fare a meno del loro consiglio: 'Sono vecchi, poveretti'...".

"Io capisco, i discepoli volevano l'efficacia, volevano che la Chiesa andasse avanti senza problemi e questo può diventare una tentazione per la Chiesa: la Chiesa del funzionalismo! La Chiesa ben organizzata! Tutto a posto, ma senza memoria e senza promessa! Questa Chiesa, così, non andrà: sarà la Chiesa della lotta per il potere, sarà la Chiesa delle gelosie fra i battezzati e tante altre cose che ci sono quando non c'è memoria e non c'è promessa".

Dunque, la "vitalità della Chiesa" non è data da documenti e riunioni "per pianificare e far bene le cose": queste sono realtà necessarie, ma non sono "il segno della presenza di Dio". "Il segno della presenza di Dio è questo, così disse il Signore: 'Vecchi e vecchie siederanno ancora nelle piazze di Gerusalemme, ognuno con il bastone in mano per la loro longevità. E le piazze della città formicoleranno di fanciulli e fanciulle che giocheranno sulle sue piazze'. Gioco ci fa pensare a gioia: è la gioia del Signore. E questi anziani, seduti col bastone in mano, tranquilli, ci fanno pensare alla pace. Pace e gioia: questa è l'aria della Chiesa!".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papa: la lotta per il potere non deve esistere nella Chiesa, perché il vero potere, secondo Gesù, è servizio
21/05/2013
Papa:tanti anziani sono lasciati soli dalla famiglia come se fossero materiale di scarto
29/06/2020 12:17
Papa: la vecchiaia è ‘la stagione del dono e la stagione del dialogo’
16/12/2019 13:37
Papa: tutta la vita è sacra, del bambino come del vecchio e di ogni sfruttato
25/06/2018 13:24
Papa ai nonni: Nella società non manchino il vostro sorriso e la bella luminosità dei vostri occhi
15/10/2016 12:48


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”