13/11/2013, 00.00
RUSSIA - VATICANO
Invia ad un amico

Patriarcato di Mosca e Vaticano rilanciano la collaborazione comune

Fitti scambi tra i vertici delle due Chiese, a due settimane dall'attesa visita di Putin al Pontefice. Kirill incontra il card. Scola: "Mai come oggi abbiamo tante cose in comune". L'arcivescovo di Milano parla di "ecumenismo di popolo". Il metropolita Hilarion vede Bergoglio: si sta lavorando a incontro tra Patriarca di Mosca e Papa, in territorio neutro.

Mosca (AsiaNews) - Sono giorni di fitti scambi tra i vertici della Chiesa cattolica e di quella ortodossa russa, che hanno entrambe rilanciato con forza la collaborazione sui temi dei diritti dei cristiani in Medio Oriente, della lotta al laicismo in Occidente e del dialogo ecumenico. Il tutto a due settimane dall'attesa visita in Vaticano del presidente russo, Vladimir Putin, le cui politiche nella regione mediorientale, e soprattutto in Siria, vanno di pari passo con le battaglie promosse dal Patriarcato ortodosso e hanno trovato un inatteso alleato nel Papa. C'è chi sostiene che l'evento possa contribuire a un ulteriore avvicinamento tra le due Chiese sorelle, le quali però negano ci sia alcun bisogno di una "mediazione politica" in questo senso.

Così ha dichiarato l'arcivescovo di Milano, card. Angelo Scola all'uscita dal suo incontro con Kirill, il 12 novembre, a Mosca. Nello stesso incontro, il Patriarca ha espresso apprezzamento per il lavoro di papa Francesco, sottolineando che "mai come oggi le nostre Chiese hanno tante cose in comune". "I nostri dissapori storici cessino di svolgere un ruolo critico", ha auspicato il primate ortodosso, al quale Scola ha risposto ricordando che il dialogo ecumenico "non ha mai nascosto le differenze, ma è capace di superarle affermando il valore della nostra unità", riferendogli di un "ecumenismo di popolo" di fato già tangibile negli scambi tra le due comunità in diocesi come quella di Milano.  

In questo clima di aperture e cordialità si inseriscono anche le parole del responsabile delle relazioni esterne del Patriarcato di Mosca, il metropolita di Volokolamsk, Hilarion, il quale il 12 dicembre ha reso noto che si sta parlando della possibilità di un "incontro tra il Papa e il Patriarca di Mosca in un Paese neutro". Parlando durante una conferenza, dopo il suo incontro con il Pontefice, Hilarion non ha aggiunto particolari. Sul luogo e la tempistica dello storico faccia a faccia, al momento, circolano solo ipotesi e voci. Le più accreditate vedono come possibilità la città di Bari, dove forte è la presenza ortodossa, ma anche Vienna e l'abbazia di Pannonhalma, in Ungheria. Ambienti ecclesiastici a Mosca indicano come momento probabile già il 2014, quando ricorrerà il 50mo anniversario dello storico 'abbraccio' a Gerusalemme tra Paolo VI e l'allora patriarca di Costantinopoli, Atenagora. Evento che, un anno dopo, portò alla dichiarazione comune con cui si cancellavano le scomuniche reciproche di quasi mille anni prima.

Hilarion non ha poi voluto commentare la visita di Putin in Vaticano, fissata per il 25 di novembre, ma ancora non confermata dal Cremlino. "Si tratta di una visita del capo di Stato, che non riguarda le relazioni fra le Chiese", si è limitato a dire. "Siamo molto grati al presidente Putin per le posizioni che prende sulle questioni dei valori del patrimonio cristiano europeo e della difesa dei cristiani in Medio Oriente - ha poi concluso - un tema che sicuramente sarà discusso nell'incontro".

Intanto a fine mese è atteso a Mosca il presidente del Pontificio consiglio per la famiglia, monsignor Vincenzo Paglia, per intervenire a un convegno organizzato dalla comunità ortodossa. (M.A.)

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
La Siria, il papa, la Cina: conversazione col metropolita ortodosso Hilarion
30/08/2013
Francesco e Kirill: dopo Cuba ora occorrono passi concreti
22/02/2016 08:57
Un nuovo incontro di papa Francesco e Kirill in Bielorussia
23/03/2018 08:53
Putin dal Papa il 10 giugno. Patriarcato Mosca: l’incontro con Kirill ancora in agenda
04/06/2015
Card. Scola a Mosca, l'ecumenismo cresce anche nell'incontro tra i fedeli
11/11/2013


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”