12/04/2007, 00.00
TIMOR EST
Invia ad un amico

Presidenziali: candidati denunciano irregolarità, mentre si va al ballottaggio

Cinque candidati chiedono che venga sospeso lo spoglio dei voti fino a quando non siano garantite condizioni di sicurezza e in presenza di altri osservatori. Secondo i risultati (ancora parziali) Horta e Guterres dovrebbero sfidarsi in ballottaggio l’8 maggio prossimo.
Dili (AsiaNews/Agenzie) – Cinque candidati alle elezioni presidenziali domandano la sospensione del conteggio dei voti per avvenute irregolarità. In una lettera ufficiale inviata alla Commissione elettorale, all’ONU e al presidente uscente Xanana Gusmao, i candidati denunciano un clima di terrore e intimidazione e chiedono che venga sospeso lo spoglio dei voti fino a quando non verrà garantita legalità e sicurezza, alla presenza dei candidati e di altri osservatori.
 
Fernando “Lasama” de Araujo del partito democratico, uno dei cinque candidati che hanno acceso la protesta, ha dichiarato che “il procedimento non è stato pulito”. L’unica candidata donna, Lucia Lobato, ha detto: “Vogliamo che la Commissione elettorale nazionale riconti i voti. C’è stata una manipolazione durante il conteggio. Se la Commissione non ci ascolterà non accetteremo i risultati delle elezioni”.
 
Intanto, dopo lo spoglio di circa il 70% delle schede, si registra al primo posto Josè Ramos-Horta, primo ministro e premio Nobel per la pace, che supera di 20 mila voti Francisco Guterres, del Fretilin. Ma entrambi finora hanno ottenuto meno del 30% dei voti, lontano dalla maggioranza assoluta necessaria per divenire presidente.
 
È molto probabile quindi che Horta e Guterres si fronteggino in un ballottaggio previsto per l’8 maggio.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Alle presidenziali è in testa Ramos Horta
10/05/2007
Scarsa affluenza alle urne per il secondo turno delle presidenziali
09/05/2007
Presidenziali: in testa il Nobel Ramos-Horta, probabile il ballottaggio
10/04/2007
Dili: Jose Ramos-Horta verso la presidenza
21/03/2022 11:06
Ruak, “eroe” dell’indipendenza, è il nuovo presidente di Timor Est
17/04/2012


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”