15/09/2012, 00.00
INDONESIA
Invia ad un amico

Proteste per il video su Maometto: i musulmani moderati indonesiani richiamano tutti alla calma

di Mathias Hariyadi
Il leader del Nahdlatul Ulama (Nu), la più grande organizzazione musulmana moderata del Paese, condanna la violenza e gli attacchi contro le ambasciate avvenuti in altri Paesi. I musulmani hanno diritto a protestare, ma devono farlo attraverso altri canali. Jakarta blinda le aree intorno alle ambasciate e chiude il sito di Youtube.

Jakarta (AsiaNews) - Il Nahdlatul Ulama (Nu), la più grande organizzazione islamica moderata del Paese, risponde alle manifestazioni di protesta contro il film blasfemo su Maometto e chiede a tutti i musulmani indonesiani di mantenere la calma.

"Non possiamo nascondere le nostre critiche - ha affermato Said Agil Siradj, presidente dell'Nu - opponendoci con forza a qualsiasi messaggio, parole o immagini video contro i nostri profeti, Mosè, Isacco, Gesù e Maometto. È moralmente sbagliato diffondere questi sentimenti di odio contro i musulmani che spingono l'islam a rispondere con altrattanto odio. Davanti a una folla di giovani musulmani a Ciberon (Java Occidentale), il leader dell'Nu ha però invitato tutti a scegliere un modo diverso di esprimere il loro dissenso per queste offese: "Non c'è bisogno di scagliarsi contro le sedi diplomatiche degli altri Paesi e commettere atti vandalismo. La protesta può essere fatta in modo pacifico e attraverso altri canali adeguati".

Intanto,  da diversi giorni a  Jakarta le autorità hanno aumentato le misure di sicurezza intorno alle ambasciate straniere e non farsi trovare impreparati a possibili attacchi di estremisti islamici. Nonostante varie manifestazioni in tutto il Paese, la situazione appare calma. Ieri la Hibuth Tahrir, gruppo musulmano radicale ha organizzato una protesta pacifica nel centro di Jakarta dirigendosi in corteo verso l'ambasciata degli Stati Uniti. Per evitare emulazioni e impedire ai leader radicali di fomentare l'odio, il governo ha bloccato l'accesso a Youtube e messo sotto stretta sorveglianza i social network.

 

 

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Jakarta, violente proteste contro il film blasfemo su Maometto
17/09/2012
Medio Oriente, timori per una nuova ondata di proteste per le vignette francesi su Maometto
20/09/2012
Su Facebook e Twitter le violenze sul film anti-islam condannate da migliaia di musulmani
19/09/2012
Proteste anti-Usa, i musulmani moderati condannano le violenze
18/09/2012
Film anti-islam, proteste in India. Gli imam richiamano alla calma
14/09/2012


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”