17/02/2016, 11.24
INDONESIA
Invia ad un amico

Quaresima in Indonesia: La vita cambia solo se ci facciamo influenzare da Dio

di Mathias Hariyadi

Tante le iniziative lanciate dalle 37 diocesi del Paese il Mercoledì delle ceneri. Con il progetto “Sviluppo e digiuno” i fedeli donano cibo in avanzo e denaro a favore degli ultimi. In molte diocesi sono iniziate catene di preghiera che si concluderanno ad ottobre. Rinnovata la pastorale familiare: “La casa cristiana sia luogo di formazione alla carità dei bambini”.

Jakarta (AsiaNews) – La Quaresima in Indonesia è sempre caratterizzata da un rinnovato impegno caritativo a favore degli ultimi. Anche quest’anno, la Conferenza episcopale del Paese (Kwi) propone a tutte le 37 diocesi il programma “Sviluppo e digiuno” (Aksi Puasa Pembangunan, App) per affrontare l’emergenza fame e raccogliere fondi per garantire beni di prima necessità ai più poveri. Mons. Aksi Puasa Pembangunan, arcivescovo di Palembang (sud Sumatra), spiega che ogni cattolico è chiamato ad avere rispetto della vita umana, voluta da Dio, e per questo “deve cercare il bene comune, sia materiale che spirituale”.

All’arcivescovo fa eco mons. Antonius Subianto Bunjamin, vescovo di Bandung (ovest Java), che ha chiesto a tutte le congregazioni cattoliche della sua diocesi di praticare la rinuncia e il digiuno “con grande entusiasmo e grande impegno, per diventare persone migliori. Attraverso le opere di carità, diventiamo persone più compassionevoli. La nostra vita può cambiare e diventare più bella se ci facciamo influenzare dal potere di Dio”.

I cattolici indonesiani hanno celebrato il Mercoledì delle ceneri in tutto il Paese, e nella capitale Jakarta la diocesi ha organizzato messe non solo nelle parrocchie ma anche in alcuni snodi principali della metropoli, dove il traffico è talmente intenso da non consentire a tutti i fedeli di raggiungere la propria chiesa senza prendere un intero giorno di ferie.

Nelle lettere pastorali inviate per l’inizio della Quaresima, i vescovi e i sacerdoti hanno sottolineato diversi aspetti della pastorale. Il teologo carmelitano p. Michael Agung Christiputro di Batu (est Java), per esempio, ha proposto ai parrocchiani una catena di preghiera alla Divina misericordia, che inizia il 25 febbraio e durerà fino al 20 ottobre.  Anche nella parrocchia di San Christophorus Grogol a Jakarta, racconta p. John Purwanto, da 10 anni c’è la tradizione della novena delle 4 del mattino.

Mons. Herman Joseph Pandoyo Putro, vescovo di Malang (est Java), ha posto invece l’attenzione sul ruolo della famiglia cristiana, “all’interno della quale le persone imparano già dai primi anni la vita vera e i valori fondanti dell’essere cristiani. I giovani che crescono in un’atmosfera di amore e misericordia diventano adulti maturi, la cui compassione non è negoziabile”. Anche mons. Vincentius Sutikno Wisaksono, della diocesi di Surabaya (est Java), ha fatto appello affinché la carità che caratterizza il periodo quaresimale sia insegnata ai bambini nelle scuole, “soprattutto in questa epoca moderna dove siamo costretti a capire come usare gli strumenti moderni per essere veicoli efficaci del volto misericordioso di Dio”.

Per mons. Pius Riana Prabdi, vescovo di Ketapang (ovest Kalimantan), il messaggio di Quaresima è stato l’occasione per rinnovare l’impegno nella sequela al messaggio della “Laudato Sì”, in una diocesi, come la sua, che si trova sull’isola del Borneo, uno dei “polmoni” del sud-est asiatico: “Il Kalimantan è la nostra casa comune, dove viviamo insieme e insieme dobbiamo preservarla. Cambiamo stile di vita e facciamo visita ai nostri fratelli malati, così faremo del bene all’ambiente e alle persone che vi abitano”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. Gracias: Quaresima, tempo di digiuno e di opere di misericordia
14/02/2018 14:26
Card. Tagle: 20 centesimi al giorno per salvare 25mila bambini dalla fame
03/02/2016 15:35
Card. Gracias: la Quaresima, tempo propizio per la preghiera e la misericordia
17/02/2021 09:21
Da Manila a Karachi la preghiera per la pace nel mercoledì delle Ceneri
02/03/2022 13:58
Diocesi cinesi: il dilemma della festa e delle Ceneri
09/02/2005


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”