26/04/2017, 08.40
HONG KONG-CINA
Invia ad un amico

Arrestati i due giovani parlamentari localisti Yau Wai-ching e Baggio Leung

di Paul Wang

I due erano stati esclusi dal Legco per aver giurato con una formula offensiva verso la Cina e per aver espresso vedute “indipendentiste” su Hong Kong. Critiche alla mano pensate di Pechino sul territorio.

Hong Kong (AsiaNews) – Due giovani parlamentari localisti, allontanati dal Legco (il parlamento del territorio) per aver giurato in modo improprio, sono stati arrestati stamane per aver cercato di entrare nel Legco con la forza.

La polizia ha preso Sixtus Baggio Leung Chung-hang e Yau Wai-ching dalle loro case questa mattina alle 7. Al momento si trovano nella stazione di polizia di Sheung Wan sotto interrogatorio.

I due sono stati arrestati per raduno illegale tenuto il 2 novembre scorso, quando hanno tentato di entrare nel Legco e si sono scontrati con le guardie di sicurezza (v. foto).

Dopo aver vinto le elezioni, i due giovani dovevano giurare all’incontro inaugurale della legislatura il 12 ottobre. Ma hanno distorto la formula del giuramento, usando un nome offensivo per indicare la Cina e parlando di Hong Kong come una “nazione”, dando adito a interpretazioni “indipendentiste”, proibite da Pechino.

In pochi giorni, il capo dell’esecutivo Leung Chun-ying ha montato un caso giudiziario contro di essi e non è stato loro permesso di rifare il giuramento.

Il 2 novembre essi sono penetrati nel Legco e usando loro microfoni hanno pronunciato la formula giusta del giuramento, ma il presidente del Legco lo ha rifiutato.

Il comitato permanente dell’Assemblea del popolo cinese a Pechino ha subito emesso una regola sul modo in cui fare il giuramento, escludendo di fatto i due giovani. A causa di ciò, la corte di Hong Kong ha squalificato i due, che sono stati radiati dal Legco lo scorso 15 novembre.

L’arresto è un segno ulteriore dell’influenza pesante di Pechino sul territorio, mentre fra i giovani cresce la disaffezione verso la “madrepatria” e i suoi metodi non democratici.

Il vescovo coadiutore di Hong Kong, mons. Michael Yeung aveva espresso dispiacere per l’intervento di Pechino sulla vicenda.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Arrestati 9 attivisti ‘in preparazione alla visita di Xi Jinping’ a Hong Kong
27/04/2017 10:23
Elezioni a Hong Kong: sono cambiate le generazioni e l’agenda politica
13/09/2016 14:27
Record di affluenza, piccolo incremento per i democratici
13/09/2004
Hong Kong, il governo chiude le porte al suffragio universale
22/04/2015
Il giuramento dei localisti di Hong Kong preoccupa Pechino
04/11/2016 08:55