05/10/2017, 11.06
BRUNEI
Invia ad un amico

Brunei, al via le celebrazioni per i 50 anni di regno del sultano

Il Paese in festa per oltre due settimane. Durante il regno di Hassanal Bolkiah, il Paese ha raggiunto la piena indipendenza dalla Gran Bretagna. La processione su un cocchio d’oro trainato da sudditi il culmine delle cerimonie di oggi. Il lungo regno segnato da controversie ed introduzione della Sharia.

Bandar Seri Begawan (AsiaNews/Agenzie) – Il Sultanato del Brunei è in festa per il giubileo del regno di Hassanal Bolkiah, il secondo monarca regnante più longevo al mondo dopo la britannica regina Elisabetta II. Salito sul trono del piccolo Stato del Borneo nell’ottobre del 1967, il sultano 71enne è anche primo ministro, ministro della Difesa, degli Affari esteri e del commercio, oltre che comandante supremo delle Forze armate reali del Brunei.

Le celebrazioni per il giubileo d’oro del sultano sono cominciate oggi con diverse cerimonie ufficiali e si protrarranno per oltre due settimane. Domani avrà luogo un fastoso banchetto, cui prenderanno parte leader del sud-est asiatico e reali del Medio oriente.

Questa mattina, Hassanal Bolkiah e sua moglie Anak Hajah Saleha hanno ispezionato la guardia d’onore reale, che ha preceduto un saluto militare a colpi di armi da fuoco. La coppia reale ha poi officiato una pubblica udienza nel Palazzo del sultano, imponente edificio con cupole dorate e 1.800 stanze. All’incontro erano presenti alti funzionari dello Stato e membri della famiglia reale.

Il culmine dei festeggiamenti di oggi è stata la processione lungo le strade della capitale Bandar Seri Begawan. Seduti su un cocchio d’oro trainato da 50 sudditi (foto), il sultano e la consorte hanno salutato le oltre 60mila persone accorse per render loro  omaggio.

Il Sultanato del Brunei, con una popolazione di circa 400mila persone, è governato dalla stessa famiglia reale da oltre 600 anni. Durante il regno di Hassanal Bolkiah, il Paese ha raggiunto la piena indipendenza dalla Gran Bretagna e standard di vita tra i più alti al mondo, grazie anche alle sue abbondanti riserve di petrolio e gas.

Gli anni di potere del sultano, uno degli uomini più ricchi al mondo sono stati segnati da numerose controversie, tra cui nel 2014 l’introduzione della Sharia, la legge islamica. La legislazione del Brunei prevede l’amputazione per il furto, la fustigazione per il consumo di alcol e l’aborto, la lapidazione per l’adulterio.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il sultano riconsegna la laurea ad Oxford, dopo il clamore per le leggi anti-gay
24/05/2019 15:49
Bangkok, i resti di re Bhumibol trasferiti nel Gran Palazzo
27/10/2017 08:59
Bangkok, il Paese si ferma per la cremazione di re Bhumibol (Video)
26/10/2017 12:42
Manila, attesi 20 milioni dei cattolici per la processione del Nazareno Nero
05/01/2018 13:50
Missionario Pime: Il bacio a Gesù Bambino dei tribali akha (foto)
07/01/2016