31 Luglio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 22/03/2014, 00.00

    THAILANDIA

    Chiang Mai, il primo monastero benedettino in Thailandia

    Claudio Corti

    È la prima volta che nella "Terra del Sorriso" apre un monastero cattolico maschile. I monaci sono tutti vietnamiti, dato che il governo di Hanoi impedisce loro - nonostante l'enorme fioritura di vocazioni - di aprire un altro istituto oltre ai tre già esistenti nel Paese.

    Chiang Mai (AsiaNews) - Il vescovo della diocesi di Chiang Mai, mons. Francis Xavier Vira Arpondratana, è pieno di entusiasmo perché la Chiesa cattolica thailandese ha il primo monastero benedettino del Paese. La notizia può essere considerata "storica" dato che, pur essendoci già sette monasteri di clausura femminile (carmelitane e clarisse), è la prima volta che prende vita un monastero maschile nella "Terra del Sorriso".

    Alla cerimonia di inaugurazione, celebrata il 18 gennaio scorso, era presente anche l'arcivescovo di Padova mons. Antonio Mattiazzo, che ne aveva suggerita e appoggiata la realizzazione dopo aver ricevuto una risposta positiva dall'Abate Stephane Huynh, responsabile del monastero benedettino di Thien An (Hue) in Vietnam.

    In Vietnam ci sono infatti tre monasteri benedettini che letteralmente "scoppiano" di vocazioni, ma sembra che il governo vieti la possibilità di aprirne un quarto. Per questa ragione è stata accolta la proposta di poter fondare un nuovo monastero nella vicina Thailandia.

    Il monastero di trova nella zona periferica della città di Chiang Mai, nel nord della Thailandia. Dispone di dieci celle per i monaci, otto stanze di foresteria per gli ospiti e una cappella al pian terreno. La vita dei cinque monaci, tutti originari del Vietnam (compreso l'abate Stephane che si è ritirato per l'età ed ha deciso di venire a vivere nella nuova fondazione thailandese) segue l'antica regola di San Benedetto, alternando momenti di preghiera con quelli di lavoro con la coltivazione di mais, riso e alberi da frutta.

    L'importanza della fondazione benedettina, oltre che esprimere una fioritura e vivacità della chiesa vietnamita, rappresenta un primo concreto gesto di "nuova evangelizzazione", nel senso che viene messa al primo posto non tanto un'opera educativa o di sostegno sociale, quanto quello che rappresenta il fondamento anche della religione buddista, cioé la vita monastica e contemplativa. Agli occhi dei thailandesi il monaco è infatti visto come "uomo di Dio", che si dedica alla preghiera e alla meditazione. 

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    15/12/2006 THAILANDIA
    Giovani thai, Natale di gioia e di impegno anche nel sud segnato dal terrorismo
    Il periodo natalizio viene vissuto in preghiera e contemplazione. Un missionario sottolinea che il regalo più importante per il sud del Paese è la scuola professionale Don Bosco.

    21/11/2004 Vaticano
    Papa: edificate il Regno di Cristo con l'impegno e la preghiera


    28/03/2015 THAILANDIA
    P. Pelosin: storie della Chiesa thai fra conversioni, carità e missione
    Storia di Ari (vedova), di suo padre (diabetico) e della sua conversione. La fuga di Mueli e Visal dalla Cambogia per far nascere il loro bambino, accolti come Maria e Giuseppe a Betlemme. Lettera pasquale di p. Adriano Pelosin, missionario in Thailandia da 34 anni. I 25 dell’Istituto Missionario Thailandese, le nuove ordinazioni, e il Sinodo della Chiesa thai dopo 350 anni.

    17/07/2014 THAILANDIA
    Vescovo di Chiang Mai: Nei campi con i contadini, per spargere il seme della missione
    Mons. Francis Xavier Vira Arpondratana vuole “capire” la vita degli “agricoltori” e di “promuovere” la dottrina sociale della Chiesa. L’economia della diocesi è basata sull’agricoltura, per questo ha voluto “lavorare” con loro accogliendo l’invito di una suora. Il cammino di evangelizzazione fra i tribali e il contributo dei laici al catechismo.

    19/02/2014 THAILANDIA
    Missione, dialogo e impegno sociale: i primi 40 anni della parrocchia Pime a Nonthaburi
    Inaugurata nel 1974, la chiesa gestita dai missionari del Pontificio Istituto Missioni Estere ha raccolto tanti frutti importanti: maggior coinvolgimento dei laici e sforzo missionario "aperto all'universalità". Ma c'è ancora molto da fare: i cattolici sono 1000 su mezzo milione di persone.



    In evidenza

    POLONIA – CINA – GMG
    I trucchi e le violenze di Pechino per fermare i giovani cinesi alla Gmg

    Vincenzo Faccioli Pintozzi

    Il governo ha bloccato ieri un gruppo di 50 giovani pellegrini, già imbarcati su un aereo diretto a Cracovia. Interrogati per ore all’immigrazione, sono stati “ammoniti” e rimandati a casa con l’ordine di non contattare nessuno all’estero. Nel frattempo, per i luoghi centrali della Giornata mondiale della Gioventù si aggirano “giovani cattolici cinesi”, in gruppi di cinque o sei persone, che hanno il compito di spiare i compatrioti. Lavorano per Istituti culturali o aziende cinesi in Polonia.


    ISLAM-EUROPA
    P. Samir: Terrore islamico in Francia e Germania: crisi dell’integrazione, ma soprattutto crisi della politica

    Samir Khalil Samir

    Il sequestro e l’uccisione di un sacerdote vicino a Rouen (Francia) e i vari attacchi a Würzburg, Monaco, Ansbach (Germania) sono stati compiuti da gente molto giovane e indottrinata con facilità. La Germania era un modello per l’integrazione dei rifugiati. Ma l’islamismo radicale non si lascia assimilare. Esso è sostenuto da Arabia saudita e Qatar. Non c’è altra strada all’integrazione. Ma occorre dire la verità: nel Corano ci sono elementi di guerra e violenza. Ignoranza e perdita di senso morale dei politici occidentali.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®