19 Agosto 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 11/08/2017, 13.33

    INDONESIA

    Chiesa indonesiana in festa: ordinati 18 nuovi sacerdoti

    Mathias Hariyadi

    Le ordinazioni avvenute lo stesso giorno in località remote, per promuovere le vocazioni tra i giovani locali. A Belitang (South Sumatera) ordinati cinque sacerdoti e tre diaconi. Mons. John Liku Ada’, arcivescovo di Makassar, ha consacrato sette sacerdoti diocesani a Rantepao (South Sulawesi). A Kabanjahe (North Sumatera), cinque nuovi preti diocesani ed uno dell’ordine della Santa Croce. 

    Jakarta (AsiaNews) – La Chiesa cattolica indonesiana festeggia le ordinazioni sacerdotali di 18 diaconi, avvenute lo stesso giorno in tre remote città del Paese: Belitang, nella provincia di South Sumatera; Rantepao, capitale della reggenza di Tanah Toraja (South Sulawesi); Kabanjahe (North Sumatera).

    Negli ultimi tempi in Indonesia è abitudine celebrare le ordinazioni in località distanti dalle cattedrali delle diocesi, situate nelle capitali delle province. Questo avviene per promuovere le vocazioni tra i giovani locali, dal momento che queste cerimonie sono molto emozionanti e tuttora “eventi straordinari” per molte comunità cattoliche indonesiane.

    Belitang si trova a circa 200 chilometri da Palembang (South Sumatera), capitale provinciale dove ha sede l’omonima arcidiocesi. Lo scorso 9 agosto, nella chiesa di St. Mary’s Conception (sobborgo di Tegal Rejo), cinque diaconi sono stati ordinati sacerdoti e tre seminaristi diaconi (foto 2). Mons. Aloysius Sudarso ha officiato la cerminonia, alla presenza di circa 5mila fedeli, centinaia di sacerdoti e numerosi alti funzionari del governo locale. Tre dei nuovi sacerdoti appartengono alla congregazione del Sacro Cuore di Gesù, due sono salesiani e uno è diocesano.

    Rantepao, nella reggenza di Tanah Toraja, dista più di 300 chilometri e otto ore di automobile dalla capitale provinciale Makassar (South Sulawesi). L’arcivescovo John Liku Ada’ ha ordinato sette sacerdoti diocesani (foto 3), nonostante la comunità piangesse la scomparsa di due preti locali: p. Paulus Ata Patunggu, morto in un incidente stradale lo scorso 6 agosto; p. Stephanus Tarigan, vicario generale di Makassar, vittima di un improvviso arresto cardiaco mentre si apprestava ad organizzare i funerali e la sepoltura di p. Paulus. Suor Maria Monika Ekawati, presente alle ordinazioni, racconta ad AsiaNews: “Vi erano almeno 7mila persone, centinaia di ballerini tradizionali e un coro gioioso”. Tanah Toraja è una località dove stanno fiorendo le comunità cristiane, cattolica e protestante.

    A Kabanjahe, nell’arcidiocesi di Medan (North Sumatera), i cattolici hanno festeggiato la consacrazione di cinque preti diocesani ed uno dell’ordine della Santa Croce (foto 1 e 4). Suor Bernadette riporta la gioia della folla accorsa presso la parrocchia dei SS. Pietro e Paolo, dove si è svolta la messa celebrata da mons. Anicetus B. Sinaga .

    Le 18 ordinazioni del 9 agosto, primato che rende orgogliosa la Chiesa indonesiana, seguono quelle di luglio, altro mese fecondo di vocazioni. A Yogyakarta (Central Java) mons. Robertus Rubiyatmoko ha consacrato sei gesuiti e otto preti diocesani. Mons. Yustinus Harjosusanto, arcivescovo di Samarinda, ha ordinato tre missionari della Sacra Famiglia, uno dei quali originario del Madagascar. A Manado (North Sulawesi), mons. Benedictus Estephanus Rolly Untu ha consacrato un sacerdote e 13 diaconi. Il 7 luglio scorso, la diocesi di Ketapang (West Kalimantan) ha festeggiato l’ordinazione di due tribali Dayak.

    In Indonesia, le vocazioni religiose negli ultimi 20 anni sono diminuite. Questo è dovuto in parte all’impatto sociale delle politiche di pianificazione familiare (note come Keluarga Berencana, la famiglia ben pianificata), imposte dall’ex presidente Suharto per controllare la popolazione. Altra causa è la perdita di “interesse” dei giovani verso la vita religiosa. Tuttavia, nonostante il calo delle vocazioni, in alcune diocesi del Paese resta elevato il numero dei ragazzi che entrano in seminario.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    04/02/2014 COREA DEL SUD
    La Chiesa di Seoul in festa: in tre giorni avrà nuovi vescovi, sacerdoti e diaconi
    L'arcivescovo, card. Yeom, consacrerà i due ausiliari nominati da Francesco il 30 dicembre 2013. Subito dopo sarà la volta di 26 diaconi, mentre il 7 febbraio saranno ordinati 38 nuovi sacerdoti, di cui uno vietnamita.

    05/07/2017 16:13:00 INDONESIA
    Jakarta, l’amore non ha età: giovane 16enne sposa signora 71enne

    Gli anni di differenza tra i due sono 55. La loro storia d’amore è iniziata sei mesi fa, quando il giovane si è trasferito dalla donna dopo il divorzio dei genitori. L’unione approvata dal capo villaggio. Le perplessità della Commissione indonesiana per la protezione dei minori.



    19/07/2012 INDONESIA
    Indonesia: ordinati 10 nuovi sacerdoti
    I nuovi presbiteri serviranno nelle diocesi di Semarang (Java) e Nias (North Sumatra). Per il vescovo di Semarang essi sono un dono prezioso per tutta la Chiesa cattolica.

    13/09/2014 INDONESIA
    Seguendo papa Francesco, sacerdoti, suore e frati indonesiani rinnovano la sfida vocazionale
    A Malino si è tenuta la conferenza nazionale Koptari 2014, associazione che riunisce i gruppi religiosi indonesiani formata da sacerdoti, suore e frati. Obiettivo diventare sempre più "testimoni" del corpo mistico di Cristo ed essere profeti in questa epoca moderna. Dal Pontefice un modello positivi di sacerdozio.

    24/01/2017 12:30:00 INDIA
    Il distretto di Kandhamal ha sei nuovi sacerdoti, tra cui il primo salesiano

    Il 21 gennaio sono stati ordinati tre frati cappuccini; il 23 gennaio, altri due diaconi e p. Digal, il salesiano. Entrambe le cerimonie presiedute da mons. Barwa, arcivescovo di Cuttack-Bhubaneshwar. Salesiano: “Voglio essere un buon pastore per coloro che sono nel bisogno”.





    In evidenza

    LIBANO-M. ORIENTE-VATICANO
    Patriarchi cattolici d’Oriente: Il genocidio dei cristiani, un affronto contro tutta l’umanità

    Fady Noun

    Colpite da guerre, emigrazione e insicurezza, le comunità cristiane si sono ridotte ormai a un “piccolo gregge” nell’indifferenza internazionale. Un appello a papa Francesco e alla comunità internazionale. Cattolici e ortodossi condividono gli stessi problemi. La fine dei cristiani in Oriente sarebbe “uno stigma di vergogna per tutto il XXI secolo”.


    COREA
    Vescovi coreani: No alle ‘provocazioni imprudenti’. Fermiamo l’escalation nucleare lavorando per la ‘coesistenza dell’umanità’



    I vescovi coreani hanno diffuso oggi un’Esortazione sulle tensioni crescenti attorno alla penisola coreana. La Corea del Nord, ma anche i “Paesi limitrofi” rischiano di compiere “azioni precipitose, senza freni”, che potrebbero portare alla “morte di innumerevoli persone” e a “piaghe profonde per l’intera l’umanità”. Ridurre le spese militari e potenziare le spese per lo sviluppo umano e culturale. L’appello a usare “la coscienza, l’intelligenza, la solidarietà, la pietà e il mutuo rispetto”. La preghiera nel giorno dell’Assunta, festa dell’indipendenza coreana.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®