21 Agosto 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 07/07/2017, 14.56

    INDONESIA

    West Kalimantan, la Chiesa festeggia l’ordinazione di due tribali Dayak

    Mathias Hariyadi

    Nella remota provincia centrale, vi solo 24 sacerdoti diocesani e 11 religiosi passionisti. La missione pastorale della Chiesa è resa difficile dalla mancanza di sacerdoti. La cerimonia ha richiamato la partecipazione di migliaia di cattolici. P. Hendrikus e p. Fransiscus raccontano ad AsiaNews il loro percorso di fede.

    Ketapang (AsiaNews) – Ogni ordinazione sacerdotale nella diocesi di Ketapang (West Kalimantan) è un evento “straordinario”, sia per la Chiesa locale che per la sua comunità. Essa non è solo un “prestigioso” avvenimento per la famiglia e per i parenti del sacerdote, ma anche una festosa celebrazione della fede, cui tutta la comunità è chiamata a partecipare. La parrocchia di San Michele a Simpang Dua ha vissuto tale gioia il 29 giugno scorso, quando mons. Pius Riana Prabdi, vescovo di Ketapang, ha ordinato sacerdoti diocesani due tribali del posto: p. Hendrikus Yusri Basri Rius e p. Fransiscus Suandi.

    La missione pastorale della Chiesa cattolica nella provincia del West Kalimantan è resa difficile dalla mancanza di un numero sufficiente di sacerdoti per servire i vasti e remoti territori delle quattro diocesi (Pontianak, Sanggau, Sintang e Ketapang). A causa della carenza di infrastrutture, i pochi sacerdoti riescono a visitare le comunità locali ogni tre, quattro mesi e solo se le condizioni atmosferiche lo permettono, dopo centinaia di chilometri per strade impervie e fiumi a malapena navigabili. Assieme al vescovo mons. Pius Riana Prapdi, AsiaNews ha compiuto un viaggio di 10 giorni verso alcune parrocchie fra le più lontane e inaccessibili, ha incontrato i due nuovi sacerdoti e ne ha raccolto le testimonianze di fede.

    P. Hendrikus e p. Fransiscus sono cresciuti in famiglie cattoliche locali di etnia Dayak, hanno completato le scuole elementari nel loro villaggio natale ed in seguito hanno frequentato una scuola cattolica di Ketapang. Entrambi sono poi entrati nel seminario di St. Laurentius Minor a Payak Kumang, nel centro di Ketapang. Terminati gli studi nel seminario minore, i due sono stati inviati a Malang, nella provincia di East Java, per prendere parte ad un corso spirituale per novizi della durata di un anno. A Malang essi hanno anche portato a termine i loro studi filosofici e teologici, prima di trasferirsi a Pontianak per il post-laurea in teologia.

    I due sacerdoti raccontano che i semi della loro vocazione religiosa sono riconducibili a tre fattori principali: l’insegnamento dei valori spirituali da parte di una buona famiglia cattolica; la testimonianza della missione di preti e comunità locali; l’educazione cattolica.

    P. Fransiscus afferma che la vita spirituale di suo padre ha contribuito in maniera decisiva alla sua personale volontà di diventare sacerdote. Poiché il numero di sacerdoti nella diocesi era molto piccolo, egli era solito accompagnare il genitore nei suoi i viaggi verso le aree remote dell’isola per eseguire servizi pastorali. In assenza di un celebrante, in queste occasioni non veniva officiata alcuna celebrazione eucaristica, ma il padre era solito portare ai fedeli l’annuncio della Parola di Dio.

    P. Hendrikus dichiara che è stata la grave carenza di sacerdoti di cui soffre la diocesi di Ketapang a spingerlo verso la sua decisione di diventarne uno. Con un territorio molto più vasto delle province di Central e West Java insieme, il West Kalimantan dispone di soli 24 sacerdoti diocesani (alcuni dei quali provenienti dalla diocesi di Semarang a Java per incarichi temporanei) e 11 religiosi passionisti.

    Come racconta p. Joko, parroco di Simpang Dua, la cerimonia di ordinazione sacerdotale dei due e la successiva festa hanno richiamato la partecipazione di migliaia di cattolici della reggenza. Il capo del distretto locale Martin Rantan SH ha preso parte ai festeggiamenti, insieme a decine di suore, alcuni religiosi e 46 sacerdoti.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    18/03/2017 09:20:00 INDONESIA
    A Yogyakarta la prossima Giornata della gioventù asiatica: in arrivo giovani da 29 Paesi

    Il pluralismo della società indonesiana ha ispirato il tema dell’evento. La Chiesa cattolica in Asia nella vasta varietà di etnie, lingue e culture. Mons. Suharyo: “Tutti i partecipanti capiscano a fondo l’importanza del concetto di unità nella diversità”. Mons. Prapdi: “La diversità è un bene sociale e culturale senza prezzo”.



    13/05/2017 08:42:00 INDONESIA
    Chiesa indonesiana per il dialogo: oltre 5mila ragazzi alla Joyful Run

    All’evento sportivo hanno partecipato giovani provenienti da religioni, comunità e classi sociali differenti. Raccolto con entusiasmo l’invito ad abbracciare lo spirito di unità e a difendere il pluralismo. Mons. Pius Riana Prapdi: “Celebrare le differenze nella società significa celebrare la nazione”. La festa è una forte risposta all'attuale situazione socio-politica in Indonesia. p. Antonius Haryanto: “Essere diversi è una cosa comune e rimanere uniti è una grazia enorme”.

     



    23/03/2017 12:04:00 INDONESIA
    Mons. Samuel Oton Sidin è il nuovo vescovo di Sintang, West Kalimantan (Foto)

    La cerimonia di ordinazione episcopale ha avuto luogo a Baning, alla presenza di oltre 5 mila cattolici locali. Presenti anche il governatore Cornelis e i vertici militari della provincia. L’impegno profuso negli anni a difesa dell’ambiente è valso a mons. Sidin il titolo di eroe ambientale. Le sfide della diocesi di Sintang: la vastità del territorio, la deforestazione e la perdita dei valori culturali delle popolazioni locali.



    11/04/2017 13:31:00 INDONESIA
    West Kalimantan, apre la prima università pubblica cattolica in Indonesia

    Lo STAKatN era conosciuto con il nome di Istituto superiore pastorale Sant’Agostino. Il lungo percorso per ottenere il riconoscimento statale. Il traguardo raggiunto grazie al sostegno di importanti figure cattoliche locali. L’assenza di sacerdoti e catechisti è uno dei problemi più grandi per la comunità cattolica di Kalimantan. Mons. Pius Riana Prapdi: “l’assenza di educatori cattolici l’ostacolo principale alla diffusione della Fede”.



    27/07/2017 11:35:00 INDONESIA
    Java, nell’arco di due settimane ordinati 19 nuovi sacerdoti

    Ieri sono stati ordinati due sacerdoti Batak a Padang; due giorni fa 8 sacerdoti nella diocesi di Semarang; due settimane fa, sei nuovi sacerdoti gesuiti a Kotabaru. Molti giovani riflettono sulle motivazioni di base della loro vita e decidono di entrare nei seminari. Una situazione molto diversa da quella in occidente.





    In evidenza

    LIBANO-M. ORIENTE-VATICANO
    Patriarchi cattolici d’Oriente: Il genocidio dei cristiani, un affronto contro tutta l’umanità

    Fady Noun

    Colpite da guerre, emigrazione e insicurezza, le comunità cristiane si sono ridotte ormai a un “piccolo gregge” nell’indifferenza internazionale. Un appello a papa Francesco e alla comunità internazionale. Cattolici e ortodossi condividono gli stessi problemi. La fine dei cristiani in Oriente sarebbe “uno stigma di vergogna per tutto il XXI secolo”.


    COREA
    Vescovi coreani: No alle ‘provocazioni imprudenti’. Fermiamo l’escalation nucleare lavorando per la ‘coesistenza dell’umanità’



    I vescovi coreani hanno diffuso oggi un’Esortazione sulle tensioni crescenti attorno alla penisola coreana. La Corea del Nord, ma anche i “Paesi limitrofi” rischiano di compiere “azioni precipitose, senza freni”, che potrebbero portare alla “morte di innumerevoli persone” e a “piaghe profonde per l’intera l’umanità”. Ridurre le spese militari e potenziare le spese per lo sviluppo umano e culturale. L’appello a usare “la coscienza, l’intelligenza, la solidarietà, la pietà e il mutuo rispetto”. La preghiera nel giorno dell’Assunta, festa dell’indipendenza coreana.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®