12 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 07/03/2008, 00.00

    INDIA

    Contadini cacciati per costuire l’auto più economica del mondo



    Nel Bengala occidentale espropriati 400 ettari di terra agricola, per fare un impianto che realizzerà l’automobile Nano. Molti rurali non vogliono cedere terra e casa, ma il governo va avanti. Ora annunciano azioni giudiziarie e proteste pubbliche.

    New Delhi (AsiaNews/Agenzie) – Promettono azioni giudiziali e blocchi stradali i contadini cacciati per il nuovo impianto della Tata Motors in costruzione a Singur (Bengala occidentale). Il complesso sorgerà su 400 ettari di terra agricola e la Tata prevede di produrre, a partire da ottobre, 250mila automobili “Nano” l’anno. La Nano, presentata a gennaio come l’auto più economica del mondo (costo: 2.500 dollari), è già un simbolo dell’emergente industria indiana, come pure del crescente benessere della classe media. La Tata promette che qui creerà 10mila posti di lavoro e porterà prosperità a tutta la regione.

    Ma da un anno molti contadini espropriati protestano, seppure con il passare dei mesi resistere è sempre più difficile, senza terra né altro sostentamento. Molti vivono grazie all’aiuto di conoscenti. Almeno 4 si sono suicidati. Ma i proprietari di 136 ettari non cedono, dicono che l’indennizzo non può compensare la perdita della casa e della terra, unica loro fonte di sostegno.

    “E’ una battaglia di nervi – spiega Prosenjit Das, uno dei leader della protesta – loro si chiedono quanto a lungo possiamo resistere”. I contadini intendono fare proteste e azioni giudiziarie per impedire alla fabbrica di lavorare: progettano blocchi stradali e una continua pubblicità negativa.

    Il governo vuole favorire queste Zone economiche speciali (Sez), concesse alle grandi ditte a basso prezzo e con esenzioni fiscali. Ma i terreni che interessano alle industrie sono pochi e in genere coltivati: Singur si trova vicino all’autostrada e ad appena un’ora di auto dalla capitale Kolkata.

    Nel 2009 ci saranno le elezioni politiche generali e il governo comunista del Bengala occidentale già è stato al centro di grandi polemiche, nel 2007, per la Sez autorizzata a Nandigram: allora i contadini furono cacciati con la forza, con morti e feriti e una rivolta durata mesi.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/08/2007 INDIA
    Vescovo di Mumbai: sviluppo economico tuteli le esigenze della popolazione
    Alla luce di un nuovo progetto di Sez in Mahrashtra, che richiederà espropri di terre, la Chiesa indiana avverte: lo sviluppo economico deve considerare le esigenze della popolazione, pena violenze e disordini sociali.

    09/07/2007 CINA
    I governi locali requisiscono con l’imbroglio le terre dei contadini
    Secondo il ministero per la Terra e le risorse, tra il 2004 e il 2005 metà degli espropri sono stati fraudolenti. Terre coltivate classificate come non agricole e requisite per progetti pubblici ma poi vendute a privati. Il caso di Qinghe, dove i contadini hanno scoperto di non avere nessuna tutela.

    02/11/2006 CINA – INDIA
    Leader nazionalista del Gujarat lancia la cooperazione con la Cina

    Narendra Modi, leader del Gujarat, è arrivato ieri a Pechino per una serie di incontri di tipo economico che mirano a sviluppare le Zone economiche speciali dello Stato.



    03/03/2008 INDIA
    Una politica di spesa “panem et circenses”
    Il segretario della Commissione giustizia e pace osserva che il bilancio statale 2008-09 è soltanto populista: mostra vantaggi immediati, in vista delle elezioni politiche del 2009. Ma lascia centinaia di milioni di poveri e rurali nell’attuale miseria.

    16/08/2007 INDIA
    Chiesa indiana: perché i contadini siano davvero “al centro dello sviluppo”
    Ottimismo e progresso nel discorso del premier Singh per i 60 anni dall'indipendenza. Ma personalità della Chiesa indiana denunciano: questo sviluppo si concentra troppo sulle città a scapito delle campagne.



    In evidenza

    RUSSIA-UCRAINA
    La riconciliazione possibile fra Mosca e Kiev

    Vladimir Rozanskij

    Il Sinodo straordinario per i 100 anni della restaurazione del Patriarcato di Mosca, ha rivolto un appello per il ritorno alla comunione con il Patriarcato di Kiev. La risposta di Filaret , molto positiva,  chiede perdono e offre perdono. Da anni vi sono prevaricazioni, espressioni di odio, sequestri di chiese. L’invasione della Crimea ha acuito la divisione. Il governo ucraino rema contro.


    VATICANO-MYANMAR-BANGLADESH
    Non solo Rohingya: il messaggio di papa Francesco a Myanmar e Bangladesh

    Bernardo Cervellera

    L’informazione troppo concentrata sul “dire/non dire” la parola Rohingya. Il papa evita il tribunale mediatico o la condanna, ma traccia piste costruttive di speranza. Una cittadinanza a parte intera per le decine di etnie e uno sviluppo basato sulla dignità umana. L’unità fra i giovani e le diverse etnie, ammirata da buddisti e musulmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®